"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Giornale di Stato cinese avverte: “la guerra sarà inevitabile” se gli USA non smetteranno di immischiarsi nelle dispute territoriali

di Tyler Durden

Mentre i rapporti tra Russia e NATO, in seguito al colpo di stato organizzato da Victoria Nuland in Ucraina, si sono ridotti a una Guerra Fredda 2.0, […] la Cina perlomeno non era stata finora coinvolta nella mischia. Le cose tuttavia sono cambiate questo mese, quando il resoconto annuale del Pentagono ha definito la Cina una minaccia alla pace e stabilità regionale e internazionale, e quando, qualche settimana fa, mentre la Cina si insinuava nel territori del Mar Cinese Meridionale reclamati dagli alleati statunitensi come le Filippine, il Vietnam e il Giappone, gli USA hanno deciso di venire coinvolti in un’ennesima disputa regionale che non li riguarda direttamente e hanno cominciato a denunciare a gran voce l’espansione territoriale cinese nell’area ricca di risorse.

La Cina ha prontamente risposto minacciando un aereo spia statunitense durante un sorvolo di routine (Vedi: Go Now!”: China Threatens US Spy Planes In South China Sea ),  e immediatamente dopo gli USA hanno ammonito che costruire “castelli di sabbia” potrebbe “portare a un conflitto”.
Ciò non ha però certo zittito la Cina, la quale ha oggi dichiarato di aver presentato una rimostranza agli USA riguardo a un aereo spia statunitense volato su aree del conteso Mar Cinese Meridionale, in una battaglia diplomatica che ha alimentato le tensioni tra le due maggiori economie mondiali.

Come riportato da Reuters (Vedi: China lodges complaint with U.S. over spy plane flight ), la portavoce del ministero degli esteri cinese, Hua Chunying, ha affermato lunedì che la Cina aveva ufficialmente protestato, e che non approvava il “comportamento provocatorio” degli Stati Uniti.
“Sollecitiamo gli USA a correggere il loro errore, a restare razionali e mettere fine a tutte le parole e i fatti irresponsabili,” ha affermato. “La libertà di navigazione e sorvolo non significa in alcun modo che le navi da guerra e gli aerei militari di paesi stranieri possano ignorare i diritti legittimi di altri paesi e la sicurezza di volo e navigazione.”

mapa de Mar de China

La Cina aveva notato molte “voci assordanti” provenienti dagli USA riguardo alle sue attività di costruzione su isole e scogliere.
In altre parole la Cina ha appena imposto agli aerei spia statunitensi una zona di non sorvolo, il che costituisce un cambiamento notevole rispetto a quando tollerava e faceva finta di non vedere. Gli USA sono stati esplicitamente avvisati di non volare sulla Cina o di rischiarne le conseguenze.

Giusto per confermare che, se gli USA speravano di poter sottomettere Pechino con le minacce e costringere il Politburo a tagliare il suo appetito espansionista, si sbagliavano di grosso, il giornale nazionalista I Tempi Globali, proprietà del giornale ufficiale del Partito Comunista al potere, il Quotidiano del Popolo, ha affermato nell’editoriale di lunedì che la guerra tra Cina e Stati Uniti è “inevitabile”, a meno che Washington smetta di pretendere che Pechino fermi la costruzione di isole artificiali nelle acque contese.

PressTV aggiunge:
Se la conclusione degli Stati Uniti è che la Cina deve fermare le sue attività, allora una guerra tra USA e CIna nel Mar Cinese Meridionale è inevitabile. Non vogliamo un conflitto militare con gli Stati Uniti, ma se dovesse accadere lo dobbiamo accettare” ha scritto I Tempi Globali, tra i più nazionalisti giornali cinesi. La settimana scorsa Pechino si era dichiarata ‘fortemente insoddisfatta’ dopo che un aereo spia statunitense aveva ignorato i numerosi avvertimenti nella Marina cinese ed era volato sopra il Fiery Cross Reef, dove la Cina pare stia costruendo una pista d’atterraggio e altre installazioni.

Avion japanese

‘L’intensità del conflitto sarà maggiore di quanto la gente di solito immagina come una <frizione>’, ha ammonito. Il giornale ha anche affermato che la Cina è decisa a portare a termine i lavori di costruzione nel Mar Cinese Meridionale, definendoli <la più importante affermazione di Pechino.>”

Tali commenti non sono dichiarazioni politiche ufficiali, ma a volte vengono considerati il riflesso del pensiero governativo. Soprattutto essi servono ad avvertire che le pretese statunitensi affinché la Cina, ovvero la nazione più popolosa del mondo, rinunci a ciò che considera il suo interesse nazionale, si ritorceranno loro contro, e che la prossima volta che un aereo spia statunitense volerà sulle Isole Spratly, o sullo smog di Pechino, potrebbe risultarne un incidente diplomatico molto serio.

Fonte: Zero Hedge.com
Traduzione: Anacronista

Nella foto in alto: un aereo USA sorvola la zona delle isole contese nel mar della Cina

Nella foto al centro: la mappa delle isole contese nel mar della Cina

Nella foto in basso: un aereo giapponese sorvola le isole Senkaku reclamate dalla Cina

*

code

  1. Alessandro 3 anni fa

    Terza guerra mondiale? Così ripariamo i debiti insormontabili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone 3 anni fa

    Anch’io sono critico nei confronti della politica estera occidentale, americana in particolare.
    Però sembra che voi e altri siti di contro-informazione portate avanti un anti-occidentalismo troppo radicale.

    Una guerra militare tra USA, Russia e Cina è improbabile che avvenga perché sarebbe un “suicidio” per tutti i 3 Paesi.
    oltre tutto la Cina e la Russia che non sono più comuniste, anche se la Cina apparentemente lo è, rimangono dei regimi autoritari in cui non c’è alcuna forma di rispetto per le opposizioni politiche.
    Mentre i diritti sociali, per non parlare dei diritti individuali, sono decisamente minori rispetto ai Paesi occidentali, ad esempio l’aspettativa del russo medio è intorno ai 60 anni, quindi primi di fare il tifo per Putin o la Cina pensateci 10 volte !

    Poi riguardo l’Ucraina bisogna ricordarsi che Janukovich era un presidente corrotto anche se precedentemente eletto democraticamente, quindi essendo corrotto era un presidente legittimo solo fino ad un certo punto; e i partiti di estrema destra ucraini non hanno preso più del 5 %, quindi voi e Giulietto Chiesa con pandora.tv abbiate un minimo di rispetto verso il popolo ucraino, perché di fascisti e neonazisti ce ne sono molti di più nella Russia capitalista neo-zarista piuttosto che in Ucraina, malgrado il suo passato e le cerimonie che fanno ogni anno per festeggiare giustamente la vittoria dell’URSS contro la Germania nazista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro 3 anni fa

      Non sono d’accordo Simone: la guerra non è così improbabile, guarda il debito pubblico americano, 17 trilioni sono impagabili!!! E poi è chiaro che gli USA percepiscono Cina e Russia come avversari, e la militarizzazione della NATO, la militarizzazione occidentale ai confini della Russia e della Cina, si tratta di strategia di provocazione/contenimento, gli USA sono disposti ad una guerra, ci sono pochi dubbi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Christian 3 anni fa

    Simone, hai le idee un “tantino” confuse, sai?… ma proprio poco poco. Prova ad avvicinarti alla lirica, o all’ippica… magari potrebbero essere campi nei quali potresti avere un qualche risultato e qualche soddisfazione.

    Tra l’altro cosa significa che la tua affermazione iniziale? Dove sarebbero questi diritti così ividiabili negli Usa, rispetto alla Russia? L’affermazione poi, che in Russia vi siano “molti più neo-nazisti e fascisti” che in Ucraina, è veramente da sbellicarsi dalle risate.. come puoi sostenere una cosa del genere, quando a Kiev vige un regime illegale, del TUTTO ILLEGALE?. Regime fantoccio totalmente manovrato dagli Usa, in funzione anti-Russa, palesemente nazista (TUTTO PIENAMENTE DIMOSTRABILE, tranquillo), che da oltre un anno è impegnato in una pulizia etnica di quella che sarebbe la propria popolazione, che risiede nella regione più produttiva e industrializzata del paese, e che grazie a queste azioni, ora l’Ucraina è sprofondata economicamente al livello el Tajikistan, con una povertà diffusa dalla quale non si intravede uscita. Le cose sono due, e non si scappa: O sei palesemente in malafede, o bisogna che fai suonare “appena appena” la sveglia, che ormai è tardi, e commenti come il tuo, sono sinceramente assai seccanti. P.S. Ogni cazzata di pseudo-propaganda che spari per risposta, la smonto, vedi tu.

    Nell’articolo sopra, viene riportato solo ciò che un giornale di Stato Cinese ha riportato, e ne vengono solamente illustrate quelle che ne sarebbero le ovvie conseguenze, nel caso (assai probabile) che gli statunitensi dovessero reiterare le loro continue provocazioni, cosa ci trovi di radicale. Non si tratta di anti-occidentalismo, di propaganda o altro, si tratta solo di riportare fatti reali, così come reali sono le politiche coloniali, imperialiste, e assolutiste occidentali (ma anche sioniste, sottolineando il razzismo estremo ed i crimini contro l’umanità e il genocidio pluridecennale a danno sopratutto dei Palestinesi, perpetuato del regime sionista) e relativi alleati/vassali, che da ormai troppi anni hanno raggiunto un intensità mai avuta prima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone 3 anni fa

      Caro Christian, alle ultime elezioni in Ucraina i partiti di estrema destra non hanno preso più del 5 %, e il signor Janukovich era comunque un presidente corrotto, e quindi se uno è corrotto non è del tutto legittimo; sicuramente in Ucraina c’è stata l’ennesima rivoluzione colorata filo-occidentale e anti-russa con la presenza anche di qualche gruppo di neofascisti che hanno abbattuto le statue di Lenin, quindi comprendo l’indignazione da parte della leadership politica russa.

      Ma da qui a dire che a Kiev c’è stato un colpo di stato nazista fino al punto di cambiare i confini geografici dell’Europa e favorire una guerra civile nell’Ucraina sud-orientale è solo pura e semplice menzogna della propaganda zarista russa; poi tu sei libero di credere a quello che ti pare, prova ad andare a Kiev e vedere quale “terribile” regime nazista si trova, continua pure ad accusare di nazismo l’intero popolo ucraino e tutto l’Occidente, credi a quello che ti pare !!!

      Poi riguardo la Russia e la Cina, io non odio questi 2 Paesi, dico soltanto che in quei 2 Paesi oltre a non esserci rispetto verso le opposizione politiche, lì le condizione di lavoro delle masse popolari sono peggiori rispetto all’Europa occidentale; purtroppo anche in Europa la situazione economica è grave e si sta assistendo purtroppo ad una proletarizzazione della classe sociale media anche per colpa delle politiche di austerity volute principalmente dalla destra liberista tedesca; ma in Russia e in Cina le condizioni sociali dei lavoratori sono decisamente peggiori.

      Io non certo sono un sostenitore accanito delle democrazie liberali false dell’Occidente, ma ti assicuro che negli altri 2 “imperialismi” dell’Oriente si vive peggio.
      E non sono certamente favorevole a tutte le gigantesche “porcate” che l’Occidente continua a fare nel medio-oriente, ma questo è un altro discorso.

      Qui in Occidente esiste la libertà di parola, qui chi fa l'”anti-sistema”(ossia opposizione radicale al sistema politico-economico del proprio Paese) al massimo viene marginalizzato dai media; invece in Cina e in Russia c’è un alto rischio che ti fanno fuori se sei troppo critico con chi sta al potere.

      Poi anche la leadership politica russa e una larga parte del popolo russo tendono ad avere manie imperiali, se non ci fossero gli USA e il suo imperialismo, probabilmente oggi saremmo succubi dell’imperialismo neo-zarista russo che non è per niente migliore.

      Almeno il capitalismo americano qualche cosa di positivo l’ha fatto, come l’invenzioni di importanti tecnologie come google, you tube e i vari social-network; mentre il capitalismo russo ha portato un ideologia neo-zarista che è una combinazione di autoritarismo, corruzione, nazionalismo reazionario, forte classismo, capitalismo oligarchico, conservatorismo clericale di estrema destra associato ad estrema omofobia che ha portato ad un aumento delle aggressioni e degli omicidi contro i gay russi anche minorenni, a volte anche da parte di gruppi dichiaratamente neonazisti.
      Oltre a questo la Russia continua ad accusare di fascismo il governo ucraino, mentre nello stesso tempo finanzia i partiti di estrema destra dell’Europa occidentale, specialmente il Front National francese.

      Se l’imbalsamato Lenin riprendesse vita si suiciderebbe dopo due giorni vedendo come è stato trasformato il suo Paese.

      Detto questo puoi esprimere le tue idee senza offendere; credi di avere la verità in tasca, ma ti sbagli di grosso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ares 3 anni fa

        Sia chiaro che le grosse potenze non sono esenti da colpe, ormai è una lotta per accaparrarsi le risorse e comunque vedi caso in tutti i disordini mondiali chi salta sempre fuori è l’occidente con gli USA in testa…sarà un caso ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace