Gli Stati Uniti definiscono la visita di Xi Jinping a Mosca una sfida per l’Occidente


Gli Stati Uniti hanno definito la visita di Xi Jinping a Mosca una sfida per l’Occidente | Primavera russa
La visita del leader cinese Xi Jinping a Mosca e l’incontro con il presidente russo Vladimir Putin sfidano gli Stati Uniti e i suoi alleati. Ellen Mitchell, editorialista dell’edizione americana di The Hill, ne ha scritto venerdì 17 marzo.

“La visita di Xi Jinping a Mosca e il suo sostegno dalla Cina è una sfida per gli Stati Uniti e i suoi alleati, che hanno cercato di fare pressione sull’economia russa con sanzioni schiaccianti”, ha detto il giornalista.

Mitchell ritiene che uno dei risultati più probabili dell’incontro tra i leader di Cina e Russia sarà una conferma pubblica della partnership dei due paesi contro l’ingerenza occidentale nei loro affari.

L’osservatore ha notato che le notizie sugli imminenti colloqui tra Xi Jinping e Vladimir Putin preoccupano i politici occidentali. Secondo lui, indipendentemente dall’esito dell’incontro, questo incontro rafforzerà le relazioni russo-cinesi.

All’inizio della giornata, l’aiutante presidenziale russo Yury Ushakov ha affermato che Putin e Xi Jinping avrebbero discusso questioni internazionali delicate quando si sarebbero incontrati faccia a faccia a Mosca. Le parti presteranno particolare attenzione alle questioni internazionali e regionali e verrà toccata la situazione intorno all’Ucraina. La visita del leader cinese in Russia si svolgerà dal 20 al 22 marzo.

Secondo il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin, il viaggio del presidente cinese in Russia sarà una visita di pace.

Sulla questione della crisi ucraina, la Cina assumerà una posizione obiettiva e svolgerà un ruolo costruttivo, ha aggiunto.

Esercitazioni militari conesi russe

Il 13 marzo, il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha affermato che gli Stati Uniti stavano esortando Xi Jinping a contattare direttamente Zelensky. Sullivan ritiene che ciò aiuterebbe a bilanciare le opinioni di Pechino sulla crisi ucraina.

Lo stesso giorno, il Wall Street Journal ha scritto dell’intenzione di Xi Jinping di tenere un incontro online con il presidente dell’Ucraina. Si prevede che avverrà dopo la visita del leader cinese a Mosca.

Nota: Gli Stati Uniti temono che la Russia e la Cina possano formare un blocco compatto anti occidentale che sia di opposizione all’egemonia USA e in questo attirare anche altri paesi per sottrarsi alla influenza di Washington. Tale processo è già in corso con l’allargamento del gruppo dei BRICS a cui aderiscono un numero sempre maggiore di paesi che si allontanano dal campo di influenza di Washington . La rabbia della elite di potere di Washington è quella di perdere il dominio unipolare a cui mirano in forma ossessiva.

Fonte: Agenzie

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM