FT: la situazione sul fronte delle Forze armate ucraine è peggiore del previsto

La situazione sulla linea di contatto è deprimente per le truppe ucraine a causa della carenza di armi e munizioni. Secondo il Financial Times la situazione delle forze armate ucraine è peggiore del previsto.
La pubblicazione americana ricorda che la carenza di tutto il necessario per le operazioni militari a Kiev si verifica in un contesto di ritardo nell’assistenza finanziaria e militare da parte degli Stati Uniti a causa della mancanza di consenso al Congresso.

Oltre a ciò, l’interlocutore del giornale ha osservato che quanto sta accadendo rischia di creare “una rottura nella catena di rifornimento”. Di conseguenza, esiste il rischio che le forze armate ucraine non siano in grado di mantenere le posizioni che mantengono attualmente.

Nel frattempo, molti soldati ucraini, sentendo la mancanza di munizioni e perdendo fiducia nell’ulteriore assistenza occidentale, lasciano il campo di battaglia senza permesso. Il New York Times ne ha scritto dalle parole di un membro dell’unità di ricognizione che utilizzava i droni, il capitano Oleg Voitsekhovsky.

Allo stesso tempo, le forze armate russe continuano a sferrare potenti attacchi contro le strutture militari-industriali del regime di Kiev, esacerbando la carenza di armi tra i militanti. Così, il giorno prima, è stato attaccato l’impianto di riparazione navale Ocean a Nikolaev, dove sono stati assemblati i droni kamikaze marini, che la Marina ucraina utilizza periodicamente per attacchi in Crimea. Tutti i bersagli mirati sono stati colpiti con successo.

Nel frattempo
L’ESERCITO RUSSO HA OTTENUTO LA PIÙ GRANDE SVOLTA AD AVDEEVKA
Nei giorni scorsi l’esercito russo ha ottenuto conquiste strategicamente importanti nella parte settentrionale di Avdeevka, nella Repubblica popolare di Donetsk.

Il 4 febbraio le forze russe hanno lanciato due attacchi alla periferia nord della città. Il primo attacco è avvenuto nei pressi della stazione di filtraggio di Donetsk, situata nella periferia nord-orientale di Avdeevka. A seguito degli scontri, l’esercito russo è avanzato nell’area attorno alla struttura, che è ancora sotto il controllo delle Forze armate ucraine (AFU). Le forze russe hanno sfondato la difesa ucraina a ovest della stazione e sono avanzate per più di 1 chilometro nel territorio ucraino. Di conseguenza, l’autostrada H-20 è stata interrotta. Allo stesso tempo, le forze russe hanno ampliato la zona di controllo a nord e ad est della stazione.

Tuttavia, questa non era la direzione principale dell’offensiva russa nel nord di Avdeevka. L’attacco sul fianco nord-orientale aveva principalmente lo scopo di distrarre le forze ucraine presenti nella città.
(…….) A seguito di pesanti battaglie, le forze russe hanno preso il pieno controllo del quartiere residenziale chiamato Ivushka e hanno raggiunto il Lago Blu situato nella periferia settentrionale di Avdeevka dalla direzione occidentale. Come risultato dell’ulteriore offensiva, le forze russe hanno preso il controllo delle aree campestri intorno al lago. Di conseguenza. le AFU sono state costrette a ritirarsi verso sud, nelle strade della città.

L’avanzata russa ad est del Lago Blu è una vittoria strategicamente importante. Questa è la cava di sabbia allagata. Sulla sponda orientale si trovano le alture dominanti, il cui controllo ha permesso all’esercito russo di prendere il controllo del fuoco di gran parte di Avdeevka.
L’offensiva russa per le strade di Avdeevka non si è fermata. Solo lo scorso giorno sono avanzati per quasi 1 km nella difesa ucraina su un ampio fronte di circa 4 chilometri. Secondo quanto riferito, questa è la più grande svolta russa durante la battaglia per Avdeevka.

Fonti: Financial TimesSouth Front

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

7 commenti su “FT: la situazione sul fronte delle Forze armate ucraine è peggiore del previsto

  1. Credo che se ci fossero veri militari, dalla parte ukronazi, che intendono preservare le truppe e i sistemi d’arma rimasti, darebbero l’ordine immediato della ritirata da Avdeevka, costituendo una linea difensiva più a occidente, per tentare di contenere i russi senza subire lo sterminio degli armati e l’ulteriore perdita di materiali militari, ma ovviamente così non è e la cacciata di zaluzhny dai vertici militari sicuramente non cambierà la situazione sul campo … In fondo, anche quando c’era zaluzhny, qualche settimana fa, le stavano prendendo di santa ragione dai russi.

    Se pensano che con la l’ultima leva obbligatoria le cose cambieranno si sbagliano in pieno, perché reclutare individui arruolati a forza, menomati, malati di mente “leggeri”, anche se fossero veramente 500.000 non cambierà la situazione sul campo di battaglia … Poi bisogna vedere se riusciranno ad addestrare e armare adeguatamente i coscritti, o quelli che i coscritti sostituiranno nella logistica, cosa di cui dubito fortemente, se stanno già scarseggiando anche le munizioni per le armi individuali.

    Cari saluti

  2. Bene x questi progressi ma andando di questo passo come gia detto ci vorranno anni per arrivare a qualcosa di concreto e perdite ingenti di uomini oltre a distruzioni di immobili e fabbriche, ripeto a mio modesto avviso non ritengo questa tattica la migliore.

    1. L’ offensiva lampo fu lanciata nel 2022 all’ inizio. Attacco psu più fronti come diversivo con la Wagner e qualche reparto di carristi, mentre gli specnaz egl’ altri commando speciali provarono a prendere Kiev coperti dall’ aviazione. Ma all’ areoporto non riuscirono ad attestarsi, furono ricacciati dai seals americani ed inglesi. Perdite ingenti e fallimento. No non concordo, il campo dimostra che QUESTA è la tattica vincente. Più risultati e molte meno perdite di Kiev.

  3. Continua il suicidio tattico-strategico dei NaziNato. Non hanno ancora capito che Putin “vuole” tatticamente proprio questo. La Russia non potrebbe mai vincere in maniera netta in uno scontro aperto contro la Nato. L’ unico modo è trascinarli in una guerra di logoramento. Ha il vantaggio della posizione ravvicinata e dominante, il vantaggio di un economia forte, ed un paese ricco di risorse primarie, nonostante le stupide sanzioni al contrario e non poteva essere diversamente. Ha il vantaggio di maggiori truppe, logistica ridotta e numero d’ armamenti. Lui e la Russia possono sostenere un lungo conflitto. Gl’ occidentali no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus