Gianni Micalessin presenta il suo libro : ” Fratelli traditi “. Il silenzio sui cristiani perseguitati.

Fratelli traditi”, un libro di Gianni Micalessin rompe il silenzio sui cristiani perseguitati.
Torturati, massacrati, uccisi. I cristiani perseguitati nel mondo non fanno notizia in Occidente  ma, chiudere gli occhi di fronte a una tale tragedia, significa rinnegare le proprie origini e se stessi. Si tratta di un vero e proprio suicidio. “Fratelli traditi”, è il  libro che ha rotto il silenzio sui cristiani perseguitati in Medio Oriente, in Asia ed in altri paesi del mondo.

Questo accade non solo in Siria, sono numerosi i Paesi al mondo dove i cristiani vengono maltrattati e oppressi, dalla Cina all’India, dalla Corea del Nord all’Egitto. Secondo i dati del rapporto elaborato da “Aiuto alla Chiesa che soffre” nell’ultimo biennio la situazione è degenerata, i cristiani soffrono persecuzioni e questo  nella quasi totale indifferenza dell’Occidente, quando non anche nella complicità con gli aguzzini da parte di  alcuni paesi europei.

Nell’assordante silenzio che regna sulle persecuzioni anticristiane, all’inizio di quest’anno è uscito  nelle librerie “Fratelli traditi” (Cairo Editore), il lavoro di Gian Micalessin, che racconta come l’Occidente ha voltato le spalle ai cristiani di Siria, appoggiando i ribelli jihadisti.

Nel libro l’autore parla anche del rapporto della DIA (i servizi segreti del Pentagono) risalente all’agosto 2012, in cui gli americani già prevedevano la nascita di un Califfato salafita nell’est della Siria. Un rapporto che all’epoca Obama ignorò, perché troppo impegnato a bombardare Bashar Assad.

L’interrogativo è quello di capire perchè la persecuzione dei cristiani non sia “degna” di occupare le pagine dei media occidentali.  Qual sia  il rischio maggiore che si corre girando lo sguardo dall’altra parte.

Tali  domande vengono poste a  Gian Micalessin, giornalista e corrispondente di varie testate, reporter di guerra e autore dell’opera  “Fratelli traditi” nel corso della presentazione del suo libro che avverrà a Modena, presso il Circolo La Terra dei Padri, il giorno 24/11/2018, alle ore 15,30, in Via N. Biondo, 297.

6 Commenti

  • atlas
    12 Nov 2018

    BerLuxCohen ad esempio: si dichiara ‘cristiano’ e invece ha sempre tradito. Sempre dalla parte degli anglosassoni. Stava nella P2 contro Aldo Moro e ha infiltrato i suoi servi nella DC

    ora sta idealmente in piazza a Roma col pd e tutti i 20.000 sinistri contro Salvini. La massoneria è da sempre contro le religioni, ma ventimila, anche se i calcoli siano esatti per difetto, NON POTRANNO AVERE MAI IL SOPRAVVENTO SU 60 MILIONI DI CATTOLICI !

    Gente come questo potrebbe mai fare qualcosa di utile per i cristiani o chiunque sia di buona volontà per il bene nel mondo ?

  • PieroValleregia
    12 Nov 2018

    salve
    bisogna anche vedere quanti, di quei sessanta milioni, siano davvero cattolici o risultino tali solo perchè battezzati …
    Il presunto progresso, la 600, il frigo, la città piuttosto che la campagna, l’aborto, il divorzio, prima, il tablet, l’aperipizza e gli afterhour, il gender adesso hanno svuotato l’anima ad un buon 70% di persone.
    Si è smarrito il sano buon senso, l’interiorità e si è buttata nel water la demarcazione tra male e bene sostituendola con il più bieco relativismo …
    un saluto
    Piero e famiglia

    • atlas
      13 Nov 2018

      … e non si parla/scrive nemmeno più del reato di ‘terrorismo internazionale’. E certo, sarebbero in difficoltà i regimi (e i loro servizi di sicurezza) del c.d. ‘occidente’ per quanti ne hanno inviati in Siria di wahhabiti e salafiti …

  • songanddanceman
    13 Nov 2018

    A parte che ( come dice giustamente la Redazione ) la causa
    che ha scatenato tutte le guerre del medio oriente e non solo
    è da attribuire agli ” Occidentali esportatori di democrazia ”
    (USA-sionisti in primis , e poi ai Francesi & Inglesi).

    La prima persona a cui si dovrebbe dare il libro di Gianni Micalessin
    è proprio Papa Francesco … !!
    I primi a doversi indignare delle persecuzioni verso i cristiani
    dovrebbero essere i capi bastone della Chiesa cattolica.
    Invece vedo che Papa Francesco
    ama soffermarsi di più sul rispetto del creato
    o sull’aiuto agli ultimi …. meglio se clandestini africani e musulmani ,
    in perfetta sintonia con i filantropi sorosiani .
    Che si tratti di sistematica persecuzione verso un credo religioso
    è un dato di fatto che solo un cieco non vedrebbe,
    eppure sembra che il nostro Pontefice faccia fatica a parlare dell’argomento.
    Non si può ridurre il cristianesimo a una onlus per gli immigrati africani.
    Almeno una volta il Papa potrebbe fare il nome di Chi perseguita i cristiani,
    lo sappiamo tutti che sono gli islamici e lo diciamo,
    ma Lui lo tace.
    Non é ” polically correct ” , e Lui invece é molto, molto “polically correct ” ..

    • atlas
      13 Nov 2018

      se scrivi che sono gl’islamici e non i wahhabiti a perseguitare i cristiani fai un favore ai giudei. Ma loro non hanno bisogno di un gentile che magari di lavoro fa il panettiere, hanno amici più potenti, 3/4 di mondo massone

  • Sed Vaste
    23 Nov 2018

    Digitate:” jenin jenin documentario” 52 minuti in cui gli ebrei fanno vedere di essere Democratici brave persone aperte all dialogo e sopratutto propensi alla pace a tutti I costi anche alla guerra

Inserisci un Commento

*

code