Fonti di Al-Mayadeen rivelano dettagli sull’uccisione e sul ferimento di soldati americani ai confini tra Siria e Giordania

Fonti sul campo siriane riferiscono che i droni sono riusciti a penetrare un avanzato sistema di difesa aerea e hanno raggiunto la base di Al-Tanf, provocando morti e feriti tra le forze americane all’interno della base.
Fonti sul campo hanno riferito al corrispondente di Al -Mayadeen in Siria che “l’attacco dei droni ha preso di mira la base di Al-Tanf sul triangolo di confine siriano-giordano-iracheno, provocando morti e feriti tra le forze americane all’interno della base illegale”.

Le fonti affermano che “i droni sono riusciti a penetrare in un avanzato sistema di difesa aerea e hanno raggiunto la base di Al-Tanf”, sottolineando che questo attacco è avvenuto un giorno dopo gli attacchi alla base di Konico a nord di Deir ez-Zor, che hanno causato il ferimento di 3 soldati.

Allo stesso tempo, la Reuters ha citato un funzionario americano che ha affermato che il numero dei soldati feriti nell’attacco della marcia di Al-Tanf è salito a 34, mentre due funzionari americani hanno affermato che alcuni soldati americani feriti sarebbero stati trasferiti da una base in Giordania. dopo l’attacco dei droni.

Base USA di Al Tanf (prima dellattacco)

Il Comando Centrale degli Stati Uniti ha annunciato, in un comunicato diffuso domenica, che ” tre militari americani sono stati uccisi e 25 feriti in un attacco di droni che aveva preso di mira una base nel nord-est della Giordania”.

Da parte sua, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato in una nota: “L’attacco che ha portato alla morte di 3 soldati americani è stato effettuato da gruppi estremisti sostenuti dall’Iran che operano in Siria e Iraq”.

Biden ha aggiunto: “Il cuore degli Stati Uniti è pesante per l’uccisione di 3 soldati nell’attacco alle nostre forze nel nord-est della Giordania”, sottolineando che “si stanno raccogliendo informazioni su questo attacco”.

Il presidente degli Stati Uniti ha inoltre sottolineato che tutti i responsabili dell’attacco risponderanno nel momento e nel modo da noi scelti. A sua volta, il Pentagono ha descritto l’attacco alle sue forze in Siria/Giordania come una “pericolosa escalation”.

La CNN ha riferito, citando funzionari americani, che “questa è la prima volta che le forze americane vengono uccise dal fuoco nemico in Medio Oriente dall’inizio della guerra di Gaza”.

Nota: La base USA di Al Tanf in realtà si trova nel sud della Siria, vicino al confine della Giordania. La base è illegale, nessuno l’ha autorizzata, nè il governo Siriano nè le Nazioni Unite ed è una struttura che l’Esercito USA e la CIA utilizzano per adestrare estremisti islamici per azioni di sabotaggio e di attacco contro le infrastrutture del paese Siriano per rovesciare il regime di Bashar al-Assad. Qusto è stato varie volte documentato dall’intelligence siriana e russa.
Gli Stati Uniti si dovevano aspettare che, prima o poi, le forze della resistenza avrebbero attaccato la base, così come le altre basi che gli USA mantengono come occupanti nel paese siriano.

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

Nota: Luciano Lago

10 commenti su “Fonti di Al-Mayadeen rivelano dettagli sull’uccisione e sul ferimento di soldati americani ai confini tra Siria e Giordania

  1. Gli americani sono tenaci, ma l’Asse della Resistenza è molto più tenace, è PERVICACE ! Gli americani e occidentali non vincono le guerre brevi e neppure quelle lunghe. Sono figli di una società vuota e vanesia, senza valori virili. La fine arriva. Auguri.

  2. Ieri sera, per una volta, ho gioito durante uno dei tanti schifosissimi TG serali. Per quanto asserviti non hanno potuto evitare di dare la notizia della morte dei soldati USA ! Naturalmente hanno incolpato imprecisati gruppi terroristici sostenuti dall’IRAN, non la legittima resistenza siriana e irachena ! Ma l’asse della resistenza ci dimostra che la giustizia terrena esiste eccome !

  3. Un dato di fatto che la Nato, coalizione atlantista occidentale, non sia altro che l’ espressione della cosiddetta GUERRA ASIMMETRICA che gli States hanno speso e spanto in tutto il pianeta. Instaurazione di basi militari, autorizzate o meno (ricordo che anche le basi italiane non sono mai state autorizzate ufficialmente da alcun esecutivo, quindi illegali), interferenze elettorali e politiche, sostegno economico e militare a movimenti antagonisti di governi legittimi. Tutte azioni atte a dominare e controllare geopoliticamente nazioni chiave per indebolire le fazioni avverse. Ben più che mancanza di valori, io la definirei BIECO IMPERIALISMO MONDIALE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus