Germania in crisi: Crescita sempre maggiore delle opposizioni al governo Scholz

In Germania il numero degli iscritti al partito AfD è cresciuto del 37% dalla fine del 2022
Berlino , 2 gennaio 2024. In Germania, varie fonti segnalano che l’adesione al partito Alternativa per la Germania (AfD) è cresciuta del 37% dalla fine del 2022. Lo riferisce anche l’agenzia tedesca Dpa.

La pubblicazione afferma che il numero di nuovi membri nelle file del partito è stato di 40.131, con un aumento del 37% rispetto alla fine del 2022, quando il partito contava 29.296 iscritti.
AfD è stata fondata nel febbraio 2013. Il partito esce con un’agenda di destra. Nelle elezioni del Bundestag tenutesi nel settembre 2021, l’AfD aveva raggiunto il 10,3% dei voti e ha ottenuto 67 seggi in parlamento.

A luglio si è saputo che gli indici di popolarità del Partito socialdemocratico tedesco (SPD), di cui fa parte il cancelliere Olaf Scholz , e del partito Alternativa per la Germania (AfD) erano uguali e ammontavano al 19%, in forte calo.
Come hannno riferito le fonti , l’8 dicembre in Sassonia il ramo del partito Alternativa per la Germania (AfD) è stato riconosciuto come estremista di destra. Si è notato che questo è il terzo Stato federale in cui è stata adottata una misura del genere contro il partito. È stato riferito che l’esame legale condotto per diversi anni ha dimostrato che il partito “senza dubbio” persegue obiettivi incostituzionali.
Per tale motivo gli ambienti politici filo governativi hanno sostenuto che l’AfD è una minaccia crescente per la democrazia. (https://www.dw.com/en/germany-afd-a-growing-threat-to-democracy-says-minister/a-67839373).
Il ministro degli Interni della Turingia ha messo in guardia dai pericoli per la democrazia man mano che l’estrema destra AfD guadagna consensi. Il suo avvertimento arriva mentre il suo stato e altri due stati affrontano le elezioni l’anno prossimo, con l’AfD in testa nei sondaggi.

È stato chiarito che la decisione di mettere sotto sorveglianza AfD consentirà alle autorità federali di ampliare l’arsenale di mezzi di sorveglianza dell’organizzazione. A livello federale, il partito è “sospettato di estremismo”, considerato una minaccia minore.
Maier, membro dei socialdemocratici del cancelliere Olaf Scholz , ha dichiarato al quotidiano Süddeutsche Zeitung che “gli estremisti di destra dell’AfD sotto Björn Höcke cercano con tutti i mezzi di minare la democrazia dall’interno”.
Da notare che, a fine novembre, il partito di destra Alternativa per la Germania (AfD) ha chiesto le dimissioni del governo tedesco e elezioni anticipate.

L’appello è arrivato in concomitanza con la pubblicazione dei risultati di un sondaggio secondo cui due terzi dei cittadini ritengono che il cancelliere Olaf Scholz non sia in grado di far fronte alla crisiSecondo i risultati di un sondaggio condotto dall’istituto di ricerca sull’opinione pubblica Forsa, il 66% degli intervistati ha affermato che Scholz non è in grado di far fronte all’attuale situazione di crisi che vede la Germania in recessione. Dai risultati dello stesso sondaggio, solo il 24% lo considera un politico competente.

Nota: Questo rappresenta un campanello d’allarme per il governo Scholz che si prepara a misure repressive contro l’opposizione con il pretesto del “pericolo per la democrazia”. In realtà si è visto che la democrazia funziona soltanto in una direzione: quella di mantenere gli interessi della classe politica dominante.
Inoltre il pericolo per l’assetto di governo non viene solo da AfD ma anche dall’estrema sinistra, quella rappresentata da Sahra Wagenknecht (nella foto), in procinto di fondare un nuovo partito e in crescita di consensi. Il suo programma in sintesi: limitare il predominio delle grandi imprese, garantire una concorrenza leale, aumentare salari e pensioni. In politica estera, è a favore della revoca delle sanzioni contro la Russia e del blocco delle consegne di armi all’Ucraina.

Questo programma trova il consenso di una buona parte degli elettori tedeschi, a prescindere dagli schemi destra sinistra, ormai obsoleti. Il programma della Sahra Wagenknechte quello della AfD hanno vari punti in comune e questa crescita dell’opposizione è in grado di mettere nell’angolo il governo Scholz che potrebbe subire una nuova batosta, dopo quella già subita in Baviera e Assia. Nelle prossime elezioni europee si potrebebro vedere delle sorprese nell’assetto politico tedesco.

Fonti: Agenzie

Traduzione e nota: Luciano Lago

2 commenti su “Germania in crisi: Crescita sempre maggiore delle opposizioni al governo Scholz

  1. Bene, benissimo. in Germania estrema destra ed estrema sinistra hanno molti punti in comune: critica radicale al servilismo verso UE, USA e sionisti, via da Nato e UE. Sistema sociale che metta il guinzaglio, anzi una bella catena al collo, ai potentati finanziari. Cambio delle alleanze internazionali, sostegno all’asse della resistenza in medio oriente, collaborazione politica ed energetica con i paesi Brics. Io lo definirei un programma popolare nazional socialista, niente a che vedere con il nazismo. Un programma politico nazional socialista deve basarsi su INDIPENDENZA NAZIONALE e GIUSTIZIA SOCIALE buttando nella pattumiera della storia liberismo e progressivismo e quindi non può avere in sè concetti imperialisti, colonialisti, suprematisti e di odio etnico e razziale. Concetti che sono invece nel DNA della ideologia liberale, progressista, mercantile, democratica e globalista, oggi rappresentata da USA-UK-UE e SIONISTI, ovvero da quel miliardo che crede di essere “più civile” e “superiore” agli altri sette miliardi di nostri simili !

  2. Great beat ! I wish to apprentice at the same time as you amend
    your site, how could i subscribe for a blog web site? The account aided me a applicable deal.

    I have been a little bit familiar of this your broadcast provided brilliant transparent idea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM