Geopolitica europea


di Jacques Henry.

Le tensioni si riaccendono in Ucraina attraverso il Partito Democratico Americano. È una vecchia storia che risale all’amministrazione Obama. La vera ragione di queste fragorose dichiarazioni provenienti principalmente dall’Occidente è la realizzazione del gasdotto Nord Stream 2.
Gli americani vogliono controllare gli approvvigionamenti energetici dell’Europa occidentale e con pochi mesi dal pensionamento della Cancelliera Merkel è stato necessario fare pressione sulla Germania, il paese europeo più impaziente di avere accesso al gas naturale russo. La politica di “inverdimento” del settore energetico tedesco ha incontrato enormi difficoltà durante lo scorso inverno: mulini a vento a mezz’asta, pannelli solari innevati, che hanno dimostrato che il passaggio all’energia rinnovabile (intermittente) non è stato acquisito. Tant’è che le centrali termoelettriche che avrebbero dovuto essere chiuse definitivamente hanno dovuto riprendere il servizio all’ultimo minuto a causa delle condizioni meteorologiche. Se tra meno di un anno il gasdotto Nord Stream 2 non sarà operativo, la situazione per l’intera economia tedesca diventerà molto delicata.

Allora cosa sta succedendo nel Donbass? Il governo centrale di Kiev ha dato carta bianca a gruppi neonazisti pesantemente armati per “sfogarsi” bombardando popolazioni civili qua e là. Questi neonazisti sono sostenuti dalla CIA, che vuole fomentare le tensioni tra il Donbass cristiano di lingua russo e ortodosso e il resto del paese di “lingua ucraina”, con un dialetto vicino al polacco, devi chiamare le cose con il suo nome, e prevalentemente cattolica.
Che i russi abbiano deciso di effettuare manovre militari sul loro territorio, nulla glielo impedisce. L’abbaiare del Segretario generale della NATO rasenta la commedia. Immaginate che il governo svizzero esprima la sua disapprovazione al governo francese perché battaglioni di cacciatori alpini dell’esercito francese sono in manovra nel massiccio del Monte Bianco,

Forze russe in Crimea

Gli Stati Uniti, nel loro sogno egemonico, vogliono integrare l’Ucraina nella NATO e né la Russia né la Bielorussia vogliono sentirne parlare. D’altra parte, la CIA afferma che l’oblast di Kaliningrad deve essere soppresso perché non ha motivo di esistere. È anche rivelatore che le azioni della CIA in questo territorio russo coincidono con i recenti eventi in Ucraina. La disinformazione organizzata dalla CIA è così efficace che i capi di stato europei chiedono ora alla Russia di ritirare le sue truppe dal Donbass! Pensiamo di sognare. La Russia prende in giro l’Ucraina, ma reagirà se avventurieri suicidi oseranno entrare in territorio russo. È normale.

Il Partito Democratico degli Stati Uniti vuole iniziare una guerra per rilanciare l’economia americana perché solo il complesso militare-industriale americano è ancora funzionante. La Russia vuole vendere il suo gas e non si preoccupa dell’atteggiamento degli ucraini. D’altra parte, qualunque sia la sua nazionalità e la natura della sua missione, una nave che entra nel Mar Nero non può rimanervi per più di tre settimane (Convenzione di Montreux, 1936) se non batte la bandiera di uno dei paesi rivieraschi. Le navi della Marina degli Stati Uniti. sono stati costrette a lasciare il Mar Nero di recente.

Forze USA in Ucraina


Infine l’Ucraina è un paese diviso e secondo gli statuti della NATO nessun paese candidato a entrare a far parte di questa organizzazione deve prima risolvere i suoi problemi nazionali. Questi problemi risalgono a più di due secoli fa ed è una scommessa sicura che l’unica soluzione è una divisione di questo paese artificiale. Per quanto riguarda il gas russo, la Germania finirà per battere il pugno sul tavolo per dire agli americani che si stanno occupando dei loro problemi interni, che smettono di mentire come hanno fatto dall’11 settembre e che riconoscono di non avere più alcun diritto. rispetto ad altri paesi del mondo.

fonte: jacqueshenry.wordpress.com

Traduzione: Gerad Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus