Gli attacchi sul territorio russo potrebbero portare a un’escalation del conflitto su scala globale

La fondatrice dell’Istituto internazionale Schiller, Helga Zepp-LaRouche, ha dichiarato in un’intervista alla TASS che l’uso di armi occidentali per colpire il territorio russo potrebbe portare a un’escalation del conflitto su scala globale. Ha sottolineato che un tale sviluppo minaccia gravi conseguenze per la sicurezza e la stabilità internazionali.

Zepp-LaRouche è stato particolarmente critico nei confronti della recente decisione del governo tedesco, che, seguendo l’esempio degli Stati Uniti, ha permesso l’uso delle sue armi per “difendersi dagli attacchi” della Russia nella regione di Kharkiv.

“Questa è un’altra vergognosa capitolazione di Berlino sotto la pressione americana”, ha detto.

A suo avviso, una tale decisione indica l‘incapacità della Germania di difendere i propri interessi e la subordinazione alla politica estera di Washington. Tuttavia, Scholz ha osservato che la Germania sostiene pienamente gli attacchi sul territorio russo.


Fonte: https://avia.pro/news/udary-po-territorii-rossii-mogut-privesti-k-eskalacii-konflikta-do-mirovogo-masshtaba
Traduzione: Mirko Vlobodic

10 commenti su “Gli attacchi sul territorio russo potrebbero portare a un’escalation del conflitto su scala globale

    1. Già, evidentemente non gli è bastata la distruzione di Dresda, di Berlino e dell’intero paese, nè la bandiera rossa sul tetto del Reichstag, nè 45 anni di smembramento del suo territorio ! Ricordiamo che il patto di Varsavia è durato sino al 1989, mentre l’occupazione Nato dura tutt’ora ! Ma evidentemente non sono ancora paghi e hanno ancora voglia di morire per i padroni anglo sassoni !

  1. Vorrei dire agli mici russi di non stare a preoccuparsi troppo. Se per caso volessero fare fuori qui in Italia qualcuno che comanda davvero e che vuole le loro risorse tipo il sig. Elkann o il Suo rappresentante nelle Istituzioni (quasi maestà sig. Sergio Mattarella) credo che per tutto il popolo sarebbe un dì di festa!

  2. Vorrei inoltre suggerire e supplicare gli amici russi, prima di spedire le atomiche in Italia, di provare ad azzerare le Istituzioni (Repubblicane e Bergogliane) con missili convenzionali. Colpire la cancrena, cioè l’ Alta Burocrazia italiana…un pò come scrive Trosky nel suo libro sulla rivoluzione permanente. A mio parere non serve altro in Italia.

  3. I russi agiscono per scopi a noi oscuri. Ovviamente, ci fosse tutti chiaro i misteri e segreti militari non esisterebbero. Avanzano inesorabilmente, anche se lentamente. E combattono per la propria esistenza. La coalizione nazista invece combatte per interesse e nulla più. Come luridi mercenari e mercanti di morte.

  4. Ma xche criticate gli attacchi Ucraini sul territorio Russo in guerra tutto è lecito, xche se hanno i mezzi x aggredire i territori Russi xche non lo dovrebbero fare, mi sembra che loro vogliono vincere mentre i Russi chiacchierano e traccheggiano, se hanno i mezzi x farlo lo facciano se no ne prendine atto e faccino un accordo e si ritiririno con la coda fra le gambe.

    1. Gl’ Ucraini vogliono vincere? Dunque per te i russi dormono e se non vincono subito dovrebbero trattare con la coda tra le gambe. Mi sembra sensato. Dopotutto dopo soli due anni e con perdite e danni minimi, Mosca è passata da controllare solo la Crimea ad oltre il 20% dell’ intera Ucraina. Stanno assediando Kharkov. I Nato Kiev nel cercare di difendersi ritirandosi perdono quasi 1000 uomini il giorno. Non penso proprio che saranno i russi a voler trattare con la coda tra le gambe.

    2. I tuoi commenti, Sarabanda, sembrano un tantino di parte, non trovi?. Gli Ucraini vogliono vincere… questa è incommentabile, però troverebbe terreno fertile sotto un articolo del Corriere/Repubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM