Gaza in diretta: il peggioramento della carestia potrebbe “uccidere migliaia di persone” in pochi giorni

Il Ministero della Sanità di Gaza afferma che i bambini che muoiono a causa della disidratazione sono migliaia , mentre la “escalation della carestia” potrebbe “ucciderne altre migliaia” in pochi giorni, se ulteriori aiuti non arriveranno nella Striscia. Si dice anche che 96 persone siano state uccise e 172 ferite in 24 ore.

Il portavoce del ministero degli Esteri Majed al-Ansari afferma che il Qatar è “ottimista” sul fatto che un accordo sul cessate il fuoco o sulla cessazione delle ostilità possa essere raggiunto prima del Ramadan, mentre il presidente degli Stati Uniti Joe Biden afferma di sperare che “entro lunedì prossimo avremo un cessate il fuoco”.
Fonti hanno detto ad Al Jazeera che l’accordo potrebbe coinvolgere 400 prigionieri palestinesi e 40 prigionieri che si ritiene siano detenuti a Gaza.

Tre persone sono state uccise e tre ferite durante un raid delle forze israeliane nella Cisgiordania occupata. Sono stati segnalati scontri intensi anche nel campo profughi di Far’a.
Almeno 29.878 persone, soprattutto donne e bambini, sono state uccise e 70.215 ferite negli attacchi israeliani a Gaza dal 7 ottobre. Il bilancio rivisto delle vittime in Israele per gli attacchi del 7 ottobre è pari a 1.139.

Nota: Le notizie sulla tragedia di Gaza son sempre più rare sui media occidentali dove si tende a nascondere l’entità del massacro che Israele sta commettendo nella Striscia, non soltanto con i bombardamenti indiscriminati ma anche bloccando l’invio degli aiuti nella striscia dove la gente muore letteralmente di fame. I giorni passano e la tregua non arriva ma la situazione umanitaria è ormai catastrofica, come hanno avvisato tutte le organizzazioni internazionali. L’indifferenza dei governi europei a quanto sta avvenendo a Gaza è una prova della loro ignavia e della ipocrisia delle classi politiche che si preoccupano soltanto di non contrastare le decisioni prese a Washington di ostacolare e bloccare qualsiasi proposta di tregua presa in sede ONU. L’ultima risoluzione per una tregua a Gaza, proposta dall’Algeria, è stata rigettata dagli Stati Uniti.

Fonte: AL Jazeera

Traduzione e nota: Luciano Lago

5 commenti su “Gaza in diretta: il peggioramento della carestia potrebbe “uccidere migliaia di persone” in pochi giorni

  1. Mi è parso evidente fin da subito che l’oscena feccia genetica dei nazi adunchi non si limitava ai bombardamenti indiscriminati sulla Striscia, ma puntava alla morte per fame e per sete (senza acqua potabile) e per le malattie che si sarebbero sviluppate fra i civili palestinesi … Il fatto che i criminali ebrei uccidano i bambini mostra la loro volontà collettiva, senza eccezione alcuna, di eliminare una nuova generazione di palestinesi.

    A questo punto, non si parli soltanto del bieco assassino talmudico netanyahu, incolpandolo di tutto, non si distingua fra il “governo” dell’entità sionista e gli ebrei che la popolano, anzi, non si distingua fra questi e gli ebrei che governano gli usa, né fra questi e gli ebrei in generale, perché sono una sola cosa, senza distinguo!

    Cari saluti

  2. Purtroppo Gaza, e con essa ciò che rimaneva della Palestina dopo il 1948, si presta alla perfezione per lo sterminio sistematico. Dopo la costruzione del muro durante la seconda intifada nel 2006, prese vita il progetto. Chiudere i palestinesi tra i confini degl’ altri stati ed esso. Con una sola strada controllata principale per entrare od uscire, senza considerare il blocco navale. Stanno bombardando un mega lager a cielo aperto, praticamente. Così come possono impedire l’ accesso degl’ aiuti. Se nessuno interviene subito, militarmente o con una tregua, sarà una tragedia senza pari in tempi moderni

  3. Tutto esattamente come da copione della 2a guerra mondiale: gli USA che, per poter dominare il mondo, appoggiano, finanziano ed armano i gruppi ultra nazifascisti a disposizione (capitanati allora da Hitler e adesso da Zelensky, Navalny e Netanjahu), l’Europa asservita che li asseconda fino all’autodistruzione e i conseguenti genocidi, lager, bombardamenti. La civiltà’ occidentale, anziché’ progredire, regredisce di 80 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM