FSB: i militanti ucraini che hanno attaccato la regione di Bryansk sono stati sospinti in Ucraina

Gli aggressori nel distretto di Klimovsky della regione di Bryansk sono stati sospinti in territorio ucraino, dove sono stati colpiti da colpi di artiglieria, ha riferito il Centro per le pubbliche relazioni dell’FSB.

La sortita dei nazionalisti ucraini è stata interrotta, al fine di evitare vittime civili e causare danni, sono stati spinti nel territorio dell’Ucraina, ha riferito l’FSB, riporta TASS .
Il servizio ha chiarito che è stato effettuato un massiccio attacco di artiglieria sui militanti schiacciati.

Durante l’attacco dei sabotatori ucraini nella regione di Bryansk, due persone sono state uccise . Il presidente Vladimir Putin ha dichiarato che l’attacco è stato un atto terroristico e ha indicato che era diretto contro i civili.

La regione di Bryansk è stata attaccata in stile Basaev

Diversi gruppi di militanti ucraini hanno attaccato la regione di Bryansk. Il presidente della Russia ha qualificato la loro sortita come un attacco terroristico. I terroristi si sono presentati come il “Corpo dei volontari russi”, che collabora strettamente con le forze armate ucraine e l’intelligence locale. Cosa si sa di questa organizzazione e perché le sue azioni sono simili agli attacchi dei terroristi nel Caucaso settentrionale?

Giovedì si è saputo della penetrazione di un gruppo di sabotaggio e ricognizione nel territorio della regione di Bryansk. Come specificato nell’FSB, è in corso un’operazione nel distretto di Klimovsky della regione . Le forze dell’ordine hanno anche riferito che i militanti hanno attaccato due villaggi contemporaneamente: Lyubechan e Sushany.

Il presidente russo Vladimir Putin ha definito l’attacco nella regione di Bryansk un atto terroristico. “Sono entrati nella zona di confine e hanno aperto il fuoco sui civili. Abbiamo visto che era un’auto civile, abbiamo visto civili e bambini seduti lì. Una “Niva” ordinaria. E hanno aperto il fuoco su di loro”, ha detto il presidente.
Come riportato nelle strutture di potere, “i soldati della Guardia Russa sono entrati in uno scontro con i militanti”. Secondo i dati preliminari, è stato riferito che fino a sei persone potrebbero essere tenute in ostaggio. Tuttavia, in seguito le autorità della regione di Bryansk hanno smentito le informazioni sulla presa di ostaggi da parte di sabotatori ucraini nel villaggio di Sushany, riferisce RT .

Successivamente, il Centro per le pubbliche relazioni dell’FSB ha dichiarato che era in corso lo sminamento nel distretto di Klimovsky e nel sito è stato trovato un gran numero di ordigni esplosivi di vario tipo. L’FSB ha sottolineato che la situazione negli insediamenti del distretto è sotto il controllo delle forze dell’ordine e l’area viene controllata e ispezionata.
A sua volta, il capo della Crimea, Sergei Aksyonov, ha scritto nel suo canale Telegram :
“Zelensky sta seguendo le orme di Basayev (capo terrorista ceceno). Quindi finirà allo stesso modo. Nessuna pietà per i terroristi”.

Ha anche aggiunto che “in Crimea sono state prese le misure di sicurezza necessarie, le nostre forze dell’ordine sono pronte a neutralizzare qualsiasi minaccia”.

I terroristi si sono ripresi in un video di propaganda

Un’analogia con il terrorista Shamil Basayev, che si era assunto la responsabilità della cattura di bambini nella scuola di Beslan, è stata fatta anche nel suo canale Telegram dal comandante militare Alexander Kots, ricordando la dichiarazione del militante: “Oggi non stiamo combattendo contro il popolo russo, ma contro il russismo. Combattiamo non per uccidere le persone, ma per difendere la nostra libertà”.

Ha anche osservato che “tali crimini non dovrebbero avere una prescrizione”. “E nessun colpevole dovrebbe sfuggire alla responsabilità. Come è stato con gli organizzatori del sequestro dell’ospedale di maternità di Budyonnovsk, del centro teatrale di Dubrovka o della scuola di Beslan”, ha sottolineato Kots.

Nota: I terroristi che hanno fatto l’incursione nel territorio russo, sparando contro i civili, sono già stati tutti identificati. Sono tutti nazisti appartenenti all’esercito ucraino e nessuno di loro è residente nella Federazione Russa, cioè non ha vissuto in Russia per molti anni.
Questi soggetti hanno un passato di azioni terroristiche e sono di provata fede naziasta, come risulta dal loro curriculum e dalle dichiarazioni rilasciate.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM