FSB: Gli accusati dell’attacco terroristico al Crocus hanno nominato il loro coordinatore

Le persone arrestate per l’attacco al municipio Crocus a Krasnogorsk vicino a Mosca hanno nominato il loro coordinatore.
“Saifullo ci ha detto di andare in Ucraina, a Kiev. Lì ti daranno un milione di rubli”, ha detto uno degli imputati durante l’interrogatorio, riferisce la TASS con riferimento alla registrazione video dell’interrogatorio fornita dall’FSB.

Un altro imputato ha parlato dell’assistenza promessa durante l’attraversamento del confine ucraino.

“ Dovevamo andare a Kiev, dove avremmo dovuto aspettare dei soldi: 1 milione di rubli ciascuno. Saifullo ha detto che dei ragazzi ci avrebbero aspettato al confine con l’Ucraina e ci avrebbero aiutato ad attraversare il confine e ad arrivare a Kiev”, ha detto il detenuto.

Secondo lui, il coordinatore ha affermato che avrebbe dato istruzioni per telefono.
I quattro terroristi sono stati bloccati dalle forze di sicurezza ed arrestati a 15 Km. circa dal confine con l’Ucraina.
Nell’attentato sono morte 140 persone, tra gli spetttori del Crocus City Hall.

Terroristi arrestati

In precedenza, il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev aveva definito i leader di Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna e Germania “complici nell’omicidio” dei visitatori del municipio di Crocus.
Secondo lui, i veri datori di lavoro dei terroristi sono “i bastardi di Bandera, i vostri figli adottivi”, e i complici di questo omicidio siete “tutti voi responsabili, Biden, Macron, Sunak, Scholz e gli altri”.

Nota: La rivendicazione fatta dall’ISIS dell’attentato, fin dall’inizio, non è stata ritenuta credibile dalle autorità russe. Si è trattato di una copertura per nascondere i veri mandanti dell’attacco a Mosca.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione e nota : Sergei Leonov

9 commenti su “FSB: Gli accusati dell’attacco terroristico al Crocus hanno nominato il loro coordinatore

  1. Secondo me quei soldi non li avrebbero mai incassati e sarebbero stati uccisi subito dopo il confine.

  2. Sappiamo che quando l’impero del male è alle strette, ricorre al terrorismo (o alle “pandemie” con annessi vaccini, qualcuno ricorda?) e non distingue fra obbiettivi militari e civili, addirittura ricorre al genocidio di intere popolazioni, quando non si limita a generare distruzioni e masse di profughi, non rispetta le risoluzioni dell’onu e il diritto internazionale, di cui fa carne di porco, e non rispetta neppure la Convenzione di Vienna che riguarda le rappresentanze diplomatiche (l’attacco terroristico ebreo alla rappresentanza diplomatica iraniana in Siria).

    Medvedev ha ragione da vendere e parla in modo chiaro, senza giri di parole e perifrasi, mentre il Presidente Putin e il Ministro degli esteri Lavrov parlano chiaro, ma non possono, nel suo loro ruolo, superare certi limiti.

    Si tratta di capire cosa farà la Federazione Russa, sul fronte della OMS in ucraina, e cosa farà l’Iran in Medio Oriente, quale sarà la loro risposta e quando arriverà, perché è quasi certo che ci vorrà un po’ di tempo … Del resto, “la vendetta è un piatto che le persone per bene mangiano freddo” (Ignazio Silone).

    Cari saluti

  3. Fra l’altro, gli ukronazi hanno ripreso gli attacchi contro la centrale nucleare di Energodar, nell’Oblast di Zaporižžja, cosa giudicata pericolosa anche dalla ben nota agenzia Aiea, questo perché “ricattano” il cosiddetto occidente collettivo, le cui componenti europee temono un disastro nucleare peggiore di quello del 1986 a Černobyl’, guarda caso (ma è solo un caso) proprio in ukraina … Della serie: “o ci date soldi e armi svuotandovi le tasche, o tanto peggio tanto meglio!”

    Quindi non scontiamo solo il rischio di un conflitto nucleare, a causa degli ukronazi e dei loro padroni, ma anche quello di un atto terroristico con effetti nucleari, sempre a causa dei soliti noti.

    Cari saluti

    1. Schifosi terroristi, i naziUcro hanno minacciato più volte di voler fare saltare la centrale. In quella disgraziata nazione stiamo assistendo al superamento di ogni limite di peggio immaginabile. Se ci sarà una potente offensiva e crolleranno faccio fatica ad immaginare gl’ orrori che perpetreranno. Banderisti e Sionisti sono il Male Assoluto. Slava Rossi. Cari saluti.

  4. Quindi il dossier Crocus ha prove e confessioni. Ora l’ unica cosa in cui la Russia ancora fa’ fatica e’ la guerra mediatica. Non dovrebbero limitarsi a diffondere queste notizie solo sui media nazionali e della federazione. Dovrebbero riunire azioni diplomatiche e denunce all’ Onu ed al Tribunale Internazionale. Far martellare il tam tam mediatico in Cina e nei paesi Brics. Censura o no a quel punto tutto il mondo ne scriverebbe. Sarebbe una prevenzione efficace per il futuro, oltre che una smascheratura del terrorismo internazionale, manovrato dalla Cia, MI6, Shin Bet e Mossad.

  5. Bisognerebbe sottoporre i servi degli anglosionisti a un’interrogatorio con i vecchi metodi del KGB farli cantare a squarciagola e poi fargli piantare il loro cibo che riescono a raccogliere nel permafrost di qualche remota prig… ehm villaggio correttivo ( si sa che un’eufemismo nel lercio occidente è più politicamente accettabile per non ferire i sentimenti dei fruitori del servizio statale…..) del circolo polare artico.
    Magari vicino al confine con l’Alaska così partirebbero di più ( a pochi metri dai loro mandanti).
    Se poi ci si riescono a mandare anche qualche politicante/lobbista di Bruxelles e la signora Albrecht…… sai che goduria.
    DASVIDANIA TOVARICH
    SLAVA RUSSIA

    1. Dasvidania, oh ma lo hanno fatto. Confessioni a parte lo si nota dai volti gonfi e dalle posture scomposte dei terroristi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM