Gli stati membri della NATO entreranno in guerra individualmente o collettivamente contro la Russia?

dalla Rete Voltaire

Steffen Hebestreit, portavoce del governo tedesco, ha dichiarato che il suo paese si è opposto allo spiegamento del sistema antimissile della NATO sull’Ucraina.

Il punto di vista tedesco corrisponde a quello di Jens Stoltenberg, segretario generale dell’Alleanza. In un’intervista con The Economist , ha detto: ” È giunto il momento che gli alleati considerino se eliminare alcune delle restrizioni sull’uso delle armi date all’Ucraina (… ) .

Ha anche detto: ” Non intendiamo inviare truppe di terra della NATO in Ucraina perché il nostro obiettivo… è duplice: sostenere l’Ucraina come facciamo, ma anche garantire che questo non degeneri in un conflitto su larga scala “.

Secondo il New York Times , il segretario di Stato Antony Blinken sarebbe favorevole a questa seconda proposta. Steffen Hebestreit, dal canto suo, ha eluso le domande dei giornalisti su questo argomento.

  • Estendere la protezione dello scudo antimissile atlantico al territorio ucraino significherebbe fare una guerra collettiva contro la Russia. Ma consentire all’Ucraina di attaccare la Russia con le armi fornite dagli stati membri della NATO significherebbe la sua entrata in guerra individuale contro la Russia.

Da parte sua, Matteo Salvini, vice primo ministro italiano, ha commentato dichiarando: “ Questo signore [Jens Stoltenberg] è pericoloso perché parlare di Terza Guerra Mondiale, di armi occidentali capaci di colpire e uccidere in patria, all’interno della Russia, mi sembra molto, molto pericoloso e sconsiderato (…) La NATO non può obbligarci a uccidere in Russia, né nessuno può obbligarci a mandare soldati italiani a combattere o morire in Ucraina .

Lancio Missili Russi, equilibrio del terrore

Vladimir Putin, presidente russo, ha risposto ai giornalisti: “ Questa costante escalation può portare a gravi conseguenze. Se queste gravi conseguenze si verificassero in Europa, come si comporteranno gli Stati Uniti, data la nostra parità nel campo delle armi strategiche? Difficile da dire. Vogliono un conflitto globale? » . “ Lasciate che [gli stati europei membri della NATO] ricordino che il loro territorio è piccolo e la loro popolazione densa ” , ha continuato.

Il senatore Dmitry Rogozin, ex direttore di Roscosmos, ha avvertito direttamente Washington: ” Non siamo solo sulla soglia, ma già sul limite oltre il quale, se il nemico non viene fermato in tali azioni, si verificherà un collasso irreversibile della sicurezza strategica delle potenze nucleari” .

Con ogni probabilità, la Polonia dovrebbe essere il primo Stato membro della NATO ad autorizzare l’Ucraina a colpire la Russia con le armi che ha fornito. Mosca dovrebbe quindi reagire colpendo almeno il centro logistico della NATO in territorio polacco a Rzeszów. Spetterà agli altri Stati membri della NATO valutare se attivare o meno l’Articolo 5 del Trattato Nord Atlantico e iniziare la Terza Guerra Mondiale.

Da un punto di vista strategico, lo spiegamento di missili statunitensi a medio raggio vicino a Russia e Cina li espone ora a questa possibilità. Per questo motivo, durante l’ultima visita del presidente Vladimir Putin a Pechino, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha annunciato che i due paesi hanno raggiunto un accordo di difesa reciproca. Inoltre, la Russia sta attualmente effettuando simulazioni con la Bielorussia sull’uso di armi nucleari tattiche (e non strategiche).

Fonte: Rete Voltaire

Traduzione: Gerard Trousson

14 commenti su “Gli stati membri della NATO entreranno in guerra individualmente o collettivamente contro la Russia?

  1. Le varie repubbliche delle banane della famigerata UE si credono protagoniste di crociate ! Non si rendono conto che appartengono alla parte perdente del Pianeta, alla parte che è antistorica ……….. Militarmente sono mezze cartucce, buone a nulla, non vincono neanche contro il luna park. L’unico pericolo, è quello delle armi atomiche ….. è risaputo che l’America piuttosto che cedere la UE la distrugge (detto da uno storiografo Americano). Il problema è che l’oceano Atlantico non funziona come scudo …… i missili Russi arriverebbero da ogni parte, molto più potenti, efficaci e precisi. Mentre gli americani fanno affidamento su razzi vettori (terrestri e sottomarini) vecchi di decenni ……………. e la metà non arriverebbe da sola sulla Russia, l’altra metà dato la vetustà e altri difetti ha scarse possibilità di fare danni. Analizzindo il passato, dal 1945 al 1949 l’America era l’unica potenza a disporre di bombe atomiche sganciabili da bombardieri. Nel 1949 ne aveva 200 di queste bombe. Ma hanno avuto paura di attaccare la Russia: 1) l’Aviazione Sovietica avrebbe fatto polpette dei bombardieri e 2) la Russia aveva carta bianca poi per arrivare con i carri armati in una settimana a Lisbona ! Poi la Russia ebbe le sue atomiche e nel 1952 LE PRIME TESTATE TERMONUCLEARI lanciabili con missili intercontinentali. Mentre gli Stati Uniti erano ancora con le bombette atomiche ……………. su bombardieri e senza le termonucleari.

  2. Ho appreso che “missili alati Yemeniti hanno colpito la portaerei Eisenhower nel Mar Rosso”. Queste sono Batoste clamorose.
    Viva lo Yemen ammazzadiavoli !
    Il Leader dello Yemen – Sayyed al-Houthi – ha affermato che lo Yemen continua con l’escalation degli attacchi per aumentare i costi al nemico e che c’è coordinazione con la Resistenza Irachena con attacchi strategici contro l’Israele.

  3. La portaerei Eisenhower è stata attaccata con diversi missili alati e missili balistici, lanciati dalla Forze Navali e Missilistiche Yemenite, che l’hanno colpita direttamente e con precisione.

  4. Nonostante il silenzio dei media occidentali, nel loro incontro dei giorni scorsi, Xi e Putin si sono detti disponibili ad un tavolo di pace in Cina anche subito. Con la presenza di Usa ed Ucraina, aperta a tutti. Ma qua nessuno né vuole parlare. La Nato è già divisa, come gia’ detto più volte, in Atlantica e Pacifica. La Nato atlantica avrebbe la funzione di sfidare la Russia, l’ Aukus pacifica di sfidare la Cina. Ma e’ evidente che la coperta e’ corta ed a che molto leggera, considerando il terzo scenario di conflitto mediorientale. La verità e’ che l’ atteggiamento aggressivo è un mezzo bluff perché la situazione geopolitica mondiale gli è sfuggita di mano. Non s’ aspettavano una Svo russa così potente e soprattutto, non s’ aspettavano l’ ennesima guerra israelo palestinese, pensavano solo a Taiwan.Tre scenari impegnativi contemporaneamente sono davvero troppi. Anche e soprattutto per la vetusta Nato. Esiste poi una seconda, e più netta, divisione tra i vassalli UE. Totalmente impreparati ad una guerra mondiale.

  5. Come sia possibile che siamo arrivati ad un punto da cui presto non si potrà più tornare indietro? Comincio ad avere qualche sospetto che gli Usa, praticamente falliti, con un debito pubblico inesigibile in mano straniera e una moneta carta straccia senza nulla di sottostante, un Regno Unito autoreferenziale che gli scodinzola dietro tutto fumo e niente arrosto, messo più o meno allo stesso modo, una Francia megalomane messa peggio del U.K. e una Germania ormai travolta dalla recessione e molto presto in preda a una crisi economica e sociale da anni 30 e che quasi certamente uscirà per reazione fuori dall’Euro, sono nella merda fino al collo. Non possono farcela, in Ucraina non si passa, la sconfitta russa è cocente e le conseguenze a brevissimo, breve e medio termine disastrose economicamente, finanziariamente, militarmente. Dunque per non pagare i debiti stratosferici, non perdere il potere geopolitico globale, non perdere il potere del denaro, la faccia davanti al mondo che li irriderebbe, atterriti dallo spettro della commiserazione, della povertà e della miseria, meglio la terza guerra mondiale. Faranno di tutto per farla scoppiare: omicidi politici, atti terroristici mirati, provocazioni di ogni genere. Ma alla fine avremo un mondo purificato. Vincerà Dio e chi ne difende il suo ordine naturale, i suoi comandamenti, la giustizia e il diritto contro ogni prevaricazione.

  6. L’Italia di merdoni, tajani erede berluskazz e salvino il buffoncino entrerà in guerra, ma solo dopo le elezioni per il parlamento europoide, altrimenti, se lo dichiarano prima, addio voti, seggi, ricchi premi e Cotillon …

    La nullità conte e la lesbica, ebrea, benestante schlein sono anche pacifinti, come l’altra camarilla, ma in occasione delle elezioni, poi batteranno i tacchi davanti ai padroni e ci manderanno a morte.

    Cari saluti

  7. Gli Usa prima hanno usato l’Ucraina per fare guerra per procura alla Russia poiché l’Ucraina perde ora vogliono servirsi dell’Europa per fare la stessa guerra per procura o meglio dei paesi europei. Faremo la fine degli Ucraini se non ci svegliamo.

  8. Nelle prossime ore, giorni, l’Orso russo farà tremare l’Occidente. La Russia al più presto vorrà acquisire Odessa per chiudere il cerchio. Ancora non abbiamo visto niente!

    1. Speriamo che sia così e che i russi riescano ad arrivare al confine con la Pridnestrovie/ Transnistria in breve, fra giugno e agosto, non però alla fine dell’anno o il prossimo, ma i peggiori momenti arriveranno proprio in questo periodo, perché ricordo che mancano ancora 5 mesi alle presidenziali usa, che per gli ebrei che governano di fatto gli usa sono fondamentali e per queste saranno anche disposti ad allargare il conflitto in Europa, con rischi nucleari.

      Cari saluti

  9. L’intero parlamento è asservito agli anglo american sionisti ! Il distinguo dell’ultimora come quello di Crosetto, “sostegno incondizionato all’Ucraina, ma non autorizziamo l’uso delle nostre armi per attacchi in territorio russo”, dimostra solo che il ministro ha bisogno di ripetizioni di italiano, visto che parla di sostegno incondizionato all’Ucraina e poi mette la (finta) condizione del non usare le armi oltre i confini russi ! Idem l’ectoplasma atlantista Tajani, il finto sovranista Salvini e Conte che parla di rischio di terza guerra mondiale per sottrarre voti al PD nel mondo pacifista ! Tutti ritorneranno oltranzisti atlantisti dopo le elezioni di domenica, magari con qualche distinguo marginale per accreditarsi come più affidabili degli altri, agli occhi dei padroni anglo sion americani !

    1. Quindi, NON ANDATE A VOTARE, perché nessuno di questi sguatteri dei poteri esterni (e degli ebrei) vi rappresenta.

      Cari saluti

  10. Sentiamo parlare dal mattino alla sera di INCLUSIONE, NUOVA PAROLA MAGICA.
    Tutto molto bello poi però, se andiamo a vedere nel dettaglio, scopriamo che:
    – se non vuoi la guerra con la Russia sei escluso
    – se hai dubbi sul cambiamento climatico sei escluso
    – se non vuoi iniettarti una terapia sperimentale sei escluso
    – se sei contro l’immigrazione clandestina sei escluso
    – se sei contro l’euro e l’Unione Europea sei escluso
    – se non ti piacciono gli insetti e continui a preferire la bistecca sei escluso
    – se sei contro la carneficina perpetrata da Israele senza per questo giustificare Hamas sei escluso.
    Insomma l’inclusione riguarda solo chi si è già autoincluso nel modo di pensare ufficiale.
    Gli altri devono restare FUORI FINCHÉ NON SI REDIMONO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM