Germania e NATO colte in flagrante nella pianificazione della guerra

di Finian Cunningham

Se si confermasse che il ponte in Russia è stato colpito da un missile, sembrerebbe che la guerra della NATO contro la Russia abbia raggiunto un nuovo limite.
I leader militari tedeschi potrebbero aver pasticciato scioccamente nelle loro discussioni private sui piani operativi contro la Russia. Tuttavia, la sicurezza della loro comunicazione incompetente – per quanto ridicola – non diminuisce la serietà di ciò di cui si stava discutendo.

Il tenente generale Ingo Gerhartz e i suoi aiutanti stavano seriamente valutando i mezzi tecnici e di propaganda con cui colpire la Russia con missili balistici a lungo raggio. In breve, un membro della NATO è stato colto in flagrante mentre ordiva un atto di guerra contro la Russia.

Dopo che i media russi hanno pubblicato l’audio della conversazione, la reazione tedesca è stata quella di liquidarla come un esercizio di guerra cerebrale e come un tentativo della disinformazione russa di indebolire il governo di Olaf Scholz.

Questo offuscamento da parte di Berlino non servirà a nulla. Il fatto incontrovertibile è che i comandanti tedeschi stavano riflettendo su come “ottimizzare” la capacità offensiva ucraina per colpire obiettivi russi con il missile da crociera tedesco Taurus a lungo raggio. Si suppone che l’arma non sia stata ancora fornita al regime ucraino a causa delle preoccupazioni di alcuni politici tedeschi che ciò potrebbe aggravare la guerra con la Russia. Dall’audiocassetta risulta chiaramente che i capi militari tedeschi sono frustrati dal fatto che i politici non abbiano ordinato la fornitura della Taurus.

Gerhartz, il capo dell’aeronautica tedesca, dice ai suoi subordinati senza mezzi termini: “Stiamo combattendo una guerra che utilizza una tecnologia molto più moderna della nostra buona vecchia Luftwaffe”.

Generale tedesco, Gerhartz, conversazione registrata dai servizi di intelligence russi

Ecco qua: il massimo comandante tedesco dice inequivocabilmente: “Ora stiamo combattendo una guerra”.

Prosegue inoltre rivelando che gli eserciti americano, britannico e francese sono profondamente coinvolti nella logistica e nella pianificazione degli attacchi da parte delle forze ucraine.

Sappiamo da numerose altre fonti che gli eserciti della NATO sono impegnati sul terreno in Ucraina nella lotta contro le forze russe. I sistemi missilistici americani HIMARS e Patriot, nonché i missili da crociera britannici Storm Shadow e francesi Scalp, sono gestiti con la competenza militare di questi membri della NATO.

Tuttavia, quello che è molto dannoso della fuga di informazioni militare tedesca è la misura in cui i comandanti tentano di nascondere il coinvolgimento della Germania in una guerra con la Russia. La tortuosa conversazione su come evitare l’imputazione dei militari tedeschi rende chiaro che l’alto comando tedesco conosce perfettamente la gravità di ciò che stanno organizzando. Stanno discutendo della condotta di una guerra segreta contro la Russia. Ciò equivale al crimine di aggressione e corre il rischio di iniziare una guerra totale che senza dubbio si trasformerebbe in una conflagrazione nucleare.

Ad un certo punto della discussione con i suoi interlocutori, il tenente generale Gerhartz parla della necessità di nascondere il coinvolgimento militare diretto della Germania nella fornitura di missili Taurus all’Ucraina.

Dice: “Capisco di cosa stai parlando. I politici potrebbero essere preoccupati per il collegamento diretto e chiuso tra Büchel [base aerea tedesca] e l’Ucraina, che potrebbe trasformarsi in una partecipazione diretta al conflitto ucraino. Ma in questo caso possiamo dire che lo scambio di informazioni avverrà tramite MBDA [il produttore tedesco di Taurus] e invieremo uno o due dei nostri specialisti a Schrobenhausen. Naturalmente questo è un trucco, ma da un punto di vista politico potrebbe sembrare diverso. Se le informazioni vengono scambiate tramite il produttore, queste non sono associate a noi.”

Questa è una prova autoincriminante che l’alto comando tedesco sta partecipando ad una cospirazione per espandere la guerra contro la Russia. L’unica riserva è quella di non identificarsi pubblicamente nel compiere atti di guerra. Con estremo cinismo, i vertici militari tedeschi cercano un modo per rivendicare una plausibile smentita dopo il delitto.

L’ex presidente russo Dmitry Medvedev, ora vicepresidente del Consiglio di sicurezza nazionale, ha affermato correttamente il concetto quando ha affermato che le registrazioni audio trapelate dimostrano che la Germania sta pianificando una guerra contro la Russia.

Missili tedeschi richiesti dall’Ucraina

Berlino ha respinto le affermazioni di Medvedev definendole “assurde”. Berlino è quella che si comporta in modo assurdo se pensa che le conversazioni dei suoi leader militari possano essere spacciate come semplici battute o giochi di guerra teorici.

Nella discussione di 38 minuti, il comandante della Luftwaffe e i suoi sottoposti parlano esplicitamente della fornitura di un massimo di 100 missili Taurus affinché le forze del regime ucraino possano colpire in profondità la Russia. I vertici tedeschi si riferiscono al Taurus come ad un “super strumento” e identificano specificamente la distruzione di un importante ponte a est, che è presumibilmente il ponte di Kerch che collega la terraferma russa alla Crimea.

Il missile tedesco ha una gittata di oltre 500 chilometri, doppia rispetto a quella delle armi britanniche o francesi.

Sembra che l’esercito tedesco si stia assumendo il compito di condurre attacchi profondi in Russia. Secondo quanto riferito , Londra sta esortando Berlino a fornire i missili Taurus nonostante l’imbarazzo della conversazione privata trapelata.

Questa settimana è stato riferito che un ponte ferroviario è stato distrutto nella provincia di Samara, nel sud-ovest della Russia, vicino alla città di Chapaevsk. La località è più a est di Mosca e si trova a circa 1.000 km dalle linee del fronte del regime di Kiev, sostenuto dalla NATO, in Ucraina. Sembra che l’attacco sia stato un colpo di precisione.

Come hanno notato i comandanti tedeschi nelle loro discussioni, il crollo di un ponte è una delle operazioni aeree più difficili che richiede capacità di precisione e sofisticate evasioni radar. La loro conversazione è avvenuta il 19 febbraio. La fuga di notizie è stata pubblicata lo scorso fine settimana. I media riferiscono che il governo tedesco è contrario a firmare la fornitura dei missili. Ma con così tante cose che accadono alle spalle del pubblico, chissà se e quando queste armi verranno rilasciate? Ci sono già state?

Se si confermasse che il ponte vicino a Chapaevsk è stato colpito da un missile, sembrerebbe che la guerra della NATO contro la Russia abbia raggiunto un nuovo limite inquietante.

Alcuni media occidentali hanno commentato che la pubblicazione russa del nastro audio della Luftwaffe lo scorso fine settimana aveva lo scopo di mettere in imbarazzo il cancelliere tedesco Olaf Scholz inducendolo a escludere definitivamente qualsiasi fornitura di missili Taurus all’Ucraina. Tuttavia, tale speculazione presuppone che Scholz abbia il controllo dei suoi comandanti militari. Molto probabilmente non gli rispondono; rispondono alla potenza occupante in Germania – gli Stati Uniti.

Fonte: Strategic Culture

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “Germania e NATO colte in flagrante nella pianificazione della guerra

  1. Mi risulta che la gittata del Taurus KEPD 350E tedesco (e svedese) sia certo superiore a quella degli Storn Shadow e SCALP (angli e francesi, progetto Matra), ma se arriva al massimo a 500 chilometri per i modelli da esportazione scende fra i 300 e i 400 chilometri, distanza comunque sufficiente per colpire la conurbazione di Mosca … Il fatto è che bisogna vedere quanti Taurus hanno effettivamente a disposizione e attivi i tedeschi e, fra questi, quanti ne consegneranno agli ukronazi (si parla di 100 o addirittura di 150), perché molti di questi missili in possesso dei tedeschi hanno “la certificazione scaduta” e quindi risultano scaduti (possono esplodere in fase di lancio?).

    Comunque il NYT (non io!), un rotolo di carta igienica controllato ferreamente da ebrei dell’élite e globalisti-imperialisti, sostiene che queste armi, compresi gli F-16, non potranno cambiare, sul campo di battaglia che è ciò che conta, le sorti del conflitto e quindi la OMS non si fermerà.

    Cari saluti

    1. Ciao Eugenio, esatto la versione da esportazione sembra che arriva a 300 km. Tuttavia anche se la distanza può bastare a colpire all’ interno, più distanza percorrono più diventano intercettabili ed abbattibili dai sistemi a corto raggio, non essendo ipersonici. Quelli , Khizal, fanno danni anche senza carica data la velocità. Inoltre il capo delle forze armate tedesche di terra, nell’ intercettazione, avrebbe dichiarato che per distruggere un infrastruttura come il ponte di kerch ne servirebbero forse una dozzina o più. Lanciati da un paio di squadriglie di F-16. Non un operazione semplice. Falliranno come i decantati Himars, avendo carica simile in peso. Credo che vogliano prendere di mira i depositi di armi e carburante dietro le linee. Saluti

  2. Probabilmente l’ Ucraina ha già i Taurus, come alcuni f16. I Taurus sono solo una versione più sofisticata degl’ Himars americani. In quanto a prestazioni intendo. E sappiamo tutti qui che fine hanno fatto. Il loro problema logistico rimane mandare personale, da infiltrati probabilmente come hanno già fatto coi carristi per i Leopard. Una riedizione di ciò già visto con gl’ equipaggiamenti Mlrs avanzati americani, e dei loro infiltrati. Putin si sente nettamente superiore a questo. Ma i folli smascherati forse hanno capito che con lo Zar non si scherza. Ponte di Chapaevsk? Cerco di saperne di più..saluti

  3. Visto le notizie sconvolgenti che leggiamo tutti i giorni non portano nessuno spiraglio di distensione, suppongo che l’uomo oramai è arrivato al capolinea della sua evoluzione pertanto sarà solo questione di tempo prima che tutto ciò succederà. Non che i russi siano dei santi ma quantomeno danno valore alla vita, mentre dall’altra parte danno x scontato che non c’è piu una soluzione al problema che loro stessi anno creato. Se io sarei al posto dei russi, sempre che non siano già pronti, contro altre provocazioni scatenetei l’inferno che alla fine è quello che i nostri vogliono arrivare. A partí inverse saremmo già polvere nell universo.

  4. Secondo me, i tedeschi hanno fatto appositamente questa conversazione non criptata per farla intercettare.
    Credo che la Germania non voglia entrare in conflitto con la Russia.
    Con questa conversazione, si intuisce che i militari prendono ordine dai loro superiori che si trovano oltre oceano.
    A presto il fronte difensivo Ukraino cederà completamente, poi i leader europei dovranno dare spiegazioni ai propri popoli.
    Lì cadranno le maschere!

  5. Chapaevsk, colpito un ponte ferroviario. Nonostante sia convinto che gl’ Ucraini hanno già bombardieri e missili capaci di colpire in profondità, hanno scritto che si trova a 1000km dal confine Ucro. Troppi per un missile aria aria lanciato. Forse un sabotaggio d’ infiltrati o delle forze speciali. Saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM