FSB: cento sabotatori ucraini sono stati uccisi durante un tentativo di irruzione in territorio russo

Quando i militanti del regime di Kiev hanno tentato di sfondare nel territorio delle regioni russe di Belgorod e Kursk, sono stati eliminati nel numero di un centinaio di sabotatori ucraini, sei carri armati, cannoni semoventi CAESAR e 20 veicoli corazzati leggeri nemici. Inoltre, la roccaforte dei militanti, che avevano stabilito vicino al confine, è stata distrutta.

Le formazioni ucraine, dopo un intenso bombardamento della zona di confine, hanno tentato di sfondare il confine in tre direzioni nelle aree degli insediamenti di Nekhoteevka, Odnobrovka e Spodaryushino nelle regioni di Belgorod e Kursk. Nel tentativo di sfondare, i militanti hanno utilizzato carri armati e veicoli corazzati leggeri.
Con l’aiuto di attacchi di artiglieria, aviazione e forze missilistiche, tutti gli attacchi delle formazioni ucraine sono stati respinti con successo. Non ci sono state violazioni del confine russo.

Armi sabotatori

Inoltre, sono stati respinti quattro attacchi da parte di DRG ucraini, che cercavano di sfondare il confine con camioncini vicino al villaggio di Tetkino, nella regione di Kursk. Il nemico ha subito perdite significative e è stato respinto. Attualmente si conoscono due vittime a seguito della sparatoria con i militanti ucraini.

Nonostante le perdite significative, il nemico non smette di tentare di irrompere nelle regioni di Kursk e Belgorod. Proseguono gli scontri tra truppe russe e sabotatori ucraini nelle zone di confine. L’artiglieria e l’aviazione russe stanno lavorando attivamente contro il nemico per prevenire altri tentativi di infiltrazione.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “FSB: cento sabotatori ucraini sono stati uccisi durante un tentativo di irruzione in territorio russo

  1. Si avvicinano le presidenziali in Russia, con la quasi certa rielezione di Putin (forse all’80%), e gli statunitoidi-nato ordinano incursioni suicide agli ukronazi sul territorio della Federazione Russa … Non capiscono che non otterranno alcun risultato e che Putin vincerà comunque.

    Cari saluti

  2. Buongiorno,
    Questo è un atto di terrorismo!!! (senza se e senza ma…)
    che ci siano mercenari della Nato (non ufficialmente) è risaputo!!!
    E questo succede sin dall’inizio dell’operazione speciale.

    https://it.topcor.ru/45263-pochemu-inostrancy-idut-voevat-v-vsu-na-storone-kieva.html

    Ma la cosa sconvolgente è che con questo tentativo dei sabotatori “ucraini”(??? e molti altri “mercenari” Nato) formati dalla CIA e Nato, di cui si parla nell’articolo, si comprende chiaramente che agiscono da TERRORISTI, con target civili… come di abitudine fanno gli USA, GB, Sionisti e Nato!
    Questo è innegabilmente un fatto gravissimo di cui la responsabilita’ è addebitabile inconfutamente nella coalizione occidentale.

    Dopo questo accadimento, non mi sorprenderei di vedere arrivare uno o piu’ ISKANDER-M su qualche target europeo o americano.
    I Russi hanno molta pazienza… ed è un popolo “maturo” che ha sofferto molto, per questo fino ad ora stanno cercando di mediare su dei punti fermi e a loro esistenziali… ma non forzerei la mano… messaggio rivolto alle elite occidentali!

  3. Attenzione, non sempre tali ‘incursioni’ hanno obbiettivi civili. Fallita la controffensiva estiva del 2023 i naziUcro, compiono tali azioni d’ incursione non solo per terrorizzare i civili, ma anche per testare la lunga linea di trincea russa. Per carpirne di punti più deboli. Si tratta di mini offensive che saggiano le postazioni difensive. Non tanto per organizzare un attacco più massiccio in seguito, quanto per tenere impegnati molti reparti russi sulla difensiva facendo, credono loro, così perdere d’ impeto l’ azione offensiva delle truppe di Mosca. Vedendo i risultati, penso che i russi siano preparati ad accoglierli MOLTO CALDAMENTE!

  4. Questi 100 si saranno drogati di sicuro o erano depressi che volevano farla finita altrimenti non si spiega un suicidio così

  5. La propaganda ucraina ha tirato fuori delle balle incredibili, tipo video sui social di mappe animate in cui si vedono i reparti della milizia russa anti-Putin, i “neovlasoviti” secondo i commentatori russi dal generale Vlasov passato al Terzo Reich, e addirittura un falso documento di Putin che ordina il ritiro di tutte le truppe russe dall’oblast di Belgorod e la dichiarazione dell’impossibilità della sua difesa.
    E tutto questo avrebbe dovuto essere provocato da poche decine di traditori, con pochi mezzi blindati.
    Solo delle menti malate, dipendenti da sostanze stupefacenti e completamente analfabete possono ideare piani così imbecilli.

  6. Mi sorprende che non ci sia neppure un prigioniero. Il che forse vuol dire che questi “ucraini” con o senza mercenari tra loro sono talmente esaltati e votati al suicidio oppure che in tali casi per i russi, che presumo ormai abbiano perso ogni barlume di pazienza è meglio non fare prigionieri specialmente se ci sono proprio dei mercenari, i quali in teoria sarebbero fuori da ogni convenzione di guerra. Tutti formalmente morti in azione, nessun testimone, nessuno ha perciò nulla da dire e ben gli sta. A guerra finita sapremo forse quante famiglie in America, Regno Unito, Polonia Germania, Francia ecc. che non vedendo più tornare un loro parente si rivolgeranno ai programmi tv tipo “Chi l’ha visto?” perché nessuno governo dirà loro che sono sicuramente morti in una guerra che non li riguardava.

  7. Più che il numero di prigionieri, il dato significativo che manca ovunque nei veri articoli è quello DEI FERITI. Che in ogni azione di combattimento sopravanza di molto quello dei morti. Vero che sono stati falciati dai bombardamenti aerei, con velivoli e missili, ma nessun ferito mi sembra cmq strano. Quindi più che azioni suicide o terroristiche parrebbero proprio piccoli battaglioni di fanteria motorizzata. Coi Challenger2 impantanati. Volevano tentare davvero lo sfondamento in tre punti. Una specie di mini offensiva di contrattacco non annunciata. Ma sono bruciati e al ballerino tossico non rimangono che i falsi filmati di propaganda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM