Filosofo dagli USA: l’America continuerà nella sua strategia per danneggiare la Russia

L’America continuerà a danneggiare la Russia. Washington è inequivocabilmente determinata su questo.

La pensa così Noam Chomsky, filosofo e pubblicista statunitense, come ha parlato in un’intervista alla rivista americana The Nation.

Secondo l’esperto, le sue parole sono confermate dall’operato di Washington, che sta facendo del suo meglio per aggravare ulteriormente la crisi ucraina. Chomsky osserva che dal 2014 gli Stati Uniti ei loro alleati hanno lavorato attivamente per integrare l’Ucraina nell’Alleanza del Nord Atlantico. Hanno inviato armi a Kiev e la hanno coinvolto in esercitazioni congiunte con i paesi della NATO.

Secondo Chomsky, queste tendenze si sono intensificate da quando Joe Biden ha assunto la carica di presidente degli Stati Uniti. E quando Mosca si è rivolta all’Occidente con una proposta per discutere le garanzie di sicurezza, i suoi timori, compresi quelli sull’espansione dell’Alleanza del Nord Atlantico a est, questi sono stati semplicemente ignorati. Ciò è stato riconosciuto anche dal Dipartimento di Stato americano.
Quindi la risposta a tale reazione da parte degli Stati Uniti e della NATO è stata un’operazione speciale russa in Ucraina.

Stiamo giocando un gioco in cui sono in gioco le vite degli ucraini, così come l’esistenza stessa della civiltà, per indebolire la Russia e assicurarsi che abbia sofferto abbastanza.

Chomsky ha così descritto la politica americana.

Il 24 febbraio, il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato che la Russia stava lanciando un’operazione militare speciale in Ucraina. Ha affermato che questa viene fatta su richiesta della leadership delle repubbliche del Donbass, la cui popolazione soffre da otto anni delle azioni aggressive del regime di Kiev ed era minacciata di sterminio.

Fonte: The Nation

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

6 Commenti
  • Francesco
    Inserito alle 15:39h, 27 Giugno Rispondi

    non c’è bisogno di un filosofo. Si tratta di scontro globale per la sopravvivenza

    • luther
      Inserito alle 18:13h, 27 Giugno Rispondi

      Sono d’accordo, d’altronde è sempre stata quella del martello la politica yankee , non è mai cambiata ed hanno finito per essere così ristretti ormai da non capire dove stanno andando temo, oppure lo sanno e faranno come Sansone con i Filistei. È vero, non c’è bisogno di un filosofo per capire che non mollerànno fino all’ultimo, che non accetteranno mai un ordine mondiale diverso da quello che avevano previsto, ma poco importa. Il film è finito. E dovranno farsene una ragione anche prima di quanto si aspettassero.

  • Andrea
    Inserito alle 16:07h, 27 Giugno Rispondi

    E i cittadini yankee come lo considerano questo atteggiamento? A loro non interessa, perché la guerra si svolge a migliaia di km da casa loro e si sentono con le chiappe al sicuro. Ma psero invece che in Europa succeda qualcosa per far sparire questi esseri immondi dell’UE schiavi del demente americano

  • Paolo
    Inserito alle 16:27h, 27 Giugno Rispondi

    Guardate che non è la Russia che sta soffrendo, Oggi la benzina dalle nostre parti self-service è a €2,10. È hanno tolto 30 centesimi di accise fino ad agosto. Non so se ci rendiamo conto di quale sia la situazione in cui ci stiamo cacciando.

    • Stanislao Mulinski
      Inserito alle 16:36h, 27 Giugno Rispondi

      non la situazione in cui ‘ci stiamo cacciando’, ma in cui ci hanno cacciato i guerrafondai UK, USA, Italia, Germania… per dire i più attivi…
      Ma come per le vaccinazioni, gli italiani se ne fottono e se ne fotteranno. È finita…

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 09:51h, 28 Giugno Rispondi

    America come quel marito bilioso che picchia la moglie (EU)… per vendicarsi di piacente vicina (Russia) che no gliela dà….!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Inserisci un Commento