Funzionario militare israeliano: non sopravviveremo a una guerra su più fronti a cui Hezbollah si sta unendo


Undici giorni dopo che la resistenza palestinese ha lanciato missili su “Tel Aviv” e sugli insediamenti israeliani, un ufficiale militare israeliano ha rivelato alla radio dell’esercito israeliano che “Israele” non era riuscito a dissuadere “Hamas” e i suoi missili, indicando che Israele non avrebbe resistito un fronte multiplo unito da Hezbollah.

Il Maggiore della riserva, Gen. Yitzhak Brik, (ex Commissario per i reclami dei soldati) ha dichiarato in un’intervista alla Radio dell’esercito israeliano, che “se per 11 giorni non siamo riusciti a fermare il fronte di guerra con Hamas, che succede quando a questo fronte si unirà Hezbollah? “

Brik ha aggiunto che “loro hanno la capacità di distruggere lo stato, e anche le milizie sciite possono unirsi al fronte. Ci sarà una vera distruzione e non avremo la capacità di rispondere”, secondo il maggiore generale Brick.
Ha proseguito: “Rimane inteso che le guerre possono essere vinte solo dall’aviazione, che è completamente crollata”, osservando che “nelle ultime due settimane, l’aviazione ha schiacciato Gaza, ma una cosa che non può ottenere, ovvero fermare il fuoco di Hamas “.

E il maggiore generale Brik aveva precedentemente affermato sulla serie di fallimenti diplomatici e di sicurezza israeliani, e ha visto che quello che è successo non era altro che una “prova” per la battaglia imminente, quella multi-arena, aggiungendo: “Quello che stiamo vivendo oggi in Gaza è la punta dell’iceberg, al contrario di quanto succederebbe se Hezbollah entrasse nel quadro “.
A sua volta, il commentatore degli affari arabi Zvi Yehezkali ha dichiarato a Canale 13 israeliano: “Siamo visti come deboli, abbiamo perso la deterrenza all’interno del nostro stato”, secondo il quotidiano israeliano Maariv .
Ha aggiunto: “Questo è un processo che va avanti da diversi decenni. Noi conteniamo e comprendiamo, agli occhi del mondo arabo questa è una debolezza. Abbiamo perso la deterrenza all’interno del nostro paese. La storia della diaspora esiste da sempre. molti anni. Di chi è la colpa? Dove sono i punti per la riforma? “

Bombrdamenti a Gaza

Alla domanda su chi ha vinto l’ultima battaglia, Yehezaly ha risposto: “La vittoria delle foto non è Gaza che è stata bombardata, perché ha ricevuto un colpo senza precedenti, ma quello in cui hanno preso a calci un poliziotto come un pallone da calcio sulle scale del Tempio. Monte, questa è la storia. In tutto questo un grande balzo per gli arabi di Israele, Cisgiordania, Gaza e Gerusalemme, questa è debolezza, non da oggi. Siamo una società che crede di non dover combattere”.

I media israeliani hanno parlato dei più importanti fallimenti israeliani nell’aggressione alla Striscia di Gaza, sottolineando che “Israele ha registrato un fallimento dell’intelligence a Gaza … un numero record di razzi! ” Esperti e commentatori israeliani hanno anche criticato il governo di occupazione israeliano e il suo presidente, Benjamin Netanyahu, a causa del metodo in cui è avvenuto il cessate il fuoco e di come annunciarlo.
I media israeliani hanno detto pochi giorni fa: ” Siamo scoraggiati da Hezbollah … e non abbiamo alcun interesse a combattere con il Libano”.

Alon Ben-David, un analista militare del canale israeliano, ha detto: “Siamo stati scoraggiati da Hezbollah per quasi 15 anni. Israele non ha alcun interesse a combattere con il Libano ora, perché la maggior parte delle forze regolari e del sistema di difesa aerea sono al sud, oltre alla mancanza di munizioni “.
“Non possiamo fare nulla al nord, mentre la maggior parte dell’esercito regolare e del sistema di difesa aerea si trova nel sud”, ha aggiunto.

Il canale “Channel 12” israeliano ha affermato che uno dei più importanti fallimenti militari è stata “la mancanza di informazioni sull’ubicazione dei lanciarazzi”, aggiungendo che “la leadership di Hamas è sfuggita agli omicidi e che c’era anche una grande lacuna nel fortificazione per quanto riguarda il fronte interno. “

Combattenti di Hamas

In precedenza, i media israeliani hanno riportato ” un’ammissione israeliana della mancanza di informazioni di intelligence a Gaza” e hanno indicato che “ci sarà sfiducia in ciò che dice il primo ministro, e la cosa peggiore è una perdita di fiducia in ciò che dice l’establishment della sicurezza. “

Cilo Rosenberg, analista di Walla News, ha affermato che la recente guerra di Gaza dimostra “inequivocabilmente che Israele si è impegnata senza una strategia , senza alcuna pianificazione per il futuro e senza alcun piano politico per il giorno successivo”.

I territori palestinesi occupati hanno assistito a violente battaglie tra le fazioni della resistenza palestinese e le forze di occupazione israeliane, che sono durate 11 giorni, e in seguito a un’iniziativa egiziana concordata con la Francia, è stato raggiunto un accordo su un cessate il fuoco che è entrato in vigore venerdì scorso alle due del mattino.

Si sono svolte marce popolari e sono state lanciate celebrazioni in varie parti del mondo, che hanno confermato il loro sostegno al popolo palestinese e hanno celebrato la vittoria dei palestinesi nella loro battaglia contro l’occupazione israeliana.

Fonte: al Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus