"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Gli Stati Uniti continuano a minacciare la Siria

di  Luciano Lago

Non soddisfatti circa i risultati dell’ultimo bombardamento sulla Siria, Washington e i suoi alleati continuano a proferire minacce contro il Governo di Damasco.
L’ultimo di questi avvertimenti minacciosi in ordine di tempo è stato quello del vicepresidente americano Mike Pence il quale ha elogiato il recente attacco missilistico contro Damasco, condotto da Stati Uniti, Regno Unito e Francia, ed ha avvertito che il governo di Damasco avrebbe un “prezzo da pagare” se dovesse lanciare nuovamente un attacco con armi chimiche, come ha riferito la Reuters.

Successivamente, Pence ha criticato l’atteggiamento russo nei confronti del conflitto in Siria e ha invitato Mosca a prendere le distanze dal governo di Damasco, durante un’intervista con la CBS News TV. Il vicepresidente degli Stati Uniti ha persino ritenuto la Russia responsabile per il presunto “fallimento” dell’accordo del 2013 per la distruzione delle armi chimiche siriane.
“Il nostro messaggio alla Russia è che sei dalla parte sbagliata della storia … È tempo che la Russia ottenga il messaggio che il presidente Trump ha consegnato la scorsa notte. Che ti fai conoscere dalla compagnia che hai “, ha detto Pence a CBS News. Vedi: US Vice President Warns Of Further Strikes On Syria,…

Quindi sono gli statunitensi, secondo Pence , ad essere “dalla parte giusta della Storia” come risulta dalle carneficine da loro provocate con le guerre scatenate da Washington in Iraq, in Libia, in Afghanistan , nella ex Jugoslavia ed in Siria mediante l’utilizzo dei loro mercenari armati e finanziati dagli USA e dall’Arabia Saudita. Sono sempre gli USA dalla parte giusta della Storia perchè si sa che loro “portano la democrazia”, esportano il progresso ed il sistema degli interessi americani anche ai paesi che ne farebbero volentieri a meno.

Quanto al “farsi conoscere dalla compagnia che hai” questa è una perla che consente agli osservatori di riconoscere gli USA per le “splendide compagnie” che da tempo frequentano, come quella della monarchia dell’Arabia Saudita, lo stato canaglia del Golfo Persico che sta conducendo il genocidio nello Yemen e che finanzia e sostiene tutti i gruppi terrorististi islamici in Medio Oriente ed in Africa o come i dittatori sud americani da Somoza a Batista e Pinochet, in Latino America, il loro “cortile di casa” , come i Marcos nelle Filippine, tutti gli altri personaggi, dittatori e torturatori, sempre appoggiati dagli USA e frequentatori dell’establishment di Washington.

Le “buone compagnie” dei presidenti USA

Pence non è stato l’unico funzionario USA a minacciare il governo di Damasco con ulteriori azioni militari. Nikki Haley, ambasciatore degli Stati Uniti presso l’ONU, ha dichiarato, durante una sessione del Consiglio di sicurezza dell’ONU il 14 aprile, che gli Stati Uniti sono “fermi e determinati” e risponderanno a qualsiasi attacco chimico in futuro in modo simile .

In pratica i rappresentanti dell’establishment USA fanno sapere che ogni qualvolta gli USA vorranno bombardare la Siria potranno disporre di far preparare un’altra provocazione con armi chimiche rifornendo i “caschi bianchi”, gli agenti al loro servizio, che potranno imbastire un’altra montatura che farà da pretesto a nuovi bombardamenti sulla Siria. Un reale incentivo al lavoro dei terroristi che necessitano dell’appoggio aereo di Washington e dei suoi alleati.

La realtà è un’altra ed è inutile girarci attorno: gli Stati Uniti, nella loro politica di dominio globale, sono rimasti scottati per la resistenza ostinata del popolo e dell’Esercito siriano che non hanno accettato di piegarsi alla loro egemonia ed alla pretesa di fare della Siria un paese smembrato e sottoposto al califfato saudita. La Siria ed il suo popolo da sette anni combattono con le armi in pugno contro i mercenari inviati da Washington e da Rijad e, con l’aiuto della Russia e dei suoi alleati, hanno dimostrato che all’Impero si può resistere costituendo un esempio pericoloso per gli imperialisti USA ed i loro lacchè nel mondo.

La rabbia e la frustrazione guidano quindi le azioni dell’Establishment USA che non sa darsi pace fino a quando non riuscirà a soggiogare la nazione ed il popolo siriano.
La resistenza delle Siria rappresenta oggi la resistenza dei popoli contro le aggressioni imperialiste, un esempio ed una lezione morale per tutto il mondo.

*

code

  1. Eugenio Orso 5 giorni fa

    Speriamo che la Russia resti saldamente “dalla parte sbagliata della storia” e non ceda di un millimetro alle canaglie neocapitaliste.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 5 giorni fa

      OTTIMO!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. atlas 4 giorni fa

      se c’è una cosa che riconosco ai cristiani è il terzo segreto di Fatima (che non peraltro è il nome della Figlia di Muhammad)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenio Orso 5 giorni fa

    Come molti di voi, mi onoro di essere “dalla parte sbagliata della storia”(questa è grossa!), perché da una simile prospettiva si osserva con chiarezza ciò che effettivamente sono la democrazia occidentale, il libero mercato globale, i “diritti umani”, i “dittatori”, il “progressismo”, i diritti della lobby lgbt,le “guerre umanitarie”, eccetera …
    Solo gli idiotizzati e i farabutti sono, oggi, dalla “parte giusta”.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Geometrio 5 giorni fa

      Chiaramente una visione preconcettiale non può che accompagnare quei primitivi nord americani.Io non mi aspettavo da loro una linea difensiva che non fosse una aggressione verbalizzata. Fate caso alla paurosa somiglianza con le dichiarazioni lavacervello del governo sionista e molte notizie dei tg nostrani. il tono perentorio, una sintesi quasi perfetta , La divisione in due categorie tra soggetto e c.o. , il sottointendimento dell annunciatore alla appartenenza del gruppo che si presenta nel giusto….. insomma c’è uno studio con uno schema applicato che rivela una stessa fonte. Chissà se in Russia l apparato giornalistico usa la stessa?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eugenio Orso 5 giorni fa

        Se vogliamo, anche per le presstitute italiane la fonte è la stessa …
        Non me ne stupisco, perché viviamo in un paese occupato, retto da collaborazionisti anti-nazionali.
        Inoltre, tutto ciò mi ricorda il format del reality, prodotto da un’unica società che lo vende a vari paesi nel mondo, con le dovute “personalizzazioni” … Il “prodotto” è sempre lo stesso.

        Cari saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Tania 5 giorni fa

        Tutti commenti che mi piacciono molto, condivido anche questo, altroché!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tania 5 giorni fa

      Eugenio Orso, grande.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Eugenio Orso 5 giorni fa

    Per quanto riguarda le minacce usa reiterate alla Siria, credo che ciò dipenda dal fatto che questi attacchi pirateschi alla nazione martire, non essendo risolutivi, non provocano la reazione russa (per il senso di responsabilità e l’autocontrollo di Putin), sono limitati ad obbiettivi non strategici, anche se falliscono perché la gran parte dei missili è abbattuta gli usa possono sempre dichiarare, propagandisticamente, di aver raggiunto gli obbiettivi e continuare su questa strada …
    Sono azioni di disturbo che si ripetono quando i successi degli uomini di Assad, nella liberazione della Siria, diventano troppo evidenti (e insopportabili per le canaglie usnato).

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dario 5 giorni fa

      Io mi chiedo solo quando la storia inizierà a giudicare secondo verità. Se pensiamo che dopo 15 anni la fake news di Colin Powell sulle armi di Saddam, anche se ormai risaputa e comprovata, non ha ancora portato gli Usa dalla parte che gli spetta nella storia, chissà quando dovrà ancora passare affinché la storia ci veda bene! Anche se ho i miei dubbi… Guardiamo il Regno Unito che dopo secoli di sangue e barbarie ancora non sta dalla parte che gli spetta! Una cosa sola è vera: la storia la fanno i vincitori, che siano dalla parte giusta o sbagliata, poco importa!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tania 5 giorni fa

      Quoto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cristina Agnello 5 giorni fa

    Forza Siria !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. redfifer 5 giorni fa

    Se quel Dio che tutti nel mondo invocano fosse realtà e non inganno, allora si che scomparirebbe l’America e chissà quanti altri inganni… e la ‘storia’ prenderebbe si tutt’altra piega Mr. Pence dei miei stivali

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 giorni fa

      il Sabato o è dei giudei o è Fascista, non può essere dell’uno o dell’altro contemporaneamente. E Iddio non paga il Sabato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Eugenio Orso 5 giorni fa

    Permettetemi ancora una piccola riflessione.
    Con l’incursione in Siria, gli usa potrebbero aver colto, almeno temporaneamente e provvisoriamente, due obbiettivi:
    1) Trump ha spostato l’attenzione dell'”opinione pubblica” da altri temi che lo riguardano dierttamente (inutile elencare, li conosciamo e sono imbarazzanti).
    2) Gli usa hanno ricompattato la nato, non solo per la partecipazione all’atto illegale di macron e may, ma anche per l’assenso dell’infame erdogan …
    Naturalmente, in negativo vale quanto segue:
    a) Hanno mostrato il loro vero volto, letteralmente orinando sulle Relazioni Internazionali e distruggendo i simulacri di legalità internazionale ancora in piedi.
    b) Hanno compattato e rinsaldato ancor di più l’Alleanza del Bene fra Russia, Siria, Iran, Hezbollah e compattato ancor di più i siriani nella difesa del loro paese.
    c) Hanno mostrato – per chi vuole e può vedere – che l'”attacco con armi chimiche” è un’atroce beffa (quanto le armi di distruzione di massa di Saddam), bombardando prima che arrivino gli ispettori internazionali ad accertarne la veridicità e i responsabili.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 giorni fa

      Orso concordo su tutto…attenzione però a definire infame Erdogan, credo che nessuno si offenda, ma lui è lì per cacciare ameri cani e pure francesi

      dai su

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 4 giorni fa

        Hai mai sentito parlare di cerchiobottismo??
        T’ho già detto che sei il parcheggiatore abusivo dei blog.. ed ogni giorno confermi il tuo basso profilo..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 3 giorni fa

          no, però ho sentito parlare di un genovese alla Fantozzi con la pancia gonfia dalle botte simile al cerchi del silos di un granaio e la sua donna ubriaca dei vini da sogno di montecarlo e del gran casino che fa per avere soddisfazione sessuale. Poveretta sbraita, non ce la fa più a vivere con un fallito come te. E portala da me che vediamo cosa si può fare…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. claudio 3 giorni fa

            Da te… ahahahah.. e perchè mai dovrebbe scambiare gli occhi con la coda?? Eppoi mica fa la zoccola come le tue 2 mogli tunisine, non è che si vende al primo che passa per 5 euro come fanno le tue… rifletti, essendo tu un ciabattaro mussulmano ed avendo più mogli di sicuro hai più corna te che una cesta di lumache.. io non ti invidio proprio, falce e pisello..

            Mi piace Non mi piace
  7. Horus 5 giorni fa

    Il pentagono voleva vedere che armi aveva la Russia per abbattere i suoi missili (glielo chiedeva bibi perche loro hanno paura dei missili,vedi quelli di Saddam…). Dovrebbero temere di piu quelli dell Iran sempre puntati su di loro,ma non diciamolo perche si capirebbe perche gli Usa nicchiano ad attaccarli.Potrebbero perdere la loro base in MO.E allora si capirebbe molto di piu circa i palestinesi vittime non di uno ma di due farabutti.
    Putin non gli ha mostrato nulla. Per cui manderanno ancora missili in Siria,forse di piu.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Tania 5 giorni fa

    Tu sei bello tranquillo a casa tua, arriva uno, e ti dice, fuori subito, smamma, in casa tua non ci puoi più stare.

    Minimo gli ridi in faccia, e chiudi la porta sul suo naso, nel caso chiami i carabinieri, ma lui ti dice sono americano, e anche israeliano, e anche francese, e anche inglese, e anche “europeo della UE, e allora capisci tutto, hai davanti la CUPOLA MONDIALE DELLA MAFIA…
    Il lerciume morale, brutale, senza empatia, solo MALE, ecco il pianeta con chi deve fare i conti ogni santo giorno!
    C’è addirittura chi condivide quanto questa feccia criminale e canaglia fa al mondo, poi ci sono gli indifferenti…
    Tutti complici della feccia mafiosa per eccellenza, e tutti responsabili della fine che faremo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Massimo 5 giorni fa

      Cerca questo video è inglese solo 56 secondi
      https://m.youtube.com/watch?v=e3JgMVNNtEE

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ' dura parlare con i pazzi 5 giorni fa

    la Bibbia parla dei 4 cavalieri dell’Apocalisse, Israele, USA, Francia, UK. Loro vogliono la morte, sono fatti per fare questo.

    Vogliono il dominio totale e completo del pianeta Terra, uccidendo e razziando senza pietà per averlo.
    Ma, un momento, ohibò, sono proprio i 4 PALADINI DELLA DEMOCRAZIA, proprio quelli che criticano gli altri di essere dei prepotenti.

    Ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    Ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    Ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah

    Sono pazzi…

    E’ dura parlare con i pazzi, non ci vuole un esercito con le armi, ma un esercito di psichiatri di buona qualità…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ' dura parlare con i pazzi 5 giorni fa

    L’umanità ostaggio di pazzi criminali, non siamo messi bene…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ' dura parlare con i pazzi 5 giorni fa

      Capisco, ho esagerato, mi sono lasciata prendere la mano dalla verità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. The roman 5 giorni fa

    La parte sbagliata della storia. Quella parte fatta di uomini che da sempre rifiutano il guinzaglio giudaico. Quella storia gloriosa di uomini liberi che vogliono vivere in pace , nella propfia nazione tra i propri simili . Quella storia fatta di uomini che vogliono regolare i propri scambi con la loro moneta, che rigettano l’usura e favoriscono il lavoro. Quella storia fatta di uomini che tenfono la mano al loro fratello e difendono la loro comunità dallo straniero invasore e parassita. La Storia ,quella vera senza infingimenti e manipolazioni e ‘ dalla nostra parte , sbagliata per i servi di questo lercio sistema usurocratico , ma giusta , addirittura santa per chi crede che il valore di un uomo non è nella ricchezza che possiede , ma nella fedeltà al proprio sangue ed alla verità. SE DICE CHE CHI HA L’ORO SIA UN SIGNORE. PE’ MME NUN CONTA L’ORO , CONTA ER CORE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 giorni fa

      grazie di esistere, ‘forse’ qualcuno degli italici si salverà. Gli altri tutti a scrivere e a giocare con il telefonino

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Tania 5 giorni fa

    la Bibbia parla dei 4 cavalieri dell’Apocalisse, Israele, USA, Francia, UK. Loro vogliono la morte, sono fatti per fare questo.

    Vogliono il dominio totale e completo del pianeta Terra, uccidendo e razziando senza pietà per averlo.
    Ma, un momento, ohibò, sono proprio i 4 PALADINI ufficiali della Democrazia, proprio quelli che accusano continuamente gli altri di essere dei prepotenti, perbacco che facce toste.

    Il potere che inebria, sono già ricchi, non lo fanno per la sopravvivenza, per legittima difesa…

    E’ dura parlare con portatori gravi della sindrome da accumulo compulsivo, non ci vuole un esercito con le armi, ma un esercito di psichiatri di buona qualità…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 giorni fa

      papa imbroglio che dice ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Tania 5 giorni fa

    L’umanità ostaggio di pazzi criminali, non siamo messi bene…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Tania 5 giorni fa

    Si vive una volta sola e con gli ebrei mai che puoi stare tranquillo, ma si bevano una bella cioccolata, si mettano sereni, possibile che la loro storia debba essere tanto influente per la vita dell’intero pianeta? Ma vadano a farsi fottere, vadano su un altro pianeta, ne ha il loro Dio di pianeti, hai voglia, li ha tutti! Ecco, metta a disposizione di questo popolo incapace di vivere con gli altri un bel posticino il più possibile lontano da noi, eh, PER FAVORE! GRAZIE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 5 giorni fa

      Facciamo un mantra… Ebrei, trovatevi un altro pianeta, andate a rompere le balle altrove… Ommmmmmmm

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Citodacal 5 giorni fa

        Un consiglio sincero, Tania: non mescoli i mantram – nemmeno il loro concetto – con questo genere di cose; sono elementi seri che appartengono a un ordine ontologico ben più ampio e illimitato del contingente; chi li mescola e li impiega volontariamente in modo meramente psichico desacralizzandoli (1), ne sia pienamente consapevole oppure no, agisce poi come stanno facendo i nostri “amici” che vogliono papparsi la Siria per questioni di dominio personale sulla Materia (poiché finisce dominato dalla stessa Materia che intendeva dominare per fini personali): gli andrà bene finché non si troverà innanzi la Spada fiammeggiante del Cherubino che chiederà conto dell’abuso: e quel “momento” è fuori dal tempo fisico, così come il Cherubino esula dal senso dell’individualità umana. Non si gioca coll’Invisibile: si fa del male e ci si fa molto male.

        (1) Pubblicità sfrenata, stampa d’accatto e persuasione occulta ne sono palesi esempi: diversamente dal ripetere con dedizione il Nome di Dio, la ripetitività ossessiva e mal finalizzata di elementi profani non fa che calcare ulteriormente nella dimensione densa, con tutto quel che ne consegue come affievolimento della luce dell’Intelletto: è il cosiddetto “capovolgimento”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Stefano radi 5 giorni fa

    Questi usa “che sono dalla parte giusta della storia” sono quelli che hanno colonizzato un enorme territorio con l’imbroglio e la violenza. Che hanno fondato la loro opulenza economica con due guerre mondiali, loro si, “gasando” civili inermi ed inoffensivi ad Hiroshima e Nagasakhi, perrdendo due guerre in Asia dopo aver procurato lutti, distruzioni e miseria morale e materiale e, per quanto ci riguarda, dopo aver imposto la carta straccia dollaro a tutti noi come unica moneta di scambio internazionale con gli accordi di Bretton Woods. Chiunque abbia tentato i sottrarvisi e’ morto. Ora e’ tempo che quel Paese ritorni ad essere cio’ che dovrebbe essere sempre stato : una colonia popolata da avventurieri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 5 giorni fa

      Prima ancora di Hiroshima e Nagasaki hanno “gasificato” – “con l’imbroglio e la violenza”, come appropriatamente Lei rammenta – i nativi americani coll’ “acqua di fuoco”.
      Ed ora uno degli orizzonti “culturali” di coloro che, da ambedue le sponde dell’oceano, discutono ad esempio di Islam moderato è quello che vorrebbe un Islam del tutto compiacente ad alcol, pornografia, stupefacenti, consumismo sfrenato, estremo liberalismo dei costumi (a leggersi: fateunpocomecazzovipare) ed altri “atout” che dovrebbero corrispondere alla libertà d’una società civile moderna (ed evidentemente “moderata”)…
      (poi si viene a sapere che gli integralisti islamici, quelli che spianano i viali affollati coi tir dimenticandosi la c.i sul cruscotto o si fanno saltare in aria imbottiti di C4, sono ampiamente dediti ai suddetti ammennicoli di libertà “moderata”: hanno la deroga spirituale, dicono; bene, tutti in deroga, allora! Così, bello riempito di alcol etilico, vado a piazzare il plastico sulla porta del vicino di casa che mi sta tanto sulle palle, attendendomi una ricompensa eterna)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 4 giorni fa

        non esiste l’islam moderato. E nemmeno quello radicale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tania 5 giorni fa

      Stefano, mi piace, mi piace, mi piace, scritto mille volte…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. claudio 5 giorni fa

    Ringraziando Iddio sono dalla parte ” sbagliata ” della storia fin dal giorno della mia nascita..
    ma la domanda che continuo a farmi è: quindi?? Che dobbiamo fare in siria?? Si aspettano bombardamenti saltuari sul paese a patto che non colpiscano i russi?? Possibile che anche putin venga fermato dalle parole?? Io un paio di navi o di aerei glieli avrei fatti cadere, come i denti, giusto perchè si ricordassero di non tornare a rompere le scatole.. tra idlib e jarabulus abbiamo ancora decine di migliaia di terroristi in siria, il che vuol dire che ci vorrà ancora almeno un anno prima di far tornare tutti gli sfollati in casa propria o quel che resta.. nel frattempo andiamo avanti con questa musichetta?? Non è accettabile, bisogna rispondere.. ho visto che qualcuno ha ripreso la mia previsione di copertura dello spazio aereo libanese.. condidero la cosa una priorità assoluta.. putin deve schierare l’essrcito in libano quanto prima..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 4 giorni fa

      il silenzio mette paura. Putin fa i fatti, non li sbandiera ai 4 venti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Dario 5 giorni fa

    Beh non mi dispiacerebbe, visto ci perdo del tempo, che anche i miei commenti fossero pubblicati! Se fate preferenze o distinzioni ditelo apertamente, almeno mi evito di sprecare il mio tempo a scrivere commenti su questo sito. Giusto per chiarezza!
    Visto sporadicamente mi permetto di esprimere qualche concetto in questa sede, ma sistematicamente nulla viene pubblicato. E così non mi sta bene e so per commenti letti di non essere l’unuco. Comunque non é bello questo modo di fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 4 giorni fa

      Dario ci dispiace ma i suoi commenti, n.s malgrado, erano rimasti bloccati come spam. Abbiamo provveduto a sbloccarli tutti e non ci dovrebebro essere più problemi.

      Un cordiale saluto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Manente 5 giorni fa

    In altre parole Pence sta dicendo che in qualunque momento gli usa-israello possono organizzare un’altra false flag chimica palesemente inventata che li autorizzerà a bombardare nuovamente la Siria in spregio ad ogni diritto e senza alcuna prova ! Una minaccia mafiosa in stile Al Capone che Russia e Cina farebbero bene a prendere molto, ma molto sul serio e se Putin e Xi Jinping devono mettere in atto delle ritorsioni contro questi gangsters, che siano di natura politica, macro-economica o militare magari piazzando dei missili a Cuba ed armando fino ai denti il Donbass, lo Yemen, la Corea, l’Afaganistan e qualunque altro nemico dell’asse del male, bene farebbero a non pensarci un minuto di più !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Idea3online 5 giorni fa

      Parlare di Ebrei solo osservando il seme del Serpente è voler dimenticare Adamo ed Eva, oppure Abele, da Adamo ed Eva tutti discendiamo, se Dio avesse fatto la terra povera di prodotti e povera di varietà nessuno avrebbe desiderato più del necessario, ma la conoscenza del Bene e del Male, del Seme della Donna e del Seme del Serpente, degli Ebrei che non riconoscono Cristo e di quelli Santi, come dimenticare Abramo su cui si basano le religioni più diffuse…e Davide…Salomone…..e Gesù…certo dimenticavo Darwin sulle cuoi teorie i più scaltri hanno speculato, sino a sostituire ad Adamo ed Eva con organismo unicellulari che piano piano si modificano sino a diventare non Adamo ed Eva, ma scimmiette..ma torniamo a Dio, ha creato Adamo ed Eva, quella dell’Evoluzionismo è una fake news dell’Illuminismo, che ha illuminato gli illuminati con la Ragione….ma Melchisedec era il primo Re di Gerusalemme, e incontrò Abraamo, in seguito divenne Re Davide…ma prima dell’Esodo di Mosè erano territori abitati da altre Nazioni…..per concludere Dio non piace a nessun essere umano, oppure piace a pochi, le sue norme sono restrittive, Dio avendo perso tutti gli uomini…..ma un uomo semplice amò Dio, si chiamava Abraamo, Dio sperò ancora e fece un Patto con lui, Dio desiderava che degli esseri umani lo amassero, ma Israele spesso o quasi sempre non amò Dio, ma la Promessa fatta ad Abraamo ancora è valida è stata fatta circa 3800 anni fa oppure circa 4 giorni fa se consideriamo il Tempo come Eternità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace