Furiosa resistenza in Europa al culto del lockdown e della dittatura sanitaria

Mentre i governi chiudono ancora una volta le aziende in tutta Europa per fermare un’ondata di infezioni da coronavirus, l’accettazione delle restrizioni sta svanendo e alcune piccole imprese si rifiutano di collaborare.

Il senso di un obiettivo comune e la solidarietà con gli operatori sanitari in prima linea, evidente in primavera, ha lasciato il posto alla frustrazione di ristoratori, albergatori, rivenditori e altri imprenditori che stanno rapidamente esaurendo le loro riserve finanziarie.

I blocchi di questo mese sono più mirati rispetto alla primavera e in alcuni casi vengono forniti con aiuti sostanziali per le persone colpite. Eppure questi stanno sollevando maggiore opposizione ovunque, dalle cause legali in Germania alle rivolte e alle violazioni dimostrative delle regole in Italia.

Ristoranti, bar, club, luoghi di intrattenimento e impianti sportivi chiuderanno in gran parte con le nuove misure. In Francia, il coprifuoco limiterà le persone alle loro case. La Germania impedisce agli hotel di ospitare turisti per un mese e vieta la prostituzione normalmente legale.

“Il governo ha sprecato l’estate e non si è preparato per la seconda ondata che tutti sapevano sarebbe arrivata, e ora stanno usando lo stesso blocco di prima”, ha detto Antonio Bragato, proprietario del ristorante Il Calice a Berlino. “Ma questo non porrà fine alla pandemia.”

Il signor Bragato ha contratto un prestito di 250.000 euro, pari a 292.000 dollari, durante il primo blocco. Da allora ha investito nel riscaldamento all’aperto e in un sistema di ventilazione interna. Il ristorante non ha avuto un solo caso di coronavirus tra il personale o gli ospiti, ha detto.

L’associazione tedesca dei ristoratori Dehoga ha detto che sta valutando la possibilità di citare in giudizio il governo, affermando che i ricavi tra marzo e agosto sono diminuiti del 40% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Un terzo delle 245.000 aziende stanno ora affrontando la chiusura , ha affermato.

Proteste di massa a Torino

I proprietari di bar di Berlino hanno fatto causa con successo al governo locale all’inizio di questo mese dopo aver costretto tutti i bar della città a chiudere alle 23:00

Anche i club di salute stanno respingendo. “Questa è una catastrofe che viene dopo tutti gli investimenti che abbiamo fatto in concetti di igiene”, ha detto Frank Böhme, amministratore delegato di una catena di palestre a Colonia. “Sono costretto a intraprendere un’azione legale contro di essa … ma temo che molte aziende non sopravviveranno all’inverno.”

Giovedì a Parigi, Eric Hassan era impegnato a chiudere il suo grande negozio di antiquariato di fronte al Palazzo dell’Eliseo, sede del presidente francese, che si rivolgeva ai clienti internazionali.

“Stavamo già affondando, e ora affonderemo sicuramente”, ha detto il signor Hassan, che gestisce anche altri negozi di antiquariato nella capitale francese. “Quello che abbiamo costruito per tutta la nostra vita sta scomparendo, l’economia sta crollando, ma quei politici e senatori avranno ancora i loro stipendi e le loro pensioni”.

Il signor Hassan, che ha detto di essere stato malato di Covid-19 a marzo, ha detto che questa volta l’umore è cambiato. “Molte persone non rispetteranno queste restrizioni. All’epoca eravamo tutti bravi soldati e facevamo quello che ci veniva detto. Ma ora non più. Le persone devono sfamare le proprie famiglie “.

Alla brasserie Au XV Du Rond Point, la responsabile del turno serale Josiane Doyhenart ha avvertito che “se il governo ora cerca di impedire alle persone di vedersi e alle loro famiglie a Natale, ci sarà una rivoluzione in questo paese”.

I politici hanno difeso le nuove restrizioni come necessario poiché gli ospedali si gonfiano di pazienti con Covid-19. Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, mercoledì ha detto che la diffusione del virus sta superando le previsioni più pessimistiche.

La Francia ha registrato lunedì oltre 50.000 nuovi casi di coronavirus . Macron ha affermato che il blocco potrebbe aiutare a riportare quella cifra a 5.000 entro il 1 ° dicembre.

Il cancelliere tedesco, Angela Merkel, ha avvertito che il suo paese si trovava in una situazione drammatica dopo che giovedì i nuovi casi confermati hanno raggiunto i 16.000, un record. Le misure – che includono la chiusura di ristoranti, bar, palestre, sale da concerto e teatri – sono necessarie e proporzionate, ha detto al parlamento.

Eppure i partiti di opposizione che hanno sostenuto il suo governo in primavera ora si chiedono se i nuovi vincoli valgano il pedaggio economico e se potranno mai essere revocati per sempre.

“Speriamo che le misure fermino l’attuale ondata, ma cosa succederà a dicembre?”, Ha detto Christian Lindner, leader dell’opposizione Liberi Democratici, parlando al parlamento. “Ci sarà un altro blocco a gennaio? Nessuno ne parla. “

Il governo tedesco vuole attenuare l’impatto economico con 10 miliardi di euro di aiuti. Mentre i dettagli sono rimasti imprecisi giovedì, il ministero dell’Economia ha affermato che offrirà un rapido supporto alle grandi aziende, alle piccole imprese e ai liberi professionisti interessati dalle nuove misure.

L’aiuto includerà sovvenzioni fino al 75% delle entrate di novembre 2019 di queste imprese.

Un sondaggio di Forsa per l’emittente tedesca RTL giovedì ha mostrato che il 50% dei tedeschi ha sostenuto le misure, mentre un terzo le ha trovate eccessive e il 16% le ha ritenute insufficienti.

Il governo francese ha affermato che aiuterebbe le piccole imprese che devono chiudere contribuendo al loro libro paga e distribuendo pagamenti in contanti fino a 10.000 euro alle aziende con meno di 50 dipendenti. Le organizzazioni dei datori di lavoro francesi affermano che queste misure non sono sufficienti per evitare un’ondata di fallimenti.

Il governo italiano ha approvato aiuti per sostenere le imprese per un valore di oltre 5 miliardi di euro, comprese sovvenzioni, finanziamenti per estendere i permessi e esenzioni fiscali. Tuttavia gli imprenditori e lavoratori dei settori colpiti hanno poca fiducia in questi provvedimenti.

Finora, questo ha fatto poco per disinnescare l’opposizione in Italia, che domenica si è riversata nelle strade quando sono state annunciate le nuove misure. Alcune proteste sono diventate violente, con gruppi marginali di organizzazioni, qualificate di estrema destra e altri individui che hanno attaccato negozi e polizia.

Le ultime misure italiane , introdotte lunedì e in vigore fino al 24 novembre, prevedono la chiusura di tutti i bar e ristoranti alle 18, la sospensione di molte attività sportive e ricreative e il ritorno alle lezioni online per alcuni studenti delle scuole superiori.

“Le nuove misure si basano sui principi di massima cautela, proporzionalità e adeguatezza”, ha detto giovedì al parlamento il premier Giuseppe Conte.

Eppure un sondaggio del sondaggista SWG pubblicato lunedì ha rilevato che solo il 28% degli intervistati in Italia considera adeguate le nuove misure, mentre il 36% le ritiene insufficienti e il 25% eccessive. Il restante 11% non aveva un’opinione.

“Stanno distruggendo la gente comune. Stanno portando via il nostro futuro “, ha detto Giorgio Perna, proprietario del Bistrot Bonaccorsi, un ristorante nella città nord italiana di Bologna, che ha dichiarato di realizzare il 70% delle sue vendite dopo le 17:00.

Il signor Perna ha detto di aver deciso di mantenere il ristorante aperto oltre le 18:00 e di aver già ricevuto tre multe da 400 euro. Ha incollato le multe su un muro all’interno del suo ristorante.

“È una questione di sopravvivenza”, ha detto il signor Perna, che ha detto di avere debiti di centinaia di migliaia di euro. Mercoledì sera ha servito 250 pasti, segno che i clienti lo stanno supportando, ha aggiunto.

I clienti stanno sostenendo anche Chiara Casatello, titolare del New Diego Caffè di Rovato, una città dell’Italia nord-occidentale, che ha tenuto il suo bar aperto fino alle 20 e ha appiccicato un cartello sulla vetrina con la scritta “Non chiudo alle 6. Arrestami . ” Ha detto che quattro avvocati si sono già offerti di rappresentarla se dovesse avere problemi legali.

“Sono così arrabbiata”, ha detto. “Questa volta è completamente diverso. Le persone semplicemente non capiscono cosa sta succedendo. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM