Gli Stati Uniti ammettono: la Russia ha il sopravvento

Di Karsten Riise

Per tutto il tempo, i media statunitensi hanno cercato di modificare e smentire la situazione in Ucraina per nascondere il progresso russo e dipingere la Russia come un perdente. Ora non possono più nascondere il successo della Russia.
I media statunitensi sono oggi costretti ad ammettere che l’offensiva russa ha avuto successo e ha il sopravvento in Ucraina, nonostante il massiccio appoggio fornito dalla Nato.

Il presidente Putin ha parlato da una posizione di relativa forza. Quest’anno le forze russe hanno respinto la controffensiva dell’Ucraina e ora stanno attaccando in diverse aree lungo la linea del fronte, mentre la produzione militare in Russia è in aumento.
Allo stesso tempo, l’Ucraina si trova ad affrontare alcune delle sfide più difficili della guerra, bloccata sul campo di battaglia e cercando urgentemente di utilizzare il sostegno occidentale.
Gli sforzi di Biden, Sullivan e dei media statunitensi per fornire nuovi pacchetti di denaro all’Ucraina attraverso il Congresso sono una truffa.

Finora nulla per l’Ucraina ha funzionato per gli Stati Uniti. Al contrario, la situazione per l’America e l’UE in Ucraina non ha fatto altro che peggiorare.

Gli Stati Uniti e la NATO hanno fornito all’Ucraina tutto ciò che avevano in termini di sostegno militare, finanziario e diplomatico. Tuttavia questo non ha aiutato.

Truppe ucraine resa

L’Ucraina è devastata, impantanata in colpi di stato e lotte intestine a Kiev e a corto di uomini da lasciare a morire al fronte.
Le scorte militari degli Stati Uniti e della NATO sono esaurite.

Le popolazioni occidentali non vogliono più vedere Zelenskyj né sentire parlare dell’Ucraina.

L’Occidente ha abusato dell’Ucraina nel tentativo di distruggere la Russia; invece, la Russia ne è uscita più forte che mai.
Che fiasco per l’Occidente.
Questa è la completa sconfitta morale, militare e politica degli Stati Uniti e dell’Occidente.

Poi viene Israele.

Fonte: Global Research

Traduzione: Luciano Lago

6 commenti su “Gli Stati Uniti ammettono: la Russia ha il sopravvento

    1. Fra i tre aggressori storici della Russia, cioè Napoleone, Hitler e USA-NATO, quest’ultimo detiene ampiamente il primato in quanto a criminale cinismo e crudeltà, e anche a numero di vittime provocate in giro per il mondo. Dalla tratta degli schiavi, al genocidio delle comunità pellerossa e a tutte le successive guerre per “libertà e democrazia” !

  1. L’oligarchia neocon perlopiù ebraica che controlla gli USA ha tutt’altro che intenzione di mollare, identifica sempre nella Russia il suo nemico supremo e si comporta di conseguenza, portando avanti una strategia di attacco multivettoriale, ben nota ai russi.
    Si va dal progetto di sommosse nella stessa Russia, dopo le elezioni presidenziali dell’anno prossimo, alla creazione di un governo russo in esilio sempre dopo le stesse, magari presieduto da Kodorkovsky, l’oligarca ebreo che odia i russi in quanto ha passato diversi anni in prigione, dove pare sia stato stuprato.
    Un’altra operazione pare riguardi la Bielorussia, dove secondo il KGB locale pare siano già all’opera cellule terroristiche polacche ed ucraine, destinate a sequestrare luoghi sensibili come caserme e centrali elettriche e di telecomunicazioni, per poi insediare dei governi provvisori che chiedano aiuto alla NATO.
    L’Armenia ormai per la Russia è persa, dal punto di vista politico ed economico è in mano ad USA ed UE, forse potrebbe essere occupata dalle truppe iraniane, visto che i russi sono occupati in Ucraina.
    In Iran nelle scorse ore agenti forse della NATO hanno attaccato nel sud un posto di polizia uccidendo 11 persone, anche l’Iran è nel mirino.
    In Finlandia gli americani si apprestano ad occupare ben 15 basi militari, da dove potranno attaccare il territorio russo.
    Il Kazakhstan nel frattempo viene spremuto dalle multinazionali occidentali come un limone, essendo proprietarie delle miniere e dei pozzi di petrolio e gas kazaki, e trasferendo all’estero tutti i proventi dello sfruttamento delle risorse del paese, nel quale nel frattempo stanno collassando le reti elettrica, idrica e del gas di epoca sovietica.
    L’oligarchia locale post sovietica non ne ha mai fatto manutenzione trasferendo tutte le ricchezze del paese nelle banche occidentali controllate dai banchieri ebrei soci degli oligarchi israeliti che controllavano l’ex PCUS, e di cui i funzionari Gorbachev e Eltsin erano gli utili idioti.
    Almeno Eltsin ha ricostruito quasi tutte le chiese ortodosse del paese e ha restituito alla Chiesa Ortodossa le sue proprietà.
    Insomma gli ebrei che controllano il gabinetto Biden, chiamato dai bianchi cristiani americani di destra antisemiti ZOG, zyonist occupation government, assolutamente a ragione, vedono la Russia ortodossa sia come il loro peggiore nemico, nonostante non sia certo governata dalle Centurie Nere, sia come un succulento obbiettivo di sfruttamento, visto che ormai il Nord America, il quale poveretto li ospita ormai da oltre un secolo e mezzo, è al capolinea, essendone stato completamente saccheggiato.
    Per dire il Canada, paese poco popolato e ricchissimo di risorse, ha 2 milioni di persone che fanno ricorso alle mense dei poveri, e perfino i militari in servizio guadagnano talmente poco rispetto all’inflazione astronomica che vi fanno ricorso.
    Molti canadesi ed americani che possono lavorare a distanza si sono rifugiati in Messico, dove grazie alla differenza dei prezzi grazie ai loro stipendi vivono molto bene, per non parlare dei pensionati che vi si sono trasferiti in massa.
    La Cina cerca di avere buoni rapporti economici con gli USA, che restano comunque il singolo paese dove le aziende cinesi esportano di più sia direttamente sia attraverso le loro filiali messicane e vietnamite, ma il rischio di conflitto tra i decadenti USA e l’ascendente Cina, la cui capacità di produzione industriale eguaglia ormai quella degli altri nove paesi che la seguono messi insieme ed eccelle in 7 dei 10 settori industriali più importanti, è sempre più elevato.
    Anzi l’oligarchia ebraica che controlla l’impoverito e decaduto occidente potrebbe puntare a prendere il controllo della Russia, facendola a pezzi, i quali poi sarebbero integrati nella NATO, proprio per poi da lì aggredire la Cina.
    Quindi è imperativo per Cina, Russia ed Iran liquidare non solo l’entità sionista, ormai spopolata ed in grave crisi economica e di sicurezza, ma anche l’oligarchia neocon americana che vuole aggredire le tre potenze eurasiatiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM