Fatti contro finzione lungo il confine bielorusso/polacco


Secondo le fake news dei media occidentali (MSM), il presidente bielorusso Alexander Lukashenko è responsabile della situazione dei rifugiati lungo il confine del paese con la Polonia, cosa con cui lui non aveva nulla a che fare.

Il NYT ha sfidato la realtà definendo quello che sta succedendo “la vendetta… calcolata… di Lukashenko” – accusandolo falsamente delle ricadute dell’aggressione USA/NATO.

Whashington Post è andato allo stesso modo, accusando falsamente Lukashenko di “scatenare una crisi migratoria contro l’Unione Europea (sic).”

Secondo le fake news del WSJ, Lukashenko “sta trasformando migliaia di migranti in pedine in una situazione di stallo” con l’UE (sic).

La CNN lo ha falsamente accusato di “fabbricare la crisi dei migranti al confine (con) la vicina Polonia (sic).”

Secondo le fake news della BBC, di proprietà e controllata dal Regno Unito, “Bielorussia…trasferisce migranti a Minsk con la falsa promessa di un facile ingresso nell’UE (sic).”

All’arrivo, “loro, i migranti (erano) spinti al confine (sic)”.

Quello che i media MSM sopprimono su tutte le questioni principali è molto importante e che tutti lo sappiano.

Secondo le fake news del regime di Biden, sottoscritte dal vassallo sottomesso del G7, questi afferma:

Il G7 ” chiede la condanna (di Lukashenko) l’orchestrazione della migrazione irregolare attraverso i suoi confini (sic)”.
“Questi atti insensibili stanno mettendo a rischio la vita delle persone (sic). “

“Siamo uniti nella nostra solidarietà con la Polonia (colonizzata dagli USA) … Lituania e Lettonia (sic).”
Dire che “sono stati presi di mira da questo uso provocatorio della migrazione irregolare come tattica ibrida” è una grande bugia sfacciata che non inganna nessuno.

La NATO dominata dagli Stati Uniti ha la piena responsabilità per lo stupro e la distruzione di un paese dopo l’altro da quando la famiglia criminale Clinton ha smantellato e distrutto l’ex Jugoslavia negli anni ’90.
L’aggressione post-11 settembre guidata dall’egemonia USA ha massacrato milioni di persone e distrutto Afghanistan, Iraq, Libia e Siria.

Tutto quanto sopra ha creato la più grande crisi di rifugiati dalla seconda guerra mondiale.
Milioni di vittime rimangono sfollati all’interno e come transfrontalieri.

Molti hanno cercato rifugio nei paesi dell’UE, compresi i migranti lungo il confine bielorusso/polacco.

Di volta in volta, gli egemoni USA e i partner controllati incolpano falsamente le nazioni indipendenti prese di mira per i propri crimini di guerra, contro l’umanità, atrocità e altri illeciti.
Su tutte le cose in corso nell’Europa centrale, la Russia e la Bielorussia sono falsamente accusate di ciò con cui non avevano nulla a che fare.

Intervistato dalla BBC britannica – un’operazione che ha respinto il giornalismo come dovrebbe essere fin dall’inizio – Lukashenko ha sfatato le sue fake news con un discorso diretto.

Il suo governo ha dato al suo team di produzione pieno accesso ai luoghi in cui si trovano i rifugiati lungo il confine con la Polonia.
Ha risposto alle domande dell’intervistatore della BBC Steven Rosenberg per circa un’ora.
In risposta alle affermazioni sulle notizie false, ha messo le cose in chiaro come in altre interviste e osservazioni separate su ciò che sta accadendo lungo il confine tra Polonia e Bielorussia.

Senza schivare domande, ha risposto schiettamente, attenendosi a fatti indiscutibili.
Sulla base di prove documentate, ha spiegato la brutalità delle forze di sicurezza polacche.
Invece di fornire aiuti umanitari, anche a donne e bambini, le guardie polacche hanno attaccato i rifugiati con gas lacrimogeni, granate stordenti, percosse e prodotti chimici tossici sparati dai cannoni ad acqua.

Tutto quanto sopra è stato registrato su videocassetta ed è stato ottenuto da testimonianze di rifugiati vittime.

Servendo esclusivamente gli interessi imperiali di USA/Regno Unito/UE, le domande e le osservazioni di Rosenberg si sono attaccate alla narrativa ufficiale prefabbricata, incolpando falsamente la Bielorussia per la brutalità polacca, ignorando il crimine di profughi creato da USA/NATO di proporzioni monumentali.

Lukashenko risponde alla BBC


Contrastando la sua propaganda approvata dallo stato, Lukashenko ha affermato quanto segue:
“(L)raccontiamo” cosa sta realmente accadendo.
“La stragrande maggioranza di (2 o 3mila profughi) ha chiesto ai polacchi di poter transitare (in) Germania”.
“Un ufficiale polacco (ha detto) che devono andare al posto di blocco e presentare le domande, e che le autorità polacche li avrebbero presi in considerazione e così via”.
“In altre parole, li ha effettivamente mandati a quel posto di frontiera”.
“Se ne andarono tutti (l’area della foresta in cui si trovavano) e si precipitarono lì.”
Affermare di aver aggredito le forze di sicurezza polacche con “pietre e bastoni” era una grande bugia sfacciata.
“Hanno capito che le guardie polacche li avrebbero lasciati passare e che avrebbero accettato le loro domande”.

“Si sono… scusati per tutti i problemi e hanno chiesto di essere lasciati passare. Ma non lo hanno permesso».
“È lì che è iniziato tutto. I polacchi usavano cannoni ad acqua (e altri trattamenti severi) in violazione di tutte le regole e i regolamenti”.
“Cosa abbiamo imparato oggi? Abbiamo stabilito che usavano pesticidi ed erbicidi”.
“Queste sono le sostanze che usi per uccidere scarafaggi ed erbacce”.
“Possiamo dimostrarlo perché abbiamo le prove”.
“Sai che non puoi nemmeno puntare le armi verso il territorio vicino?”
“Perché hanno inondato l’acqua con sostanze chimiche tossiche a 100 metri nel nostro territorio?”
“È una violazione del confine di stato”.
“Te lo sto dicendo da ex guardia di frontiera. Ero di stanza a quel confine».
“Hanno almeno violato il confine di stato. Hanno lanciato granate flash nel nostro territorio”.
“Hanno agito come fascisti. Mentre le persone (con donne e bambini inermi) dormivano sotto il cielo aperto, usavano torce elettriche, sirene e così via.
“Hanno pilotato un elicottero. Gli investigatori hanno riferito di aver usato gas lacrimogeni, acqua, sostanze chimiche tossiche ed elicotteri che volavano a bassa quota”.

“Per che cosa? In modo che l’elica dell’elicottero invii quelle sostanze chimiche tossiche più in profondità nel nostro territorio, per raggiungere i bambini”.

“Perché la BBC non ha riportato” tutto quanto sopra?
Perché non è riuscito a spiegarlo agli spettatori del Regno Unito?
Perché invece presenta esclusivamente propaganda approvata dallo stato?
Perché le sue notizie false sono simili alla spazzatura dei media degli Stati Uniti e di altri MSM?

Alla domanda sul perché l’UE non tratti con lui come la maggior parte degli altri paesi europei, Lukashenko ha detto quanto segue:
“Posso rispondere perché è difficile per te parlare con me.”
«Perché non ballo al tuo ritmo. Perseguo una politica indipendente”.
“Indipendente da te e da chiunque altro, dagli americani, dagli inglesi e dall’Unione europea. Io (servo) la mia nazione”.
“Puoi dire che ho disturbato i miei vicini?”
“Abbiamo creato problemi a (polacchi) lituani o lettoni? Mai.”
“Perché si sono infiltrati in casa nostra e hai cercato di distruggerla l’anno scorso?”
“Come mai? Cosa vi riguardava delle nostre elezioni?”
“Non ci siamo intromessi noi con il Regno Unito o l’America”.

«Avete finanziato un ammutinamento l’anno scorso contro il risultato delle nostre elezioni. L’avete fatto!”
“Avete controllato l’ammutinamento dal territorio della Polonia. L’avete fatto. Con l’appoggio degli americani”.
“Siete entrati in casa nostra. Non vi abbiamo chiamato”.

Venerdì, il segretario generale delle Nazioni Unite Guterres si è discostato dalla sua solita narrativa filo-occidentale, spiegando:
La Bielorussia non è la fonte o la causa dei rifugiati lungo il confine con la Polonia.

L’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati e l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni Filippo Grandi hanno inviato “i loro cordiali saluti a…Lukashenko”.

Hanno “accettato di mantenere i contatti in futuro”.

Cannoni ad acqua contro i migranti alla frontiera polacca

Riferiranno in modo completo, obiettivo e imparziale… sugli eventi” al confine con la Polonia.

Venerdì, il capo del Comitato permanente dell’Unione russo/bielorussa, Marianna Shchetkina, ha definito milioni di rifugiati dalle guerre USA/NATO “il crimine del secolo”.

Gli egemoni USA e i loro partner dell’UE stanno spingendo per una guerra impensabile con la Bielorussia e la Russia?

Insieme al Regno Unito e all’apartheid Israele, hanno in mente la terza guerra mondiale, anche attaccando l’Iran?

Il regime dominante di Biden e gli estremisti democratici del Congresso sono più spietatamente pericolosi dei peggiori fra i loro predecessori.
Con loro potere, l’impensabile è possibile.

Fonte: Stephen Lendman

Traduzione: Luciano Lago

Nessun commento

Inserisci un Commento