Gli attacchi israeliani contro i civili siriani equivalgono a crimini contro l’umanità: alto funzionario di Hezbollah

Il movimento di resistenza libanese Hezbollah ha censurato gli ultimi micidiali attacchi aerei israeliani sulla Siria colpita dal terremoto, affermando che i raid contro i quartieri popolati da civili nella capitale Damasco costituiscono un crimine contro l’umanità.

“L’aggressione israeliana contro la Siria e i suoi civili è un crimine contro l’umanità, Hezbollah condanna l’ingiustizia internazionale e il pregiudizio americano ed europeo a favore del regime sionista e della copertura dei suoi crimini”, ha scritto il vice segretario generale di Hezbollah Sheikh Naim Qassem in un post pubblicato sulla sua pagina Twitter.
L’attacco israeliano è stato lanciato dalle alture del Golan occupate nei primi giorni di domenica dopo che un mortale terremoto di magnitudo 7,8 ha colpito la Turchia e la Siria, colpendo diversi siti a Damasco, compreso il quartiere residenziale sud-occidentale di Kafar Sousah.

Almeno cinque persone, tra cui un soldato, sono state uccise e altre 15 ferite negli attacchi aerei israeliani. Molti dei feriti sono in condizioni critiche e molte case residenziali a Damasco e nelle sue campagne sono state danneggiate.

Le unità di difesa aerea siriane hanno intercettato la maggior parte dei missili prima di raggiungere gli obiettivi.
Nel frattempo, la Siria ha esortato le Nazioni Unite a prendere le misure necessarie per scoraggiare gli attacchi di Israele e ritenerla responsabile dell’ultimo micidiale attacco missilistico a Damasco.

“Quando la Siria stava cercando di curare le sue ferite, seppellire i suoi martiri e ricevere condoglianze, simpatia e sostegno umanitario internazionale di fronte al devastante terremoto, gli israeliani hanno lanciato un’aggressione aerea contro i quartieri popolati da civili”, ha affermato il ministero degli Esteri siriano. in una dichiarazione.

Distruzione a Damasco ad opera dei bombardamenti di Israele

Israele effettua frequentemente attacchi missilistici su obiettivi in ​​Siria, utilizzando principalmente lo spazio aereo del Libano o dei territori occupati.

Il regime viola frequentemente la sovranità siriana prendendo di mira postazioni militari all’interno del paese, in particolare quelle del movimento di resistenza libanese Hezbollah, che ha svolto un ruolo chiave nell’aiutare l’esercito siriano nella sua lotta contro i terroristi sostenuti dall’estero.

La Siria chiede un’azione internazionale “urgente” per fermare l’aggressione israeliana
Il ministero degli Esteri siriano ha chiesto “un’azione internazionale urgente” per scoraggiare l’aggressione del regime israeliano contro la Siria.
Israele per lo più tace sui suoi attacchi ai territori siriani, che molti considerano una reazione istintiva al crescente successo del governo siriano nell’affrontare il terrorismo.

Il regime di Tel Aviv è stato uno dei principali sostenitori dei gruppi terroristici che hanno combattuto il governo del presidente Bashar al-Assad da quando la militanza appoggiata dall’estero è scoppiata in Siria all’inizio del 2011.

La Siria si è ripetutamente lamentata con le Nazioni Unite per gli attacchi israeliani, esortando il Consiglio di sicurezza ad agire contro i crimini di Tel Aviv. Le chiamate, tuttavia, sono cadute nel vuoto.

Nota:

Assordante il silenzio dei governi europei di fronte agli attacchi criminali dell’aviazione israeliana su obiettivi civili in Siria, proprio nel momento in cui il paese è stato piegato da un terremoto distruttivo e da 11 anni di guerra civile e di sanzioni occidentali.
Strano che i governi europei, gli stessi che si appellano continuamente alle “regole internazionali” quando c’è da condannare gli altri paesi non abbiano niente da dire sugli attacchi criminali di Israele sulla popolazione civile. L’ipocrisia ed il doppio standard di questi governi è oggi visibile a tutti e rende chiaro quanto valga la retorica di certi personaggi, quali ad esempio il francese Macron, il tedesco Olaf Sholz, l’italiana Giorgia Meloni (ultima arrivata nel prostrarsi ai piedi dell’egemone americano e dei suoi burattini).

Fonte: Press TV

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM