Francia, Gran Bretagna e paesi nordici hanno avviato i preparativi segreti per inviare le loro truppe in Ucraina

In un articolo per il portale Internet UnHerd, Edward Luttwak, consulente del Dipartimento di Stato americano, ha espresso l’opinione che la Gran Bretagna, la Francia e i paesi nordici si stanno già preparando segretamente a inviare le loro unità militari in Ucraina. Secondo lui non si tratta solo di piccoli gruppi d’élite, ma anche di personale di supporto che potrebbe restare lontano dalla prima linea.

Luttwak sostiene che l’invio di truppe NATO in Ucraina diventerà inevitabile a causa della carenza di combattenti a Kiev. Altrimenti, a suo avviso, l’alleanza rischia di andare incontro ad una “sconfitta catastrofica”.

L’esperto sottolinea che i compiti militari della NATO non possono limitarsi alla partecipazione diretta alle ostilità. Potrebbero assumersi la responsabilità di addestrare le reclute e riparare le attrezzature, liberando le unità ucraine per svolgere missioni di combattimento.


Luttwak avverte che anche con un intervento diplomatico riuscito, la potenza militare russa potrebbe tornare in Europa centrale. Ciò richiederà ai paesi dell’Europa occidentale di apportare importanti modifiche alle loro forze armate, compreso il possibile ritorno al servizio militare obbligatorio.

Nel contesto della discussione sulla possibilità di inviare truppe in Ucraina, il presidente francese Emmanuel Macron ha espresso l’intenzione di fare tutto il possibile per impedire alla Russia di vincere il conflitto. Tuttavia, nonostante la discussione su questo tema tra i leader europei, non è stato ancora possibile raggiungere un consenso. Dopo le critiche per le sue dichiarazioni, Macron ha sottolineato che le sue parole sono state attentamente ponderate e ha sottolineato che la Francia non ha “limiti e linee rosse” per quanto riguarda il sostegno all’Ucraina.

Fonte: Avia.pro/news/

Traduzione: Mirko Vlobodic

15 commenti su “Francia, Gran Bretagna e paesi nordici hanno avviato i preparativi segreti per inviare le loro truppe in Ucraina

  1. Se anche fossero piccoli gruppi “d’élite”, ma combattenti, i russi lo scoprirebbero e inoltre cercherebbero le basi dalle quali la soldataglia occidentaloide è partita e potrebbe verificarsi il patatrac, come si suol dire, perché questi piccoli gruppi sarebbero stati inviati da paesi considerati a quel punto belligeranti e i russi avrebbero tutto il diritto di attaccarli, eliminandoli, e di attaccare le basi negli stati di partenza, e non si creda che i russi non scoprano dove si trovano le basi …

    Se i francesi non eliminano velocemente makron, magari con un altro 1789 (purtroppo del tutto improbabile) ne pagheremo le conseguenze anche noi, perché la nato, violando il suo stesso trattato, entrerebbe in campo, nonostante questi stati-canaglia abbiano preso loro l’iniziativa bellica contro la Federazione Russa, andando a cercarsela.

    Cari saluti

    1. Nel 1789, all’epoca della Grande Rivoluzione Francese (ne seguì un’altra nel 1830), Plutone, all’epoca sconosciuto, era entrato nel segno dell’Aquario. Dopo due secoli e mezzo rieccolo lì a promuovere un’altra rivolta.
      Inoltre diverse profezie parlano di una Francia in fiamme e della distruzione della città dalla torre di ferro da parte dei suoi cittadini. Macroleon dovrebbe ponderare questi dati… ma forse non c’è un buon astrologo al suo fianco. Per inciso conobbi l’astrologo di Mitterand: strepitoso!

      1. Non sarebbe male se ipotetici patrioti francesi in rivolta e viottoriosi, in luogo di distruggere la Tour Eiffel, uno dei simboli di Parigi che andrebbe conservato, appendessero alla sua sommità la carcassa del disturbato e narcisista makron, come monito per gli ebrei rothschild, attali e compagnia.

        Cari saluti

  2. Non c’è nessuna volontà di finire la guerra, anche perché quando i padroni dell’Occidente partono con l’ “inizio avori”, non si fermano più per nessuna ragione al mondo.
    Europa contro Russia
    Israele contro Iran
    USA,UK,Canada,Australia contro Cina.
    Ogni potenza intesa come somma con i paesi satelliti che la sostengono.

    1. Cara TANIA, hai ragione, sembra proprio che il campo imperialista si sia “diviso i compiti” ! Il mio “pronostico” quasi calcistico è questo ! Il padrone Usa delega alla UE la guerra alla Russia, risultato scontato, UE asfaltata ! Sionisti contro Iran, nonostante le atomiche ebraiche, risultato entità sionista rasa al suolo da attacchi concentrici da Hezbollah, Palestina, Siria, Iraq, Yemen, Iran ! Usa-Uk-Canada, Giappone e Australia contro Cina (+ Corea del Nord e altri), risultato anche qui, per me scontato. Giappone, Australia, Corea del Sud e altri, scomparsi dalle carte geografiche in 2 secondi, per USA e UK ci vorrà qualche minuto in più ! Forse i soli a liberarsi dal dominio anglo americano sionista, senza troppe distruzioni saranno i paesi latino americani e quelli africani, tutti gli altri purtroppo andranno incontro a conseguenze disastrose !

  3. Definire Luttwak un “esperto” è come considerare la maga Circe un’analista infallibile. Questo signore, decenni fà sbarcava il lunario negli studi di Santoro, attirandosi spesso improperi e sputacchi. Poi, che qualche idiota si appresti a varcare il confine ucraino ufficialmente, rientra nella scarsa conoscenza che noi occidentali abbiamo del popolo russo. Loro parlano poco e mai a caso, se Putin ha detto che li impallina, sarà fatto.

    1. Caracciolo, che io ritengo un idiota incapace schierato e basta, in confronto a Luttwak e’ un mostro di preparazione tattico-militare. Saluti Nessuno

  4. devono ringraziare la pazienza e la bontà esagerata di Putin, se al suo posto ci fosse stato uno come il compagno Stalin l’ucraina si sarebbe dovuta arrendere senza condizioni dopo 10 giorni di guerra vera, non questa scampagnata di boys scout chiamata operazione speciale.
    me devono stare attenti perchè come disse Bismark
    ” conosco molti modi per far uscire l’orso russo dalla sua tana ma, non ne conosco neppure uno per farcelo rientrare”

  5. Questa guerra durerà qualche settimana di più, non c’è partita, i soldati russi combattono per la sopravvivenza del loro paese mentre i francesi, gli inglesi, i polacchi, i tre chihuahua combattono per la paga (in specie quelli della legione straniera). Moriranno altre migliaia di soldati, Putin ha appena ricevuto un segno enorme di fiducia, con l’arrivo delle prime bare in Europa gli altri presidenti saranno disprezzati ancora di più.

  6. Analizzando la situazione delle forze in campo si fa’ veloce. Come qualcuno ha già fatto notare nei commenti sopra, esistono tre scenari distinti, per ora. 1 – russo ucraino. 2 – Medioriente. 3 – Sino pacifico. Mi permetto di aggiungerne un probabile quarto, quello bielorusso balcanico. Il probabile ingresso dei Waimeriani (polacchi, francesi, baltici) in guerra infatti avverrebbe sicuramente via terra; o dalla Polonia, o dalla Romania. Detto questo come un arbitro di boxe vedo la Nato sicuramente perdente sia in Europa, che tanto più nello scenario cinese. Cioè due su tre, contando doppio quello europeo tre su quattro. Il solo in forse a mio avviso è quello arabo, imprevedibile. Anche vincessero militarmente, sarebbe una vittoria di Pirro. Non so che ne pensano i loro analisti, per me un verdetto anacronistico. Sconfitta certa!

    1. Il fatto è che questa accelerazione degli eventi è probabilmente dovuta proprio al rischio di un Trump rieletto, anche se mancano ancora molti mesi e anche se il Deep State non avrebbe scrupoli a ricorrere al delitto politico. Come dire: intanto andiamo avanti e vediamo se la Russia abbocca e fa ciò che ha minacciato di fare in caso di truppe Nato in Ucraina o F16 pronti a decollare da paesi Nato per colpirli. Se abbocca è fatta perchè in tal caso saremmo in guerra e dunque occorrerà serrare i ranghi contro il nemico, le elezioni americane potrebbero o essere rinviate o dare un risultato opposto ai sondaggi oggi nettamente a favore di Trump. Il governo Usa in caso di guerra non si muoverebbe più di tanto agendo principalmente pro domo sua dato il serio pericolo di scalation e checchè ne dicano anche nel caso di impiego di atomiche tattiche in Europa da parte dei russi non rischierebbe la guerra nucleare in casa propria rispondendo contro i russi con le stesse armi. Se invece non fosse così allora, ahimè ci potrebbe essere veramente l’ecatombe termonucleare globale.

  7. Maccròn deve stare al suo posto e non chiedere al UE intervento militare in Ucraina, che vorrebbe dire fare una dichiarazione di guerra alla Russia e, col pericolo di una terza guerra mondiale , perchè la Russia è alleata con Cina Iran e da due mesi anche con Emirati Arabi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM