First lady della Siria: “La principale sfida universale è la sfida del neoliberismo che si sta imponendo a tutti i popoli”

placeholder


Secondo Asma al Assad, l’obiettivo è “non solo quello di sradicare le identità nazionali, ma anche l’identità umana, così come tutti i suoi elementi costitutivi, come il patriottismo, le tradizioni ei costumi”.

Asma al Assad, moglie del presidente siriano Bashar al Assad, ha rilasciato un’intervista a RT durante la quale ha affermato che la sfida del neoliberismo rappresenta “la principale sfida universale e di vasta portata” .

La first lady della Siria ha affermato che “Siria e Russia hanno approcci comuni, che sono simili negli aspetti sociali e politici”. “Per quanto riguarda i nostri due Paesi, nel corso della storia e fino ad oggi, si è cercato di bloccarli, dividerli ed emarginarli per cercare di controllarli, il che rappresenta di per sé una grande sfida ora e in futuro”, ha sottolineato.

Asma al Assa visita bambini feriti

Tuttavia, la principale sfida universale e di vasta portata è la sfida del neoliberismo che viene imposto a tutti i popoli. Lobiettivo principale è, ovviamente, non solo quello di sradicare le identità nazionali, ma anche l’identità umana, così come tutte le sue componenti elementi, come il patriottismo, le tradizioni e i costumi. Si tratta di prendere di mira tutto ciò che preserva la società e, naturalmente, la famiglia, che è l’unità di base di ogni società”, ha affermato Asma al-Assad.

A suo avviso, i fattori da lei citati “dovrebbero essere la base per un dialogo tra i giovani del mondo, in particolare tra i giovani delle nostre società medio orientali, poiché sono queste società che sono direttamente minacciate e sono quelle che più possono resistere a questo attaccare a causa della loro cultura, della loro morale e dei loro valori”.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

5 commenti su “First lady della Siria: “La principale sfida universale è la sfida del neoliberismo che si sta imponendo a tutti i popoli”

  1. Caspita censurate anche un complimento a madame asma al sadat, un riconoscimento a lei e alle donne siriane , è inutile quando il cervello è bollito si arriva pure a questo e ad altro.

    1. Ma quale censura. C’è un tempo tecnico per filtrare i commenti e quello è normale come quando si fa la fila alle Poste.
      Saluti

      Luciano Lago

  2. Il liberalismo distrugge ogni giorno le identità nazionali, culturali, sessuali, religiose, la stessa identità umana !
    Ma sarà la liberaldemocrazia ad essere estirpata dalla faccia della terra da una sana dittatura popolare socialista e nazionalista !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM