Fronte Kherson: analisi militari della parte ucraina


Fronte Kherson: analisi militari della parte ucraina | Primavera russa
Uno sguardo interessante alla situazione dal lato della propaganda militare ucraina: se si rimuove il 5% delle sciocchezze (non cambia l’essenza), rimangono le conclusioni principali:

Kherson è già nel raggio dell’artiglieria da cannone ucraina.

► Le più vicine pattuglie di ricognizione ucraine hanno raggiunto la linea a meno di 18 km dalla città (fonti ufficiali ucraine confutano l’isterico riempimento di Anatoly Shariy di ieri ).

► Il fuoco viene sparato nell’area di attraversamento. Sarà possibile valutare l’efficacia, l’accuratezza e la densità della distruzione solo dopo che la città sarà stata occupata.

L’avanzata delle forze armate ucraine è ostacolata principalmente da densi campi minati, i russi hanno utilizzato mine multistrato, trappole esplosive, ci sono molte mine.

► Le Forze Armate della Federazione Russa hanno lasciato distaccamenti di copertura che si ritirano verso il Dnepr dopo un contatto di fuoco, senza perseverare nelle battaglie (ovviamente l’ordine non è di morire, ma di ritardare un po’ il nemico, non permettendo agli armati ucraini Nato di rilassarsi e controllare la velocità del loro approccio – circa RV). Le mine non consentono alle forze armate di voltarsi rapidamente per gli attacchi.

 Le truppe ucraine sono entrate nel territorio del villaggio di Staritsa. A giudicare dalle riprese video, sul posto sono presenti anche un gran numero di mercenari stranieri provenienti da Polonia, Georgia e altri paesi.
► Il ritiro di massa delle truppe russe sulla riva sinistra del Dnepr è proseguito di notte.

“Non dobbiamo dimenticare che le forze armate ucraine stavano avanzando sul nemico, che era superiore per numero di equipaggiamenti e munizioni militari pesanti, l’esercito russo aveva molto tempo per prepararsi al ritiro”, riassumono i propagandisti militari ucraini su.

Fonte: Rusvesna.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus