Forbes: l’accordo Iran-Cina è un duro colpo per gli Stati Uniti nel mondo


L’accordo Iran-Cina è un duro colpo per la posizione degli Stati Uniti sia in Asia occidentale che nel mondo, afferma la rivista americana Forbes.

L’Iran e il colosso asiatico hanno redatto il progetto della tabella di marcia strategica del partenariato di 25 anni tra le due nazioni , accordo che stabilisce una collaborazione bilaterale globale in molti settori, tra cui l’economia e la sicurezza.

” Mentre i dettagli di questo accordo globale devono ancora essere rivelati, è chiaro che questo fa in modo che l’Iran si sposti fortemente verso est. Tale accordo indebolisce ulteriormente la posizione degli Stati Uniti in Medio Oriente ” , ha affermato la fonte nordamericana in un rapporto pubblicato questa domenica.

Il testo ha anche fatto riferimento al ritiro da altri accordi multilaterali ad opera del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, tra cui l’accordo nucleare di nome ufficiale Piano d’azione comune globale (PIAC o JCPOA), sottolineando che il paese nordamericano sta facendo un altro passo per “ritirarsi dalla scena mondiale”.
Il giornale ha anche avvertito che, per la prima volta da prima della seconda guerra mondiale, “il ruolo di leader americano in tutto il mondo si sta riducendo .”

Cina -Iran asse strategico

La recente politica estera di Washington ha avviato guerre commerciali non solo con Pechino, ma con i suoi stessi fatto ex alleati. Il rapporto ha ricordato diverse convenzioni da cui Trump ha ritirare gli USA, vale a dire: Accordo sul clima di Parigi, Accordo di cooperazione economica trans-pacifica (TPP), Trattato sui cieli aperti e ha respinto l’accordo di libero scambio Nord America (NAFTA).

Mentre gli Stati Uniti si stanno ritirando dalla scena globale, la Cina ha assunto una posizione più dominante, secondo il rapporto, il gigante asiatico ha negoziato un quadro globale di 25 anni per la cooperazione economica e politica in Iran, che rafforzerebbe la posizione di Pechino. nell’Asia occidentale e in Medio Oriente.

Nel frattempo il resto del mondo ha continuato con accordi multilaterali che hanno fatto fare un passo avanti a molti paesi, lasciando indietro gli Stati Uniti..
Nel 2018 il Giappone e l’Unione Europea hanno firmato un accordo commercial eper formare il più grande blocco commerciale del mondo. Il partenariato trans -pacifico è proseguito senza gli Stati Uniti.
La Cina promuove la sua agenda globale mentre gli USA sono in ritirata dalla scena globale.

Cina Africa cooperazione

Le società cinesi sono i maggiori investitori in Africa e hanno stanziato oltre 140 miliardi di dollari in America Latina e hanno anche investito strategicamente in infrastrutture chiave come centrali elettriche, strade, ponti, risorse naturali e porti, secondo Forbes .

A misura che la Cina avanza, altri paesi seguono il suo esempio.Il Messico è stato attivo nella costruzione di relazioni globali da quando è stato firmato il primo accordo TLCAN nel 1992 ed ha firmato accordi comerciali con oltre 50 paesi. Per tale ragione il Messico è uno dei maggiori ricettori di investimenti stranieri diretti (IED) ed ha un forte settore manifatturiero. Attualmente le società messicane stanno avanzando per effettuare esse stesse investimenti , come la Cemex, la Gruma, Femsa, Arca, ecc.. La tendenza nazionale favorisce i produttori locali non statunitensi.

Gli Stati Uniti, secondo Forbes, sono rimasti al margine di questi accordi e di molti altri, così che saranno esclusi dai benefici economici corrispondenti.

Fonte: Forbes

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code