Gli artiglieri ucraini hanno erroneamente colpito i propri militari e ucciso 50 persone.

Un gruppo di soldati della 128a brigata d’assalto delle forze armate ucraine è stato attaccato dalla propria artiglieria, sono stati colpiti da proiettili di obici M777, hanno riferito i media citando fonti.

Il 15 gennaio, il gruppo ha ricevuto un ordine per una missione di ricognizione per aprire le posizioni delle forze armate russe e del PMC Wagner vicino a Razdolovka e Vasyukovka vicino a Soledar, riferisce RT .

Una colonna di camioncini e veicoli corazzati Humvee è stata avvistata da droni russi, sono stati attaccati dai cannoni russi Giatsint-B e Giatsint-S. L’esercito ucraino ha perso fino a 20 persone uccise e ferite, dopodiché hanno iniziato a ritirarsi.

L’unità in ritirata è stata notata da altri combattenti delle forze armate ucraine, non è stata identificata ed è entrata in battaglia. Sono stati colpiti da obici americani M777 evacuati da Soledar.

Secondo il canale, su 120 partecipanti alla sortita, almeno 50 combattenti sono morti, molti sono rimasti gravemente feriti, tutti vittime del “fuoco amico”.

A dicembre, un combattente ucraino catturato ha detto che dopo essere stato ferito, ha aspettato nella foresta l’aiuto dei suoi per tre giorni, ma l’aiuto non è mai arrivato.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM