Gantz conferma: la batteria russa ha lanciato missili contro i caccia israeliani in Siria

I media israeliani hanno riferito oggi, martedì, che il ministro della Difesa israeliano, Benny Gantz, ha confermato che “una batteria antiaerea russa ha lanciato missili contro gli aerei dell’aviazione israeliana, durante un attacco alla Siria, circa due mesi fa”.

Le parole di Gantz sono arrivate in un’intervista durante la “conferenza nazionale” nella Gerusalemme occupata, in cui ha indicato che “questa operazione è avvenuta circa due mesi fa” e che è stata “l’unica volta in cui i russi hanno sparato contro gli aerei israeliani”, osservando che le forze di occupazione israeliane “hanno imparato le lezioni apprese” da questo incidente.

“Questo è stato un incidente occasionale, i nostri aerei non erano nell’oceano, la situazione era stabile”, ha detto Gantz. “Ma stiamo guardando questa storia come se stessimo iniziando (una nuova fase). Ed è bene farlo in questo modo”.

E il “Canale 13″ israeliano ha riferito, lo scorso maggio, ” che una batteria di difesa aerea gestita dai russi ha sparato, per la prima volta, missili contro aerei israeliani “. L’attacco è avvenuto quando i combattenti israeliani hanno attaccato l’infrastruttura industriale militare a Masyaf, nella parte occidentale del Paese, in diverse ondate.

Il rapporto ha sottolineato che questo evento “stabilisce un precedente, poiché i russi hanno fornito alla Siria quattro batterie S-300, che sono gestite da ufficiali dell’esercito siriano, ma coloro che prendono decisioni riguardo a queste batterie sono ufficiali russi”.

L’annuncio di Gantz arriva alla luce della tensione in cui stanno attraversando le relazioni tra Russia e “Israele” sullo sfondo della decisione russa di chiudere “l’Agenzia ebraica” .

Oggi, martedì, la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha espresso il rammarico del suo Paese per la recente posizione non costruttiva di Israele nei confronti della Russia.

In precedenza, il ministero degli Esteri russo ha convocato l’ambasciatore israeliano in Russia , Alex Ben-Zvi, sullo sfondo di una dichiarazione del primo ministro dell’occupazione, Yair Lapid, quando era ministro degli affari esteri dell’occupazione, lo scorso aprile, ” in cui ha condannato le pratiche della Russia in Ucraina”, descrivendole con “crimini di guerra”.

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM