"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Fusaro Vs Ong: “Vanno fermate. Ormai utili contro stati sovrani e a rivoluzioni colorate”

di   Americo Mascarucci

E’ rottura fra il Viminale e le Ong sul codice di condotta per i salvataggi nel Mediterraneo. Medici senza Frontiere e altre organizzazioni si sono rifiutate di firmare il regolamento. Msf  ha accampato come scusante il fatto che il loro statuto non consente armi a bordo delle navi, fatto questo che renderebbe impossibile la possibilità di accettare la presenza di poliziotti. Diverso il giudizio di Save The Children fra le poche ad aver apposto la propria firma.

Cosa accadrà adesso nel momento in cui le Ong dovessero trasgredire le regole del codice, ad iniziare dal divieto di segnalare la propria presenza ai barconi e di avvicinarsi alle acque territoriali libiche? E soprattutto, può essere consentito alle Ong di sottrarsi a regole di condotta che l’Italia per altro ha condiviso con l’Europa? Intelligonews lo ha chiesto al filosofo Diego Fusaro.

Fusaro Vs Ong: ‘Vanno fermate. Ormai utili contro stati sovrani e a rivoluzioni colorate’

Medici senza Frontiere e altre Ong si sono rifiutate di sottoscrivere il codice di condotta predisposto dal Viminale. Che significa?

“Una reazione che non mi stupisce a dire il vero, visto che molte di queste Ong altro non sono che strumenti utili a scavalcare gli stati sovrani democratici e nazionali a vantaggio di realtà sovranazionali e della global-class dominante”.

Ma possono delle Ong rifiutarsi di sottostare a delle regole e continuare con azioni che al di là dell’aspetto umanitario che nessuno discute, producono un impatto significativo sull’Italia incrementando un’immigrazione sempre più insostenibile?

“Siamo di fronte a forme di de-regolamentazione analoghe a quelle del mercato, rivolte proprie ad aggirare le regole degli stati sovrani. Il fatto che le Ong rifiutino di firmare il codice di condotta non fa che alimentare i sospetti di chi ritiene che dietro gli scopi filantropici e i salvataggi di vite umane, vi possano essere invece logiche legate al profitto”.

Medici senza Frontiere però risponde che non può accettare la presenza di persone armate a bordo perché in contrasto con la sua natura esclusivamente pacifista.

Diego Fusaro

“Se dicono questo ne prendiamo atto, ma come detto sopra non possono che nascere legittimi sospetti in ordine ai timori che la presenza di poliziotti a bordo potrebbe ingenerare. Così sembra che le azioni umanitarie possano nascondere interessi privati e non governativi. Non dimentichiamo che alcune Ong sono state determinanti per favorire certe rivoluzioni colorate in alcuni paesi, ad iniziare dall’Ucraina e da altri stati dell’ex Unione Sovietica, che hanno visto i propri governi destabilizzati proprio da queste rivoluzioni”.

Cosa dovrebbe fare a questo punto il Governo italiano?

“Il Governo deve regolamentare le Ong per legge e sincerarsi che agiscano per motivi davvero umanitari nel quadro di interessi nazionali”.

Ma se queste si rifiutano?

“Allora in quel caso deve essere interdetta loro la possibilità di agire sul territorio nazionale”.

Fonte: Intelligo News

*

code

  1. gino 5 mesi fa

    msf non accetta armati a bordo perchè è pacifista? e chi se ne fotte! noi non siamo pacifisti e gli bombardiamo le navi :))

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Anonimo 5 mesi fa

      cosi si fa..ma cosa si aspetta…bombardiamoli…azz

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Jack 5 mesi fa

    Sono tutte organizzazioni che servono a qualcuno come alibi per scopi criminali.”Sembra”..eh..”Pare”..”Forse”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giorgio 5 mesi fa

    L’autore dell’articolo si chiede: “Cosa dovrebbe fare a questo punto il Governo italiano?”, CANNONEGGIARE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. annibale55 5 mesi fa

    Io comincerei a chiamare le navi ONG che sbarcano immigrati con il loro vero nome: NAVI NEGRIERE. Inutile girarci intorno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Werner 5 mesi fa

    Le ONG “umanitarie” (termine usato per nascondere il fatto che stanno attuando il Piano Kalergi) agiscono consapevolmente sorvolando le leggi e le regole di uno stato. Questo atteggiamento mi ricorda quello di un noto speculatore finanziario ottuagenario che li finanzia pure.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. andrea z. 5 mesi fa

    Una speculazione finanziaria miliardaria sui vaccini? Un lettore mi ha reso nota l’esistenza di “Vaccine Bonds”, obbligazioni sui vaccini, che servono a raccogliere fondi per vaccinare i bambini del Terzo Mondo. Un investimento che “ha già salvato milioni di vite umane”, secondo i siti ufficiali. Una operazione altamente umanitaria, commovente – se non fosse che, nei prospetti per gli acquirenti di tali obbligazioni, si dice che essi hanno dato “rendimenti estremamente buoni” (extremely good returns), o “un ritorno significativo sull’investimento”. La filantropia umanitaria estrae un lucro finanziario ragguardevole dai vaccini: e da dove?

    http://www.maurizioblondet.it/le-obbligazioni-sulla-morte-anche-le-obbligazioni-sui-vaccini-rendono-un-bellinteresse/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Eugenio Orso 5 mesi fa

    Quei nidi di spie, di destabilizzatori e di terroristi senza armi da fuoco che sono le Ong dovrebbero essere spazzati via senza pietà.
    Ricordate i ‘caschi bianchi’ in Sira, che uccidevano i bambini facendo filmati per dimostrare l’uso di armi chimiche da parte di Assad?
    I medici senza frontiere possono andare affanculo! Se vogliono sfuggire alle norme degli stati nazionali che ne paghino le conseguenze!
    Ong ‘umanitarie/diritti umani’ = liquame mercenario del più feroce neocapitalismo globalista!

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Citodacal 5 mesi fa

    Si è giunti alla discussione sull’ovvio. Vien chiesto a Fusaro cosa debba fare a questo punto il Governo italiano: quello che è tenuto a fare nel caso di evasione fiscale, atti criminali e tutto ciò che violi la legge (per il che non si pone il dubbio se farlo o meno, qualora a sproposito, nei confronti dell’inerme singolo cittadino; per il quale, oltre alla difesa legale, esiste pur sempre una disobbedienza civile che non mi pare contemplabile nel caso del comportamento delle ONG in questione).
    In merito al “pacifismo” retorico e peloso del tipo Medici senza Frontiere, verrebbe difficile considerare le campagne militari condotte da Marco Aurelio come quelle provocate e mosse da un guerrafondaio; corretto rispettare le prese di posizione di chiunque, finché non divengano pretesti artificiali (molti di coloro che servirono come assistenti di sanità durante la WWII in qualsivoglia esercito scelsero di farlo perché contrari all’idea d’ammazzare un altro uomo; vennero spesso uccisi per soccorrere i feriti, mostrando di frequente un coraggio inusuale che fu loro direttamente riconosciuto proprio dalle truppe combattenti).
    Analogamente al pacifismo di cui sopra, ci si dovrebbe astenere dalla custodia delle scuole e delle strutture culturali-educative, nonché da quella dei luoghi sacri e di culto, affidandosi per questi ultimi completamente alla sorveglianza divina; il che è ottima cosa – soprattutto se genuina e non affettata -, senza tuttavia tralasciare il fatto che anche l’invisibile può spesso prendere forma e modalità del visibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Stefano radi 5 mesi fa

    Come si evince dal tenore delle affermazioni di Fusaro siamo innanzi ad uno degli argomenti che, per non essere artatamente tacciati di razzismo, bisogna affrontare con i dovuti se e ma. E’ la prassi ipocrita usata dai neocon usa, dagli impostori finanziari ue e internazionali , da tutti gli impiegatini della politica che ci governano , per nascondere dietro ad un falso ordine morale, disegni socio politici finalizzati al vantaggio di interessi economici e di potere ristretti. Se non si esce da questa pre condizione mentale, peraltro tipica della prassi usata in ogni tempo dai peggiori impostori, finiremo per essere, come gia’ peraltro sostanzialmente siamo, impossibilitati non solo ad agire secondo i nostri legittimi interessi , ma a manifestare il nostro dissenso (le regole auspicate dalla boldrini vanno in tale senso).Le ong vanno quindi bandite e nei casi di effettiva necessita’ sottoposte all’ autorita’ statale di volta in volta preposta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Fabrice McFab 5 mesi fa

    “Tutto inizia nello Stato e tutto finisce nello Stato”, Benito Mussolini

    Ergo, se non c’è più stato ma solo ormai oligarchie sovranazionali che fanno il bello e il cattovo tempo, la conseguenza logica è che le ONG e chi le manovra ( che sono fondamentalmente le oligarchie sovranazionali ) fanno come ca… gli piace e pare!!

    Saluti.

    Fabrice

    PS ci avete fatto caso che c’è tutto un fiorire di trasmissioni tv e articoli sul web contro fascismo e nazismo ( roba di più di 70 anni fa!! ) chissà come mai….!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PieroValleregia 5 mesi fa

      … difatti la mia tv è spenta … 😉
      saluti
      Piero e famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Tania 5 mesi fa

    Una persona di media intelligenza, neppure quindi necessariamente un genio, si chiede perché il governo con chi non vuole vaccinare i propri figli è così deciso a far rispettare il suo volere e invece con le ONG vacilla! Ma usi gli stessi sistemi no?

    Adesso sono il governo che impone.
    Adesso no.
    Adesso sono il governo che impone.
    Adesso no.
    Adesso sono il governo che impone.
    Adesso no.

    Chissà in base a quale criteri il nostro governo ora è repressivo e ora no.

    Posso vomitare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. dolphin 5 mesi fa

    Certo che vanno fermate, se continuano per l’Italia sarà la catastrofe, gia vanno mandati indietro più dell’80% dei immigrati clandestini, tra loro si annidano gente molto pericolosa socialmente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Tania 5 mesi fa

    Ho 2 vicini di casa messi malissimo, uno stanziale, l’altro immigrato. Ho deciso di aiutare l’immigrato mettendolo in concorrenza con l’altro, gli ho detto che può rubargli quel miserabile lavoro sottopagato che ha perché cercare di stare meglio è un bisogno che ci viene dal DNA.
    io ovviamente sono una ONG, e tutelo solo i poveri che non sono stanziali.
    Evidentemente per me i due non hanno lo stesso significato, diciamo che faccio delle differenze, ecco! Diciamo che per me i due non hanno gli stessi diritti e doveri, ecco!
    Lo so, lo so, lo so, che non potete capire la nobiltà dei miei intenti!
    Siete troppo meschini per capire..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Tania 5 mesi fa

    Se sparissero i poveri molti ricchi prenderebbero il loro posto per causa di forza maggiore… eh eh eh
    La prima vittima sarebbe la Boldrini e poi tutti quelli che, come lei, a fine mese portano a casa un bello stipendio trafficando sulla pelle dei poveracci del mondo…
    Queste “anime nobili”… Che schifo.

    Posso vomitare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Tania 5 mesi fa

    Se spariscono i poveri, quanti “buoni” rimangono disoccupati?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Tania 4 mesi fa

    Una ONG come può fare la cosa giusta, che sarebbe eliminare i poveri, dato che sarebbe la sua fine?
    MSF bisogna capirli…

    AAA – Vendo poveri in buon stato, anzi, a qualche Stato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Robyt 4 mesi fa

    Tutte organizzazioni non governative che però di fatto sono state finanziate da molti governi europei e occidentali compresi il nostro. Ora la magistratura indipendente ha preso l’iniziativa, ma di fatto capanna, gentiloni e gino strada fecero parte dello stesso gruppo dei movimenti studenteschi durante il 68 e sono tutti dalla stessa parte politica che ora è anche la elites o establishment che comanda il mondo occidentale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace