Gli Stati Uniti hanno appena inaugurato la guerra di sesta generazione

.

Finora la guerra di 5a generazione (5G) è stata condotta attraverso mezzi militari non cinetici, ingegneria sociale, disinformazione, manipolazione sociale, guerra finanziaria, guerra informatica (cyberguerrilla), intelligenza artificiale e droni. Durante il periodo dell’amministrazione Obama, questo tipo di guerra è stata svolta principalmente da un programma che prevedeva l’uso intensivo di piattaforme di combattimento robotiche (droni d’attacco) in zone di conflitto a bassa intensità come la Somalia, il Pakistan settentrionale, il Sahel e altrove.

Nei giorni scorsi, le banche dati di tutti i cittadini russi che hanno o hanno avuto un numero di cellulare sono state utilizzate nell’ambito di un programma dedicato, supervisionato da una filiale del Dipartimento di Stato, per la trasmissione di SMS / Bundled MMS contenenti documenti ( fotografie e video) del massacro di Bucha in Ucraina, attribuendolo alle forze russe ma anche elementi di guerra psicologica che minano le narrazioni russe ufficiali e alternative a beneficio della narrativa ufficiale statunitense.

Guerra Ibrida di V generazione

Questo uso mostra che le capacità di guerra psicologica asimmetrica degli Stati Uniti sono riuscite a utilizzare le infrastrutture degli operatori mobili con sede in Russia eludendo i dispositivi di controllo per rivolgersi direttamente alla popolazione russa tramite telefoni cellulari. Questo è solo il primo passo. Il secondo sarà l’invio di video personalizzati adattati all’humus culturale locale di ciascuna etnia della Federazione Russa.

Questi metodi consentiranno presto a un capo di stato straniero di parlare direttamente alle popolazioni di un altro stato in modo attivo e probabilmente interattivo. L’Internet delle cose e i sistemi scalabili come Starlink rappresentano in questo preciso contesto una posta in gioco importante nelle prossime guerre psicologiche e informative.

Fonte: Strategika 51

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM