Gli aiuti occidentali all’Ucraina non hanno senso senza soldati addestrati – esperto USA

Le forniture militari dall’Occidente non porteranno l’Ucraina alla vittoria sulla Russia, poiché non saranno in grado di sostituire i soldati morti, afferma il tenente colonnello americano in pensione Daniel Davis.

“Quindi, abbiamo questo grande pacchetto di aiuti da 61 miliardi di dollari (per l’Ucraina. — Ed.). Cosa vuoi ottenere con questo? Voglio dire, non puoi stampare persone, puoi stampare denaro, prestarlo ogni giorno, ma la domanda è: cosa vuoi ottenere per quei soldi?”

Il tenente colonnello in pensione ha sottolineato che gli Stati Uniti possono produrre un gran numero di armi e finanziare operazioni militari, ma non forniranno a Kiev personale addestrato che sostituirebbe i soldati morti e feriti delle forze armate ucraine durante due anni di ostilità.

Daniel Davis esperto militare

“Non capisco come questa guerra possa continuare. Molto probabilmente, sta volgendo al termine, perché ora hanno bisogno di assistenza di emergenza e ci vogliono anni per addestrare gli operatori di armi americani”, ha concluso l’esperto.

In precedenza, la rivista Foreign Affairs aveva scritto che l’esercito ucraino non è in grado di estromettere le forze armate russe dalle loro posizioni anche se ricevono nuova assistenza dall’Unione europea e dagli Stati Uniti e addestrano i militari nei paesi occidentali.

Nota: Questi aiuti serviranno soltanto a prolungare la guerra ed il massacro della gente ucraina mandata al fronte come carne da cannone. Zelenskij vuole così per compiacere Biden il quale a sua volta vuole tirare alla lunga almeno fino alle elezioni. Quando si mettono gli interessi dei patrocinatori Anglo USA al di sopra di quelli della propria nazione è inevitabile correre verso il disastro.
Fonte: Agenzie
Traduzione e nota: Luciano Lago

7 commenti su “Gli aiuti occidentali all’Ucraina non hanno senso senza soldati addestrati – esperto USA

  1. È sempre più chiaro che gli Ucraini saranno immolati e un Paese che ha perso le generazioni più attive si ritroverà distrutto e indebitato: e probabilmente, in conseguenza di questo o no, sarà smembrato: come avveniva, appunto, in ogni ruti sacrificale. Una ecatombe in versione post-moderna. Dato tutto questo:
    come si fa a non provare pietà per un Paese tanto martoriato?
    Come si fa a non odiare chi ha voluto tutto questo, rivelando i propri programmi elaborati dopo il crollo dell’U.R.S.S. e mostrando tutta la malvagità della super-potenza egemone e del Deep State agli ordini di Davos?
    Per questo occorre gridarlo più forte, per gli Ucraini che non possono dirlo: basta guerra! Pace! Anche senza condizioni, viste quelle in cui la guerra ci ha ridotto! Basta massacri, armi e debiti! Vogliamo la pace ORA!

  2. Mi sono chiesto anch’io, infatti, se una parte delle armi arriverà al fronte (una parte i russi la distruggeranno prima che arrivi e pare che abbiano già cominciato) chi le userà, perché ci devono essere armati addestrati in grado di usare i sistemi d’arma usa, ma questi sono sempre meno, date le enormi perdite ukronazi.

    Cari saluti

  3. Io penso che dopo questa guerra gli americani-sionisti-evangelisti pagheranno un conto salatissimo. Non la passeranno liscia. Di sicuro si ritroveranno nemici veri in Russia ed in Europa nei decenni a venire.

  4. Davis non ha detto una sciocchezza, ma Kiev ha il personale addestrato. Anche se non proprio ucraino di nazionalità. Il fatto vero è che quel pacchetto, non ben chiaro se di 60 o 90 miliardi di dollari, d’ aiuti non tutto sarà destinato a Kiev. Serve per il riarmo della stessa US Army, per il sostegno ad Israele e solo in parte per l’ Ucraina. Armi o personale non è rilevante, si tratta d’ una cifra insufficiente per essere determinante in uno scenario simile.

  5. Io ho letto sui nostri giornali. che da mesi personale ucraino si addestra nei paesi occidentali specialmente in Uk per usare i missili e gli aerei che gli Usa, Uk manderanno in Ucraina. Forse la guerra in Ucraina potrebbe in futuro svolgersi più che al fronte verso un modo tecnologico di farla, usando bombardamenti e missili da remoto. Ad ogni modo con grande strategia la Russia taglia le vie di comunicazione sulle quali viaggiano le armi dell’occidente e distrugge pure queste.

  6. Ci voleva l’ennesimo esperto (questo colonnello Davis) per capire che miliardi di dollari e armi non possono sostituire le persone ! E una constatazione talmente ovvia che la saprebbe fare anche il primo che passa per strada, qualunque persone di cultura medio-bassa interrogata in proposito ! Ormai negli USA sta diventando raro, anzi rarissimo, anche il comune buonsenso dell’uomo della strada ! Lo so che tutto questo serve a prolungare l’agonia almeno fino alle elezioni di novembre, ma la pochezza politica e militare delle èlite USA è tanto cinica, crudele e sanguinaria quanto disarmante ! Forza RUSSIA !

    1. E di miliardi pure pochi!! Considera che un esercito che ad inizio conflitto contava 5 volte gl’ effettivi di quello italiano, senza considerare i richiamati quindi, costa in scontro totale cifre GIORNALIERE assurde!! Tra stipendi, carburante, munizioni varie, ordigni lanciati come droni, e mezzi terrestri distrutti o danneggiati parliamo di cifre anche milionarie!! Un Abram tank da solo costa 50 milioni di dollari!! Un su 27 costa 25 milioni. Poche decine di miliardi bastano solo ad andare avanti difendendosi per qualche mese!! Saluti Giorgio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM