Gli Stati Uniti hanno colpito le posizioni dell’esercito iraniano in Iraq e hanno subito un attacco missilistico di ritorsione

Ieri sera, l’aviazione americana ha condotto un’altra serie di attacchi aerei contro l’esercito iraniano e le forze che sostengono. Gli attacchi aerei hanno puntato sui terminal dell’aeroporto di Karbala, tuttavia, solo due ore dopo, in risposta al bombardamento, un attacco missilistico è stato lanciato su una base militare americana a Kirkuk.

Al momento, è noto che gli attacchi aerei degli americani hanno portato alla morte di un dipendente dell’ aeroporto e di due agenti di polizia iracheni, mentre le infrastrutture aeroportuali sono state gravemente colpite, tuttavia non vi sono state vittime tra i gruppi iraniani e i militari delle forze sciite filo-iraniane.

Sui frame video presentati si possono vedere direttamente gli attacchi della US Air Force. Secondo alcuni rapporti, attacchi aerei sono stati effettuati dai caccia F-16.

Per quanto riguarda l’attacco di rappresaglia del gruppo Kataib Hezbollah, secondo alcuni rapporti, la base militare americana ha subito gravi danni materiali, ma non sembra che ci siano state vittime.

Gli esperti osservano che lo scambio di attacchi può portare a un’altra destabilizzazione della situazione in Medio Oriente, soprattutto perché almeno quattro militari delle truppe del contingente NATO sono morti a seguito di un attacco missilistico su una base militare americana.


Nota. Una cosa è certa: le forze militari USA e dei loro alleati non si sentono al sicuro in Iraq e sono frequentemente sotto attacco da quando, in Gennaio, gli americani hanno colpito ed ucciso il generale Soleimani ed il viceconmandante delle forze irachene di Mobilitazione Popolare , Abu Mahdi al Muhandis, all’aeroporto di Baghdad. Le forze irachene hanno giurato di vendicare i due comandanti e le basi USA sono circondate dai reparti delle milizie sciite, tanto che i militari USA possono spostarsi soltanto in elicottero.

http://avia.pro/news/ssha-atakovali-pozicii-iranskih-voennyh-v-irake-i-tut-zhe-poluchili-otvetnyy-raketnyy-udar

Fonte: Avia Pro

Traduzione e nota : Sergei Leonov

3 Commenti

  • ouralphe
    13 Marzo 2020

    Ogni singolo Uomo da quelle parti si vendicherà per Soleimani. Gli USA pensavano di cavarsela con qualche petardo a caldo.

  • atlas
    13 Marzo 2020

    IL PD AMERICANO (E ITALIANO) NON E’ UN VIRUS

    E’ UNA PANDEMIA

  • Alvise
    13 Marzo 2020

    Attacchi “telefonati” da ambo le parti. (per il momento)

Inserisci un Commento

*

code