Gli Stati Uniti chiedono all’Europa di unirsi nella loro guerra contro la Russia


di  Eric Zuesse

Negli ultimi decenni, la clausola della Costituzione degli Stati Uniti che richiede una dichiarazione di guerra del Congresso prima di invadere qualsiasi paese, è stata ignorata. Inoltre, sin dal 2012 e dal passaggio al Congresso alle sanzioni del Magnitsky Act contro la Russia, sono state imposte sanzioni economiche da parte del governo degli Stati Uniti contro qualsiasi azienda che non rispetta una sanzione economica imposta dagli Stati Uniti; un’azienda può persino essere multata per oltre un miliardo di dollari per aver violato una sanzione economica statunitense.
E così accade che le sanzioni sono attualmente il modo in cui il Congresso degli Stati Uniti autorizza effettivamente una guerra – il nuovo modo, non più come descritto nella Costituzione degli Stati Uniti.

Tuttavia, nella fase delle sanzioni economiche di una guerra – questa in fase iniziale – la guerra viene imposta direttamente contro qualsiasi compagnia che viola una sanzione economica ordinata dagli Stati Uniti, contro la Russia, l’Iran o qualunque altro paese bersaglio del Congresso degli Stati Uniti, attraverso il mezzo di tali sanzioni, in realtà autorizzano una guerra da parte degli Stati Uniti – per giustificare uno ‘stato di guerra già esistente.

Per il Congresso degli Stati Uniti, il passaggio delle sanzioni economiche contro un paese serve in questo modo ora come un’autorizzazione al presidente degli Stati Uniti per ordinare alle forze armate statunitensi di invadere quel paese, se e quando il Presidente deciderà di farlo. Nessuna ulteriore autorizzazione del Congresso è necessaria (eccetto che con la Costituzione degli Stati Uniti). Questa fase iniziale di una guerra penalizza solo le compagnie che violano le sanzioni verso altre nazioni direttamente, non il paese di destinazione. Sebbene il governo degli Stati Uniti punisca la società che effettuano la violazione, l’obiettivo reale è il paese bersaglio (sanzionato).
Le sanzioni vengono usate per strangolare il paese che risulta l’obiettivo. Le compagnie multate sono meri “danni collaterali”, in questa fase della nuova guerra americana. In tale escalation, che è ora la prima fase standard dello stato di guerra deciso dal governo degli Stati Uniti, il governo USA sta obbligando le multinazionali a unirsi alla guerra economica americana, contro un dato paese preso di mira – in questo caso, è una guerra contro la Russia; La Russia è il paese che il governo degli Stati Uniti vuole strangolare, in questo caso particolare.

US announces new sanctions against Russia

Martedì 11 dicembre, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha votato all’unanimità (nessun membro ha obiettato) , con il voto vocale – non registrato in modo che nessuno possa in seguito essere incolpato di nulla – che il presidente Donald Trump dovrebbe imporre sanzioni, che potrebbero ammontare a miliardi di dollari, contro qualsiasi società con sede nell’UE che partecipa con la Russia nel gasdotto Nord Stream II in Russia per fornire gas all’Europa. Questa “Risoluzione”, H.Res.1035, si intitola “Esprimendo opposizione al completamento di Nord Stream II, e per altri scopi”, e si chiude affermando che la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti “sostiene l’imposizione di sanzioni nei confronti di Nord Stream II ai sensi dell’articolo 232 del Countering America’s Atversers Through Sanctions Act. “Senza alcun obiezione da parte dei membri, la US House in tal modo mette in guardia le società affinché cessino di fare affari con la Russia, perché il governo degli Stati Uniti è determinato che tali attività saranno risolte e verranno anche multate.
Il governo degli Stati Uniti impone la sua volontà come se fosse il dittatore di tutto il mondo, e senza nemmeno bisogno di usare i suoi mezzi militari, ma solo con la coercizione economica.

Il Senato degli Stati Uniti non ha ancora un disegno di legge simile, ma il passaggio unanime di questo alla Camera costituisce un forte avvertimento per le società europee, che a meno che non obbediscano alle sanzioni statunitensi, saranno loro inflitte pesanti sanzioni finanziarie. Non ci sono molte questioni su cui il Congresso degli Stati Uniti è addirittura quasi del 100% unito in accordo, ma durante questa fase, la fase introduttiva, della guerra americana contro la Russia, la guerra contro la Russia è certamente tra quelle poche istanze – interamente bipartisan.

Secondo RT, il 12 dicembre ° , headliner “legislatori degli Stati Uniti vogliono mettere un tappo di sughero sul gasdotto russo verso l’Europa” : “Lunedi ‘, gruppo energetico OMV austriaca CEO Rayner Zele ha dichiarato che l’azienda è destinata a continuare il finanziamento del gasdotto prossimo anno OMV ha già investito circa 531 milioni di euro (607 milioni di dollari) nel progetto, ha detto Zele a Ria Novosti. All’inizio di dicembre, il ministro degli esteri tedesco Heiko Maas ha anche affermato che l’abbandono del progetto di Berlino non avrebbe avuto senso, visto che quello con la Russia sarebbe ancora in corso. La Germania in precedenza ha rimproverato le critiche di Trump al progetto dopo che il leader americano ha accusato Berlino di essere la Germania un “prigioniera” di Mosca, citando la presunta dipendenza della Germania dal gas naturale dalla Russia “.

Se il governo degli Stati Uniti non riesce a strangolare le economie di paesi come la Russia e l’Iran contro cui ha imposto sanzioni, allora il prossimo passo, ovviamente, sarebbe un qualche tipo di invasione armata di un determinato paese preso di mira. Prima che gli Stati Uniti invasero l’Iraq nel 2003, le sanzioni economiche americane uccisero da 100.000 a 500.000 bambini iracheni , ma poi gli Stati Uniti invasero e distrussero il paese molto più di quanto avevano fatto con le sanzioni .

Proteste contro le sanzioni UISA

Le sanzioni economiche sono un tentativo di costringere un paese designato – in effetti – ad arrendersi, ma senza bisogno di usare un’invasione militare come mezzo coercitivo. Qualsiasi paese sanzionato è quindi nella mira dei bombardamento americani, e sarà conquistato in un modo o nell’altro, a meno che il governo americano non appoggi una soluzione diversa, ad un certo punto.

Secondo il più ampio studio mai fatto delle basi militari statunitensi in tutto il mondo , ci sono nel mondo oltre un migliaio di queste basi, e questo è un enorme multiplo di tutte le basi militari non statunitensi messe insieme. Questo studio è stato pubblicato nel 1995. Molte nuove basi militari statunitensi sono state costruite e presidiate dal 1995, come alcune decine in un solo paese, la Siria, dove il governo sovrano non le ha mai invitate e molte volte ha ordinato loro di andarsene, ma gli USA rifiutano di andarsene. Attualmente, il governo degli Stati Uniti spende più della metà di tutti i fondi che vengono spesi in tutto il mondo per le forze armate.

Per quanto riguarda il gasdotto Nord Stream II, i beneficiari, se questo gasdotto non viene mai completato e messo in servizio, saranno i produttori americani di gas naturale liquefatto (GNL) e anche gli alleati americani come l’Arabia Saudita e Israele. La Terza Guerra Mondiale potrebbe effettivamente iniziare come risultato del fatto che il governo USA sta servendo i produttori di combustibili fossili degli Stati Uniti (e dei loro alleati) al di sopra di tutte le altre preoccupazioni riguardanti non solo il riscaldamento globale, ma anche la stessa pace mondiale.
Questi sono gli interessi reali della dirigenza di Washington che sono, in effetti, in guerra contro il mondo intero. Questa non è una manifestazione di una opinione: è un fatto consolidato e ben dimostrato. È la realtà risulta stragrandemente documentata.

Fonte: Strategic Culture

Traduzione: Luciano Lago

13 Commenti

  • Piero
    16 Dicembre 2018

    Il fatto è che l’Irak è stato invaso in un periodo in cui gli usa erano forti militarmente, in più gli irakeni non avevano difese aeree e sopratutto non erano una potenza nucleare e non ostante questo hanno perso. Dichiarare una guerra alla Russia e/o alla Cina è tutt’altra cosa. I tedeschi e l’Europa hanno cominciano a stufarsi delle imposizioni degli anglonazisionisti e questi ultimi tentano in ogni modo di intimorirli ma sanno bene che non possono dichiarare una guerra che porterebbe alla fine degli stati uniti stessi, perciò bleffano, come hanno sempre fatto negli ultimi tempi. Perchè non hanno attaccato l’Iran o la Cina o la Corea del Nord?

  • amadeus
    16 Dicembre 2018

    La parte malata dell’america vuole a tutti i costi portare la guerra sul suolo europeo contro la Russia, d fronte a questa minaccia di veder distrutto il suolo europeo per gli interessi insaziabili dell’america e di risparmiare il territorio americano dalle bombe Russe, si perché 80% delle bombe cadrebbero in europa riducendola peggio di Dresda, a questo punto i popoli e i governi europei dovrebbero tirare fuori tutta la loro saggezza e far capire ai sionisti di rinunciare a questo folle progetto e di non insistere in questa direzione, altrimenti si potrebbe decidere si di fare una guerra, ma contro di loro, che minano costantemente la pace nel mondo con i loro criminali pianii di conquista a spese dei popoli europei.

    • atlas
      16 Dicembre 2018

      dove la vedi una parte ‘sana’ degli usa…i suprematisti bianchi di max tuanton ? Se sono sani quelli Ilona Staller è vergine

  • Max Tuanton
    16 Dicembre 2018

    L’america invade LA Russia ? LA Russia che e’ LA nazione piu grossa del mondo e che attaccando lei vuoldire ritrovarsi LA China xche’ LA China e’ comunista e’ legata alla Russia di Putin Putin ex spia comunista del KGB,se credete a ste fregnacce giornalistiche vuole dire che giulietto chiesa ha seminato bene ,ma roba da Matti va bene I’ll ceceno musulmano che impazza qui. , con lui pazienza e’ tarato e poi lui per chissa’ per chi lavorera magari per i circoncisi di danan di fes , ma voi anime Candide nuovi utenti dovete leggere studiare prima di fare dei commenti compulsivi ,le pippe pazienza ma I commenti no LA gente vi legge !!

    • angelo
      16 Dicembre 2018

      Anima candida sarai tu… O più facilmente ignorantello borioso con il cervello anestetizzato dai troppi Burger gonfiati da sostanze chimiche… Dalle balle dei tuoi idoli americani che seminano la pace nel mondo a suon di bombe.. E poi derubano… Che coprono l’Arabia Saudita che fa a pezzi gli oppositori, Israele che stermina i palestinesi, che costruisce bombe atomiche senza che nessuno osi parlare… Evviva la democrazia yankee modello di sopraffazione per l’umanità

    • atlas
      16 Dicembre 2018

      per te ci vuole il martello sulla cervice e la falce in mezzo alle gambe così la finisci di tentare d’inquinare il mondo. E LA SMETTI DI ROMPERCI I COGLIONI.

      • Sed Vaste
        18 Dicembre 2018

        Primo burger non ne mangio cerco di essere vegetarian secondo non ho l’eta’ ahime’ di unpischello terzo I’ll lusso e I’ll denaro li ho sempre disprezzati percio america e Israel’s possono pure sparire dalle cartine che mi farebbe solo piacere ,quarto non venitemi a dire del coglione xche’ siete voi che siete in una situazione da pieta compassione erano 7 anni che non tornavo li da voi siete Bangladesh anzi peggio finiti ,dovreste essere uniti e invece vi dividete in tribu come I Negri I’ll partito di qui di LA ‘ quando I’ll nemico irrompe in casa deve finire LA discordia tra italiani ,angelo- atlas fesso !

        • atlas
          18 Dicembre 2018

          italiano sei tu. Anche se la redazione mi censura averti scritto questo basta e avanza a farti duolere il fegato. Sentirsi italiani oggi è la cosa peggiore che ci possa essere

  • Monk
    16 Dicembre 2018

    Giudaici compassati squadristi non provocheranno nessuna guerra, la compagnia teatrale con un cast mondiale in tournèe per il globo a martellare miliardi di lobotomizzati..creare terrore per giocare dietro le quinte, sono tutti d’accordo a penetrare i deretani dei comuni mortali. Lo spettacolo continua

    • atlas
      16 Dicembre 2018

      abbiamo un’arma micidiale che ì lo sciopero generale a oltranza. Non col laborare, non alimentare la democrazia giudea. Ma si deve essere compatti e uniti nel rivendicare e pianificare. E le necessità che ci sono a Lecce non sono le stesse che vi sono ad Aosta. Siamo diversi. Molto diversi. Prima finisce questo casino di italia massone prima torneremo tutti al benessere.

      • Sed Vaste
        18 Dicembre 2018

        Monk mi lusinga vuol dire che qualcuno c’e’ ancora che ragiona non come I’ll beduino musulmano un impiastro unico sempre a sbavare su tuttosi vede che ha preso dai suoi cammelli

  • Mardunolbo
    17 Dicembre 2018

    I Serpenti Uniti, non dichiararono guerra al Giappone; fu il contrario. Perchè ? Perchè prima fecero di tutto, a livello economico, per strozzare il Giappone. la mossa finale Usa, fu di bloccare ogni conto giapponese negli Usa, per impedire ogni transazione commerciale. A quel punto, il Giappone, che aveva stretto i denti e cercato in ogni modo di resistere alle porcate americane, fu costretto alla guerra e cercò di devastare al massimo la base che gli Usa avevano in Asia: Pearl Harbour !
    Il resto, penso sia conosciuto. Ma non è ben conosciuto il fatto che si decise di colpire Hiroshima e Nagasaky con le atomiche per “testare” sul campo la potenza atomica, nonostante l’imperatore avesse chiesto la resa. Ma i Serpenti Uniti volevano la resa senza condizioni, quindi testarono le loro bombette preparate dal clan di scienziati giudei.
    Dove furono sganciate le bombe ? ma non fu difficile identificare le due città giapponesi dove si concentrava il PIU’ ALTO NUMERO DI CRISTIANI , (guarda caso !) e non avevano alcuna industria pesante militare. Ma era così bello testare le bombe preparate dai giudei che fu ancor più interessante testarle su città a prevalenza cristiana ! E così fu fatto.
    Ora, la situazione è molto differente ,ma la cocciutaggine giudea è proverbiale e si sa che negli Usa comandano loro, quindi fanno di tutto per mettere alle corde la Russia per cercare di spingerla là dove essa non vorrebbe. Speriamo solo che a quel punto, ci sia qualcuno che decida di finire realmente la storia dei Serpenti Uniti e si prema il bottoncino rosso . Finiremo buona parte arrosto, ma finiranno anche Serpenti Uniti e la nazion kazara rompiballe a tutto il mondo; ne sono certo.

  • Idea3online
    24 Dicembre 2018

    Il bello accadrà in Libia, se gli USA con la Turchia saranno ambigui, ad Ankara non conviene mordere la Russia attraverso la Siria, la Russia ripristinerebbe in Libia l’Ordine, ed esporterebbe in Caos in Europa. Erdogan è più fedele a Putin e non a Trump. Il primo gli ha salvato la vita…. gli USA volevano inviarlo nello Sceol. La Russia farà la sua mossa e vincerà, come dal 2014 ad oggi…..nel 2020 un settennio di vittorie per Putin. Nel 2020 probabilmente inizierà la fase HARD della Terza Guerra Mondiale. E dopo non ci saranno vincitori…..tutti vinceranno e tutti perderanno….

Inserisci un Commento

*

code