Fonte: la Russia è preoccupata per le attività biologiche militari statunitensi

La parte russa osserva con preoccupazione le attività militari e biologiche statunitensi vicino ai confini della Russia e vorrebbe che siano chiariti gli scopi dei loro laboratori biologici militari installati dagli USA nei paesi vicini della Federazione Russa e della Cina, invece di “organizzare giochi di propaganda attorno al coronavirus”, lo ha detto una fonte del ministero degli Esteri russo ai giornalisti.

I funzionari statunitensi nei giorni scorsi hanno ribadito che il coronavirus COVID-19 era una malattia di origine cinese, accusando la Cina di non aver adottato misure tempestive per prevenire lo sviluppo di un’epidemia interna in una pandemia globale. A Pechino, dicono che il virus avrebbe potuto essere introdotto clandestinamente nella RPC dalle truppe statunitensi che erano venute a Wuhan per i giochi mondiali della guerra nel novembre dello scorso anno, cioè alla vigilia di un focolaio contagioso.

“Per rispondere inequivocabilmente alla domanda sulla fonte, in cui la prima persona si è ammalata, è necessario molto lavoro scientifico. Soprattutto se il virus è nato nell’ambiente naturale a causa di mutazioni naturali ”, – ha detto il portavoce russo.

“Questo probabilmente non è possibile farlo in un unico posto, quindi non è appropriato incolpare alcun paese”, – ha detto una fonte del ministero degli Esteri.

Delegazione USA ai giochi militari di Whuan, Cina, Novembre 2020

La stessa fonte ha aggiunto che “tanto più in un mondo globalizzato, quando la maggior parte degli stati sono strettamente collegati dalle comunicazioni di trasporto, il trasferimento di infezione da un punto del pianeta a un altro è una questione solo di diverse ore”.

“Quindi il tono accusatorio dei commenti indirizzati alla Cina, che ora risuona da parte di Washington, è francamente sconcertante”, – ha detto.

Secondo il portvoce russo, “è sufficiente ricordare che sono stati gli Stati Uniti che per molti decenni sono stati la principale forza trainante della globalizzazione, sono loro che hanno cercato di utilizzare questa per i loro suoi interessi geopolitici ed economici”.

“Ora, probabilmente, puossono incolpare soltanto se stessi che non hanno pensato agli effetti collaterali negativi”, – ha detto la fonte.

“Per quanto riguarda la” traccia americana “nell’emergere di COVID-19, non abbiamo tali informazioni per oggi”, – ha detto una fonte del ministero degli Esteri.

“Tuttavia, da molto tempo osserviamo con preoccupazione le attività militari e biologiche statunitensi svolte in stretta prossimità dei nostri confini. Nei nostri paesi limitrofi del Caucaso e dell’Asia centrale e nell’ultimo confine – la Cina, ci sono laboratori biologici creati con i soldi di Washington e con la partecipazione di viaggiatori d’affari quali specialisti ”, – ha aggiunto.

La fonte ha osservato “quello che stanno facendo nei laboratori avviene a porte chiuse, a quanto pare, e non è nemmeno noto alle autorità locali preposte”.

Laboratorio bio-militare USA in Georgia, realizzato con fondi del Pentagono

“Tuttavia, è ben noto e neppure minimamente nascosto dagli americani che gli sviluppi di queste attività sono legati al Pentagono, dal momento che il loro finanziamento è effettuato proprio dal suo bilancio”, – ha spiegato la fonte.

“In altre parole, ci sono davvero domande per gli Stati Uniti. Sarebbe bello se loro chiarissero lo scopo dei loro laboratori, che sono installati al fianco dei confini della Russia e della Cina, invece di organizzare giochi di propaganda attorno al coronavirus ”, – ha detto.

Secondo la fonte, “ora la cosa principale è affrontare l’emergenza pandemica più velocemente, e questo può essere fatto solo con gli sforzi congiunti di tutta l’umanità”.

L’Organizzazione mondiale della sanità l’11 marzo ha annunciato lo scoppio di una nuova infezione da coronavirus COVID-19 con una pandemia. Secondo gli ultimi dati dell’OMS, nel mondo sono stati registrati oltre 570 mila casi di infezione, oltre 26 mila persone sono morte.

https://en.news-front.info/2020/03/29/source-russia-is-concerned-about-the-us-military-biological-activities/

Fonte: New Front

Traduzione: Luciano Lago

13 Commenti

  • Atlas
    30 Marzo 2020

    Sono sinceramente preoccupato. Sono giorni tristi tra epidemie, golpi, migranti, banche, Grillo e Merkel, Conte e la dissenteria che ha avuto il mio cammello a causa di datteri non più commestuibili ch ha ingerito a causa di un maleico piano di contrasto delle teste pensati duosiciliane da parte dei servizi segreti italiano.
    ma sono ancor più preoccupato perchè pare che Lago abbia raccolto pochini fondi e soprattutto perchè li abbiaa raccolti in euro: la moneta degli infami e nemici. Questo sito è pieno di traditori della causa, di venduti alle elites europee e ebraiche e anche neozelandesi. Questa è l’unica spiegazione altrimenti bisognerebbe suppporre che Lago sia lui direttamente un infiltrato per conto del MI5 inglese. ma a noi duosiciliani nesuno ci fa fessi

    • atlas
      1 Aprile 2020

      redazione, non scrivo che non ci debba essere spazio per tutti, ma il registrarsi per commentare sul vostro sito con un’indirizzo di posta elettronica dovrebbe servire almeno a non fare sostituzioni di persona, o no ?

  • ouralphe
    30 Marzo 2020

    Chi ricorda gli stupidini che inviano campioni di DNA a fantomatiche società di biotecnologie che gli dicevano (a pagamento) da quali tribù discendevano? Perchè non farlo? Era “divertente”! 🙂

  • Manente
    30 Marzo 2020

    Mi chiedo che cosa aspettino la Russia la Cina, Cuba, Argentina, India, Iran ed anche l’Italia e l’Europa (sic….) i cui miserabili media appecoronati strillano alle inesistenti “armi chimiche” di Assad, a porre tutti insieme all’Onu ed in ogni altra sede possibile la messa al bando,della “guerra biologica dichiarandola un crimine di guerra e contro l’umanità !!!
    Messi di fronte alle loro responsabilità, vedremo che cosa avranno da dire Greta Thunberg, i verdi, gli arancioni, i pacifisti, gli arcobaleno, gli ambientalisti, l’anti-papa amazzonico Bergoglio, le sardine,e gli imbecilli di ogni colore che si preoccupano dei gas di scarico della auto, ma tacciono di fronte alle decine di laboratori americani di guerra biologica sparsi in Medio Oriente, Europa ed anche in Italia a Sigonella !!!

  • Paolo
    30 Marzo 2020

    Se si facesse un bando delle armi biologiche a livello internazionale, come afferma il signor Manente, si inventerebbero un attentato con armii biologiche e darebbero La colpa alla Russia, con tanto di attestazione della Opcw o chi per lei.

    Forse ancora non si è capito bene con chi si ha a che fare. Appena qualche mese dopo che la Russia aveva completamente eliminato ogni arma chimica secondo un preciso trattato internazionale, con conferma ufficiale della Opcw, si sono inventati la storiaccia degli Scripal. E si badi bene, gli USA hanno dilazionato il termine fino al 2023 per eliminare sua volta le armi chimiche così come ha già fatto la Russia. Lo faranno poi? Certamente lo faranno, Ma ad una sola condizione: se gli converrà. Se no si inventeranno qualche altro fantomatico attentato per incolpare lo Russia e non espletare gli obblighi di quel trattato internazionale con la quale hanno incatenato la Russia ben bene.

    • Manente
      30 Marzo 2020

      Quello che lei dice è molto giusto ed andrebbe divulgato il più possibile proprio per far comprendere ai più la vera natura del nemico con cui si ha a che fare. E noto che, prima che con le armi, la guerra si combatte con l’informazione ed è pèrtanto essenziale predisporre un apparato mediatico in grado di contrastare le menzogne della propaganda atlantista che al momento domina in maniera quasi incontrastata, in occidente e non solo !

      • atlas
        31 Marzo 2020

        manente mi sembri un p.ingenuo: credi di vivere tra giardini e fiumi di latte e miele e non consideri il mare di merda in cui si sta sprofondando da tempo

        i giudei non sono puri angeli che camminano sulla terra obbedendo a Dio

        • atlas
          31 Marzo 2020

          un pò ingenuo. O tanto ?

          • Manente
            31 Marzo 2020

            Se essere “ingenui” significa ritenere che l’impero anglosionista NON sia invincibile, ebbene si, sono un ingenuo. So anche molto bene che il diritto dei popoli passa attraverso le canne di fucili e so bene che anche il nostro “miracolo economico” e questo ovviamente lo sanno molto meglio di me sia Putin che il presidente cinese e non a caso si sono armati fino ai denti, che è la sola cosa che sta inducendo gli Usa a pensarci molto bene prima di scatenare un conflitto mondiale. Ribadisco il concetto espresso nei precedenti commenti che è evidentemente non erano abbastanza chiari: oltre al piano economico e militare, le guerre si fanno anche e prima sul piano della propaganda finalizzata a convincere i PROPRI popoli della ineluttabilità della guerra !!! E’ quello che è avvenuto a Pearl Harbor, con le Torri Gemelle e con le armi chimiche di Hussein e di Assad dove la manipolazione della informazione è stata essenziale per convincere i popoli americano ed europeo ad anadre a farsi ammazzare per arricchire i Rothschild ! Non avendo il sottoscritto pulsioni suicide, preferirei e evitare che questo accadesse al sottoscritto ed all’Italia. Vorrei infine ricordare ad Atlas che nelle Due Sicilie per fortuna resiste ancora la consuetudine di dare del voi o del lei alle persone che non si conoscono, la trovo una ottima abitudine insieme a quella di evitare di parlare troppo che, come è noto, è una caratteristica non troppo lusinghiera di una tipologia di personaggi ben descritti da Sciascia. Non si confonda con quelli ! .

          • atlas
            31 Marzo 2020

            ma io, se mi baso sul tuo ultimo commento, la penso esattamente come te. L’ingenuità forse, è nel credere che TUTTI i mezzi di comunicazione non siano saldamente in mano ai giudei; e di poter, un giorno, controinvertire questa tendenza

            senza dare la parola alle armi nucleari e di distruzione di quella massa. E in quel caso il lei, il voi o il tu cede il passo ad altre priorità, io mi sto solo preparando

            con ossequio e stima, la faccia mia sotto i piedi vostri, ma senza baciamano: c’è il virus

  • ouralphe
    30 Marzo 2020

    Chi appena appena rickrda la storia usa dai tempi della scuola media ride quando si associano l’ acronimo “usa” e la parola “trattati”.

  • Atlas
    30 Marzo 2020

    tanto la Russia non conta un cazzo. Tutte le nostre speranze le riponiamo nell’unica grande Patri e l’unico grande regno: quello delle Due Sicilie.
    SOLO LA MASSONERIA FERMERA’ LO STRAPOTERE AMERICANO e LO FARA’ SOTTO LE GLORIOSE EFFICE DUOSOCILIANE ED IL MOTTO “GOTT MINCH UNS”

    • atlas
      1 Aprile 2020

      redazione, non scrivo che non ci debba essere spazio per tutti, ma il registrarsi per commentare sul vostro sito con un’indirizzo di posta elettronica dovrebbe servire almeno a non fare sostituzioni di persona, o no ?

Inserisci un Commento

*

code