Fonti iraniane ad Al-Mayadeen: escludiamo presto una conclusione nei colloqui di Vienna



Il corrispondente di Al-Mayadeen cita fonti iraniane dalle condizioni di Teheran nei colloqui di Vienna sul nucleare, e il ministro degli Esteri britannico descrive i recenti colloqui come “l’ultima possibilità per l’Iran di tornare al Piano d’azione globale congiunto”.
Il giornalista di Al- Mayadeen ha citato fonti iraniane ben informate secondo cui “la delegazione iraniana ai colloqui di Vienna ha cinque richieste, e la prima di queste richieste è la revoca delle sanzioni relative all’accordo nucleare e altre”.

Ha spiegato che “tra le condizioni c’è anche la verifica della revoca delle sanzioni e l’ottenimento di garanzie”, oltre a “risarcire l’Iran per le perdite e il ritorno di tutte le parti a rispettare l’accordo di Vienna”.

Queste fonti hanno affermato che l’Iran “ha presentato due progetti di accordo, e sono soggetti a modifiche”, e ha spiegato che l’Iran “stava aspettando la posizione europea.

Centrale nucleare Iran

Truss: i colloqui di domani sono un’ultima possibilità per l’Iran
Il ministro degli Esteri britannico Liz Truss ha descritto i colloqui di domani a Vienna come “l’ultima possibilità per l’Iran di tornare al Piano d’azione globale congiunto”.

Presentando gli obiettivi iniziali di politica estera della Gran Bretagna, Truss ha affermato che i negoziati che riprenderanno giovedì a Vienna sono l’ultima possibilità per l’Iran di aderire e lo ha fortemente esortato a farlo.

Risposta dell’Iran: le dichiarazioni del ministro degli Esteri britannico sono un messaggio di minaccia respinto. Fonti iraniane hanno anche indicato che “le dichiarazioni del ministro degli Esteri britannico sono un messaggio minaccioso respinto”, escludendo una conclusione a breve nei colloqui di Vienna.

Ieri il corrispondente dell’agenzia di stampa iraniana “Tasnim” ha riferito che le delegazioni dell’Iran e il gruppo “4 + 1” riprenderanno i colloqui giovedì a Vienna .

Secondo le informazioni, il capo negoziatore iraniano, Ali Bagheri Kani, e il coordinatore della Commissione mista per l’accordo nucleare, Enrique Mora, hanno fissato durante una telefonata lunedì scorso la data per la ripresa dei colloqui giovedì prossimo.

E venerdì scorso, il settimo round dei colloqui di Vienna è stato sospeso e “le delegazioni sono tornate nelle loro capitali per consultare i loro riferimenti”, secondo il corrispondente di Al-Mayadeen.

Fonte: Al-Mayadeen Net

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM