Gli Stati Uniti alimentano il conflitto e ostacolano la soluzione in Somalia


Un nuovo rapporto rivela il ruolo negativo degli Stati Uniti in Somalia, affermando: “Gli Stati Uniti semplicemente non contribuiscono a questo conflitto, ma piuttosto sono diventati parte integrante della sua continuazione”.
Un rapporto ha rivelato l’impatto della partecipazione, dell’assistenza e dell’addestramento militare statunitense nel perpetuare la guerra in Somalia con il “Movimento Al-Shabaab”, dove la politica statunitense è stata uno dei motori del conflitto.

Secondo il rapporto, pubblicato da ” responsabile statecraft “, “gli Stati Uniti semplicemente non contribuiscono al conflitto in Somalia, ma sono diventati parte integrante della sua continuazione“.

Il rapporto ha aggiunto che l’attuale politica degli Stati Uniti aggrava anche i problemi di sicurezza della Somalia piuttosto che mitigarli, e questo rende più deludente il fallimento della Camera dei Rappresentanti nell’approvazione della risoluzione sui poteri di guerra per la Somalia il mese scorso.

Il rapporto ha sottolineato che “la grande quantità di spesa statunitense per la lotta al terrorismo rispetto alle entrate dello stesso governo somalo crea incentivi per continuare l’approccio militare”.

Il coinvolgimento degli Stati Uniti in Somalia è stato relativamente modesto in termini di numero di truppe, ma va avanti da più di 15 anni.
L’amministrazione dell’ex presidente Barack Obama ha designato al-Shabaab come una “forza associata” ad al-Qaeda nel 2016, e l’ha usata per fingere che l’US Armed Services Act del 2001 si applicasse alle operazioni militari contro un gruppo che non esisteva quando l’autorizzazione era stata passato.

Secondo il rapporto, gli Stati Uniti hanno speso anni e miliardi di dollari per un infruttuoso approccio militare al conflitto in Somalia, e le prove indicano che non ha avuto successo e non è probabile che abbia successo in futuro.

“Gli Stati Uniti devono porre fine al loro coinvolgimento in questo conflitto, non solo perché non ci sono interessi americani in gioco”, afferma il rapporto, ma perché stanno alimentando il conflitto e bloccando approcci alternativi che hanno avuto successo altrove.

Fonte: AL Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM