Finora la più grande protesta contro la legge marziale nel mondo si è svolta nello stato del Michigan

Abbastanza vero, i piani per la protesta del Michigan in cui i partecipanti non hanno nemmeno lasciato le loro auto sembravano in qualche modo deludenti . Ma per essere onesti sembra che il clima del Michigan sia veramente terribile con le nevicate a metà aprile, quindi si sono svolte così. Anche se alla fine, un gruppo di manifestanti (fotogenici), ha anche organizzato una vera protesta a piedi.


Inoltre, mehttps://www.youtube.com/watch?v=-Km-MWtZRPE&feature=emb_logontre l’affluenza alle urne finora nel Michigan (4000), nell’Ohio (200) e nella Carolina del Nord (100) potrebbe non essere stata enorme, gli americani mostrano un certo spirito, cosa che non si può (ancora) dire per gli europei.

Non sembrava una manifestazione da poco ma la protesta dei cittadini del Michigan contro le misure di sicurezza decretate dal governo federale si è fatta sentire.

Migliaia di manifestanti a piedi e in veicoli sono confluiti mercoledì nella capitale del Michigan per radunarsi contro gli ordini di soggiornare a casa decretati dal governo Gretchen Whitmer nello stato.
“Operation Gridlock”, organizzato dal Michigan Conservative Coalition, ha creato un enorme ingorgo da paraurti a automobili di tutti i tipi attorno al Campidoglio del Michigan a Lansing, secondo la Fox 2 Detroit .
Meshawn Maddock, un organizzatore del gruppo, ha affermato che i manifestanti includono repubblicani, democratici e indipendenti.

“La quarantena è quando si limita il movimento dei malati. La tirannia è quando si limita il movimento di persone sane “, ha detto Maddock a Fox News . “Ogni persona ha imparato una dura lezione di distanza sociale. Non abbiamo bisogno di uno stato di babysitter per dire alla gente come devono stare attenti. “

Le proteste avrebbero dovuto iniziare a mezzogiorno, ma una lunga fila di veicoli che si estendeva per chilometri è iniziata la mattina presto.

Michigan proteste cittadini


L ‘”Operazione Gridlock” è stata solo una delle tante manifestazioni previste in tutto il paese per respingere gli ordini di domicilio coatto, invitando i governi statali a concentrarsi sul bilancio economico che la pandemia di coronavirus ha causato e insieme a prendersi cura dei malati.
Quasi 17 milioni di americani sono stati licenziati o sospesi dal lavoro nelle ultime tre settimane, ovvero uno su 10 lavoratori.
Una crisi economica senza precedenti.

P.S. Le Tv e i media in Italia non danno notizia di queste manifestazioni di protesta.
Fonte: Anti-Empire
Traduzione : Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus