Festival Mondiale della Gioventù 2024 a Sochi

di Eliseo Bertolasi

Dal 1 al 7 marzo, in Russia, a Sochi si terrà il Festival Mondiale della Gioventù 2024 (Vsemirnyj Festival’ Molodyozhi). Istituito con decreto del presidente russo V.V. Putin il Festival è finalizzato a sviluppare la cooperazione giovanile internazionale.

Si prevede che vi parteciperanno circa 10mila cittadini russi, di cui 500 adolescenti sotto i 18 anni, e altrettanti stranieri. L’accettazione delle domande di partecipazione al Festival è iniziata il 24 giugno 2023 nella Giornata della Gioventù.

Gli eventi principali del Festival si svolgeranno dal 1 marzo al 7 marzo 2024 sul territorio federale del centro “Sirius”. In seguito dal 10 al 17 marzo, seguirà il programma regionale grazie al quale i partecipanti stranieri visiteranno 30 città russe, vedranno luoghi memorabili, conosceranno la diversità culturale e nazionale della Russia e visiteranno imprese tecnologiche e industriali.
Per collaborare alla realizzazione degli eventi del Festival saranno coinvolti 5mila volontari.

I preparativi per il Festival sono portati avanti dal Comitato Organizzatore, guidato dal Primo Vice Capo dell’Amministrazione del Presidente della Federazione Russa S.V. Kirienko. Il Festival s’ispira alle tradizioni dei festival giovanili e studenteschi organizzati più volte in Russia dall’organizzazione internazionale Federazione Mondiale della Gioventù Democratica (World Federation of Democratic Youth), ma è un evento indipendente dal WFDY.

L’obiettivo principale del Forum è quello di costruire legami tra giovani e persone attive da tutto il mondo, per costruire insieme un futuro comune – un mondo giusto e multipolare basato sulla cooperazione e sulla ricerca di un equilibrio di interessi. Attraverso una varietà di attività congiunte e di squadra, i giovani s’incontreranno, socializzeranno, cercheranno punti in comune e impareranno a interagire. Il Festival ha inoltre lo scopo di far conoscere ai giovani, sia russi che stranieri, le enormi opportunità che la Russia offre loro.
Lo slogan del Festival è “Iniziamo il futuro insieme!” (Nachnem buduschee vmeste!)
Il programma del Festival è incentrato attorno a una serie di valori umani universali. I giovani di tutto il mondo sono invitati a esaminarli insieme e a scambiarsi idee su come costruire, partendo da queste basi, un mondo futuro in cui tutti si sentano a proprio agio. Sono previsti non solo dibattiti e conferenze, ma anche un programma espositivo, scambi culturali, competizioni sportive, formazione congiunta, attività di volontariato e viaggi congiunti.

I valori del Festival

  1. Il mondo intero siamo noi
    Il Festival riunirà giovani da tutto il mondo. La maggioranza della popolazione mondiale sarà lì rappresentata. La Russia è parte della maggioranza della popolazione mondiale e pensa all’unisono con essa, rifiutando l’anacronismo dell’egemonia occidentale e del pensiero neocoloniale. Il Festival vuole diventare una piattaforma per il consolidamento delle opinioni, invita quindi al dialogo aperto tutti coloro che sono disposti alle relazioni.
  2. Responsabilità per il destino del mondo
    Il futuro del mondo dipende dalla capacità delle generazioni più giovani d’impegnarsi nel dialogo e nella comprensione reciproca. I partecipanti al Festival, indipendentemente dalla nazionalità, dalle opinioni politiche o dalle caratteristiche culturali, sono consapevoli della propria responsabilità e sono pronti a prendere decisioni concrete per costruire un mondo giusto.
  3. L’unità nella diversità
    I partecipanti, consapevoli della molteplicità dei popoli, delle culture, delle tradizioni favoriscono l’arricchimento reciproco senza imporre standard uniformi. La Russia è ambasciatrice di un’unità a “mosaico” e possiede una ricca esperienza nell’interazione di diverse nazionalità e culture. L’intera storia della Russia è un esempio di stato multinazionale dei popoli.
  4. Uguaglianza, dignità e giustizia
    I partecipanti riconoscono la necessità di lottare non solo per i propri diritti, ma anche per quelli degli altri, così come la necessità di pari opportunità nell’accesso all’istruzione, alla sanità, all’informazione, alla tecnologia e alle risorse. L’impegno, quindi, è per un progresso stabile per tutti, senza lasciare indietro nessuno.
  5. Aiuto reciproco e lavoro di squadra
    L’autorealizzazione di ognuno è preziosa, prima di tutto come un’opportunità per dare il proprio importante contributo al benessere comune. Trovare insieme punti di contatto e lavorare in squadra è importante, piuttosto che concentrarsi sulle differenze individuali.
  6. Il buon cuore
    I partecipanti al festival sono pronti a unirsi per risolvere importanti problemi sociali e fornire assistenza volontaria e disinteressata a chi ne ha bisogno.
  7. Salviamo la famiglia in nome dei bambini
    Gli orientamenti morali formano la visione del mondo e sono trasmessi di generazione in generazione; costituiscono la base dell’identità civile e di un unico spazio culturale del Paese. I valori tradizionali sono alla base dell’unità civile e dell’educazione dei bambini e dei giovani. La Russia è leader nella protezione dei valori tradizionali – il naturale percorso di sviluppo della civiltà nel futuro.
  8. Insieme alla Russia
    La Russia e il suo leader hanno ripetutamente confermato il loro impegno a favore delle idee e dei valori che costituiranno la base del futuro ordine mondiale, valori che in Russia sono stati a lungo implementati. La Russia ha una vasta esperienza nell’armonizzare le comunità multiculturali ed è pronta a condividerla. In tutto il mondo sono richieste le sue pratiche di lavoro con i giovani per realizzare le loro idee e talenti a beneficio della società.

Nonostante la situazione attuale con l’Occidente ostile e sempre più persuaso a staccarsi dalla Russia, si osserva un effetto paradossale: la Russia è tutt’altro che isolata, mentre è lo stesso Occidente collettivo ad autoisolarsi dal resto del mondo.

  • La Russia è uno Stato aperto che lotta per un mondo giusto. Questo mondo giusto sarà il futuro mondo multipolare, dove a tutti i paesi sarà riconosciuta ugual dignità. È impossibile isolare la Russia – sta dalla parte dove si trova la maggioranza della popolazione mondiale. Popoli diversi nella fede, nelle idee, nelle credenze, nella cultura, nello stile di vita, nell’identità etnica, ma che condividono un sogno comune: il desiderio di vivere in un mondo in cui tutti possano rimanere se stessi; vivere e svilupparsi come si desidera; senza imporre i propri valori agli altri e allo stesso tempo senza essere sottomessi ad alcuna coercizione.
  • La Russia è un Paese incentrato sui giovani, e s’impegna a creare molte opportunità non solo per i giovani russi ma anche e per i giovani ospiti provenienti da paesi stranieri. Il prossimo mondo multipolare, i cui contorni stanno già emergendo, sarà creato proprio da giovani russi e stranieri, le nuove generazioni, che quest’anno si riuniranno a Sochi.
  • La Russia dispone di una gioventù responsabile, colta e istruita, che determinerà il suo futuro anche relazionandosi adeguatamente col resto del mondo.
  • L’orgoglio per la Russia è molto sentito non solo all’interno del Paese, ma – considerando il suo livello di coinvolgimento nella cooperazione con altri paesi del mondo – anche al suo esterno.
    Le linee su cui si basa questa attrattiva, non sono solo pragmatiche ed economiche, ma soprattutto concettuali e legate alla sfera dei valori: indicano sostegno alla linea conservatrice della Russia; dimostrano il ruolo guida della Russia come Paese pacificatore sottolineando la difesa da parte di Mosca dei valori democratici e del diritto internazionale e, allo stesso tempo, l’importanza dell’interazione di Mosca con altri paesi come partner alla pari, escludendo le relazioni del paradigma “egemone-satellite”; mostrano, infine, supporto alla Russia per l’attuazione autonoma di progetti infrastrutturali che migliorano il benessere dei propri cittadini.

Fonti:
https://rfsosetia.mid.ru/ru/press-centre/novosti/o_vsemirnom_festivale_molodezhi_2024/
https://mephi.ru/press/news/21645

Traduzione: Eliseo Bertolasi

4 commenti su “Festival Mondiale della Gioventù 2024 a Sochi

  1. In Russia, e nei paesi resistenti, le persone, in genere, vivono secondo principi SEMPLICI E SANI, diciamo anche con uno stile di vita più “rurale”, spartano, con un senso della comunità, e non perchè sono io ad affermarlo ! La mia non è una opinione ! I principi sono sani e positivi quando sono in armonia con la natura e con le persone ! Gli stili di vita al di fuori da questa categoria (armonia con la natura e i nostri simili) sono artefatti, fabbricati a tavolino dagli esperti di marketing, mode passeggere futili e dannose, mostruosità della biotecnologia, dipendenze di ogni tipo, deliri lgtbq, profitto a discapito della vita umana ! Per farla breve, liberal democrazia, dittatura dei mercati, scientismo, colonialismo, imperialismo, nichilismo ! L’impero del male che guida l’occidente !

    1. Caro Giorgio hai perfettamente ragione, unico appunto e` che non bisogna MAI dimenticare che, al mondo d’oggi, non vi e` ancora alcuna anima pura a capo di un qualsiasi Paese. Ricordiamo infatti che, se pur Putin, abbia il mio appoggio per l’Operazione Speciale, non e` costui uno stinco di santo.
      Ed e` forse questa la cosa triste della nostra societa` TUTTA ; non vi e` leader capace di ergersi moralmente sopra tutti e tutto ! Bisogna sempre, noi comuni mortali, appoggiare il meno peggio !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus