APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Gentiloni tranquillizza Junker

di Luciano Lago

BRUXELLES  – A poche settimane dal voto in Italia, dall’oligarchia della Ue si manifesta una presa di posizione netta sugli scenari post-voto in Italia.

Arriva il messaggio dal più alto rappresentante dei tecno burocrati della UE, Jean Claude Juncker, il quale ha voluto commentare gli scenari del dopo elezioni in Italia, il presidente della Commissione Europea ha levato il suo “monito”. Junker, in un momento di sobrietà, non ha usato giri di parole e ha lanciato un allarme sul nostro Paese: “C’è un inizio di marzo molto importante per l’Ue. C’è il referendum Spd in Germania e le elezioni italiane, e sono più preoccupato per l’esito delle elezioni italiane che per il risultato del referendum dell’Spd. Dobbiamo prepararci allo scenario peggiore, cioè un Governo non operativo in Italia”.

Di fatto Juncker ha voluto collegare gli scenari del voto anche agli equilibri sui mercati internazionali: “È possibile una forte reazione dei mercati nella seconda metà di marzo, ci prepariamo a questo scenario”.

Le parole di Juncker arrivano poco prima della conferenza sul Sahel che si terrà domani a Bruxelles. Al centro del vertice i rapporti tra Ue e Africa: “Siamo il primo partner del Sahel e dell’Africa in generale. Vogliamo aiutare questa Regione a essere più sicura e più forte e offrire opportunità per il futuro dei suoi abitanti, in particolare i giovani”. Una grande sensibilità dimostrata da Junker per l’Africa e per gli africani che lui ed i suoi sodali di Bruxelles vogliono  far sbarcare  in Europa in gran numero per risolvere i loro problemi.

La Commissione Europea, indifferente ai disastri che ha provocato con le sue politiche di austerità, si preoccupa per l’esito delle elezioni in Italia e mette le mani avanti per anticipare i possibili effetti sui mercati delle elezioni nel “bel paese”, quasi a voler far intendere che, un eventuale esito delle elezioni che non sia gradito all’oligarchia della UE, potrebbe far scatenare delle conseguenze negative sui mercati, con la risalita dello spread e con l’abbassamento del rating sul debito italiano.

Già pronti quindi gli strumenti della finanza per far capire chi comanda e chi decide sull’Italia, qualunque sia il risultato elettorale, nè più nè meno di come è accaduto in Grecia. Molto chiaro il messaggio per tutti quelli che pensano che un nuovo governo italiano disponga di un qualche potere contrattuale per trattare in Europa, rimanendo ancorato all’euro ed ai trattati sottoscritti con la UE.

Gentiloni tranquillizza Soros

Quasi subito dopo le parole di Juncker è arrivata puntuale e deferente la risposta del premier Paolo Gentiloni: “Tranquillizzerò Juncker, i governi sono tutti operativi. Non ci sono governi più operativi e meno operativi. I governi governano”.

Gentiloni ha colto l’occasione per lanciare anche lui un allarme sul “pericolo del fascismo” dichiarandosi preoccupato dal ritorno di posizioni fasciste, “un fenomeno però non solo italiano ma che sta coinvolgendo l’Europa: “Il disagio sociale molto spesso si trasforma in forme di nazionalismo, intolleranza verso gli stranieri e questo va evitato….”

Si scopre quindi la strategia di Gentiloni e della sinistra del PD e soci minori: coprirsi le spalle con il pericolo del “ritorno del fascismo” e convincere l’opinione pubblica che soltanto il PD e soci possa garantire la stabilità dei mercati, oltre naturalmente all’attuazione delle direttive che Bruxelles e Francoforte hanno già predisposto per l’Italia. Per il “nostro bene” naturalmente.

*

code

  1. HERZOG 7 mesi fa

    Non mi risulta che ci siano fascisti in giro a tagliare a pezzi Giovani ragazze ,e neanche fascisti che legano e picchiano esponenti del PD ,si vede che Gentiloni a star vicino a quell’ ubriacone fossa di scolo di Juncker sta diventando come lui . Juncker un degno rappresentante dell’Europa che se poi sale su il Berlusca prta LA fi.. E Juncker il Bere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 7 mesi fa

      Se fai caso gentiloni tranquillizza juncker, facciadascemo di maio tranquillizza juncker, berlusconi dopo aver ben leccato il culo alla merkel che già lo aveva licenziato tranquillizza juncker, salvini ritratta certi programmi per tranquillizzare juncker, renzi ha da tempo tranquillizato juncker ma non è tranquillo lui perchè ha la bonino che per juncker è più tranquillizzante di lui…e comunque tutti tranquillizzano juncker… nessuno tranquillizza noi??? che stiano facendo la campagna elettorale solo per juncker??? Che ci andasse juncker a votare..tra l’altro per tranquillizzare juncker bastano un paio di dubilitri di vino e si tranquillizza da solo… domanda: ma perchè dobbiamo accettare sto teatrino???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Eugenio Orso 7 mesi fa

      “Non mi risulta che ci siano fascisti in giro a tagliare a pezzi Giovani ragazze ,e neanche fascisti che legano e picchiano esponenti del PD”
      Questo è di molto vero, come direbbero i toscani …
      In compenso, ci sono i mercenari di Soros, cioé autonomi e alcuni “centri sociali”, che io chiamerei a-sociali, i quali picchiano gli attacchini di Forza Nuova o devastano arredi urbani e picchiano gli sbirri perché c’è il comizietto di Casa Pound …
      Chiaro il messaggio?
      Quando si arriva vicini a una scadenza elettorale, anche se truffa con governi già decisi indipendentemente dal voto, escono dal cappello a cilindro dell’élite gli “anti-fascisti” che menano e intimidiscono.
      Sarà un caso?

      Cari saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenio Orso 7 mesi fa

    1) l’ubriacone prottetore dei grandi evasori Juncker dice semplicemente che se il governo futuro non sarà come i precedenti, i suoi padroni assassini utilizzeranno l’arma dei mercati finanziari per fare a pezzi l’italia.
    2) la merda piddiota Gentiloni batte i tacchi e assicura che anche il futuro governo sarà gradito alla troika.
    3) la merda Gentiloni agita l’inesistente “pericolo fascista” per nascondere la realtà sociale e economica del paese, che si riassume bene nel caso Embraco, ancora in corso.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. XD 7 mesi fa

      Verissimo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. max tuanton 7 mesi fa

    Una cosa e’sicura: I Negri e clandestini Della Boldrini sono come un esercito nemico accampato in Territorio italiano,ora voi credete che vi sia qualche partito In Grado di mandarli via? IMPOSSIBILE,prima economicamente e poi mettendovi Negroidi Hanno creato ad Arte una situazione irreversibile ,solo una rivolta sociale Fascista senza tanti fronzoli puo ricacciare da dove sono venuti questa teppaglia Zingari africani finti clandestini ecc.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mario Rossi 7 mesi fa

    Che le elezioni non servono a un cazzo questo lo si era capito già da tempo! da quando fecero il porcellum. Le leggi elettorali servoo solo ad assicurare il governo con 15 mil di voti, tranti quanti sono i prezzolati cittadini del sistema. Vedi infatti che hanno dato arretrati aumentato stipendi e chi più ne ha più ne metta. Questa volta la cosa è ancora più particolare perchè per domare anche il 5s è stata fatta una legge che assicurerà che non si potrà fare nessun governo all’indomani del voto!! ameno che……….. il capo di stato si prende su di se la responsabilità ( capirai quello smidollato di mattarella) e non nomini un premier che poi vada a cercare la maggioranza in parlamento. Per non dire che il capo del governo e il ministro delle finanze le nomina bruxell e fanno quello che gli dicono da fuori, il resto è tutta una teppaglia di maledetti grassatori provenienti naturalmente da PD e FI. Il tutto serve quindi per fare due finte coalizioni di centro destra e centro sinistra così che i coglioni del popolo pensino che sia tutto uguale e poi prendere que voti e farne carne di porco. Mi sembra di capire, anche se non ci dicono un cazzo naturalmente, che i conti non gli tornano, infatti la somma di PD e FI non fa la maggioranza e per questo Junker è preoccupato, stara dicendo: quei coglioni degli italiani mi avevano assicurato che il tranello avrebbe funzionato!!!! Per questo cominciano violenze e problemi sociali, tutti portati dai servizi segreti e non mi parrebbe streano che questa settimana arrivasse anche una ammazzatina mascherata da attentato, sempre organizzata dai nostri servizi naturalmente e con il beneplacido dei vari berlusconi, napolitano e renzi. Tutti gli altri non contano un cazzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace