"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Fatela finita. Nominate un Commissario per Roma

di  Danilo Quinto

Nella capitale non si vive un caos, come dicono. Si vive una situazione fuori da qualsiasi logica politica, civile, umana. Una situazione allucinante, da interrompere subito.

Mentre si assiste ad un teatrino quotidiano, la città è del tutto abbandonata, nei suoi elementari servizi: i trasporti, i rifiuti, la manutenzione delle strade, del verde, la sicurezza, il traffico. La lista è lunghissima e riempirebbe pagine e pagine. Da corollario, ci sono i mendicanti, i Rom, le catene di negozi e bancarelle gestiti da stranieri che inondano la città e fanno i padroni.

Al di là delle inchieste della magistratura, delle dimissioni di assessori di primo piano, di altri assessori indagati che rimangono al loro posto, delle nomine di nuovi personaggi le cui ragioni non si comprendono, non si può attendere oltre. Non per un generico richiamo alle regole che lascia il tempo che trova – ma per quei principi morali che dovrebbero essere alla base di una qualsiasi convivenza civile.

A Roma, non c’è nessun banco di prova da sostenere per il Movimento 5 Stelle, che non può divenire un partito – come sostengono alcuni – sulla pelle dei cittadini. C’è da prendere atto che la politica sta fallendo oggi – con un Sindaco che ha raccolto milioni di voti e non ha realizzato nulla in 100 giorni, facendo solo aggravare la situazione che si viveva prima – come ha fallito almeno nei vent’anni precedenti, con amministrazioni di centrodestra e di centrosinistra, che sono state fotocopie l’una dell’altra.

Come alcuni avevano sottolineato – e noi tra questi – a Roma le elezioni di rinnovo dell’amministrazione comunale non dovevano essere fatte. Dopo i fatti gravissimi accaduti durante il regno della giunta di Ignazio Marino e le successive dimissioni, era stato nominato un Commissario per l’ordinaria amministrazione. Quel Commissario – inteso come incarico istituzionale – doveva essere confermato per almeno dieci anni. Tanto è il tempo che occorre – per andare cauti – per tentare di bonificare quello che si può bonificare: per ridurre e tendenzialmente annullare tutti i condizionamenti che operano nelle città, per risanare il bilancio comunale, per realizzare cose umili, ragionevoli, che affrontino la situazione di degrado che ormai appare come irreversibile. Non c’è bisogno di attendere le dimissioni di Virginia Raggi, mentre Roma muore. Dovrebbe essere il Prefetto di Roma a disporre l’immediato scioglimento del Consiglio Comunale. Ce ne sono tutte le condizioni. Che cosa deve accadere ancora perché si provveda?

Roma, per la sua storia, per la sua bellezza, ha diritto a rinascere. Il suo destino è molto simile a quello del paese intero, che non ha futuro perché non è in grado neanche di immaginarlo. Si vive alla giornata, tra un terremoto e l’altro, tra uno scandalo e l’altro, tra una malversazione e l’altra, tra vaghe promesse di riforme e un voto referendario che si profila come inutile, tra un debito pubblico che grava come un macigno sulle prossime generazioni e speranze di sopravvivenza che non esistono già oggi per molti, tra l’arte di arrangiarsi e di accettare tutto, perché in fondo conviene e nessuna indignazione che compare all’orizzonte.

Fonte: Radio Spada

*

code

  1. Vincenzo Cirigliano 1 anno fa

    Sono due mesi che c’è il M5S. Prima di fare questi articoli forse sarebbe opportuno concedere un poco di tempo a chi governa oggi Roma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 1 anno fa

      Giusto concedere un po’ di tempo ma le mezze figure prive di personalità’ e di carisma, tipo la Raggi, si vedono subito, nonostante una investitura popolare che da sola avrebbe dovuto dare forza e determinazione al nuovo sindaco della Città’ Eterna. La responsabilità’ e’ di chi ha voluto designare questa “ragazzetta imberbe” alla guida di Roma. Regolare che adesso venga sbranata dai media, dai palazzinari e dalle banche.
      L.Lago

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. giannetto 1 anno fa

    Un vecchio proverbio inglese sentenziava che ogni popolo ha il governo, le istituzioni e la vita civica che si merita. Roma ne è fulgido esempio. Che ci farebbe un Commissario in una bolgia degenere? Manco fosse il redivivo dictator Fulvio Camillo. Da quando poi s’è diffuso il vezzo di intronare in politica qualche gnocca che magari dice “Io sono onesta”, siamo al colmo della farsa italiota. Uno spasso, davvero. – E pensare che la cretinaggine dei nostri avi babbei, tanto “romantici” che “classicisti”, poi condensata nel verbo del Duce, sentenziava: “O Roma, o morte”. … Ma va là…lascialo lì, sto covo di fancazzisti, che han solo e sempre trovato modo, in 2500 anni di storia, di vivere sulle spalle degli altri! Solo che fino al’ “era fascista” curavano almeno il lifting, poi neppure quello, fino all’inesorabile degrado di una capitale in una latrina. – Basta Roma capitale!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gian matteo 1 anno fa

    Si intravede una visione (scusate il gioco di parole)un po’ ,oserei dire , demagogico/antidemocratica del metodo è del modo in cui si dovrebbe secondo lei risolvere gli annosi (secolari?) Problemi di Roma.
    Invece di appoggiare il nuovo ,di pungolare, spingere,a aiutare se possibile .
    Si tappano naso e occhi su ciò che è causa colpevole della situazione romana, e si invoca il commmmmisssario,il .
    Si fugge la democrazia e si instaura una sorta di governo di polizia.
    Si vede che come disse monti ed altri ” ci sono cose che non si possono affidare alla volontà e conoscenza dei popoli,ma solo le ristrette oligarchie possono gestire e dirigere queste situazioni/scelte)

    W la democrazia !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Walter 1 anno fa

      Non c’é niente di anti-democratico nel commissariamento di un Comune in dissesto economico-finanziario, così come non c’é niente di anti-democratico nell’arrestare un ladro e metterlo in prigione. In Italia ci sono piccoli comuni che hanno fondato 15, 20 o più società partecipate dove il Sindaco ha piazzato amici, parenti e conoscenti, creando in pochi anni voragini di debito lasciato ai posteri. E’ questa la democrazia? Lasciare che ognuno faccia i suoi porci comodi a spese della collettività?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. William 1 anno fa

    Ahh il commissario ha 10 anni di tempo ma la Raggi in 100 giorni doveva risolvere tutto…. Beh mi sembra che lei non adoperi 2 pesi e due misure eh!? Vivo all’estero perché stufo di certe cose e di politica non mi interesso, ma dare cento giorni a qualsiasi persona per capovolgere il sistema che si è radicato a Roma sono davvero pochi anche per il padr’eterno, e non credo di esagerare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Fred 1 anno fa

    si un altro commissario! Ma mica siamo in tv, il commissario Montalbano, il maresciallo Rocca ect! come se non bastassero le camionette dell’esercito, dei carabinieri e della polizia a farci da guardaspalle in ogni angolo! Telecamere, satelliti e commissari al posto dei Sindaci tanto per farci stare tranquilli che tutto è sotto controllo! Ma dai! Dopo la Raggi cosa vogliamo provare? Le scelte si sono esaurite! Sinistra, Destra, M5S!Ma quando manifestazioni a gogo per riportare in questa città quel minimo di senso civico, di condivisione e responsabilità che spingerebbe qualsiasi autorevole forza politica a trovare soluzioni immediate a problemi che richiedono urgente soluzione: Rifiuti, Trasporti, Viabilità stradale, Situazione abitativa, Ripristino della Legalità! Che cosa aspettiamo ancora gli extraterrestri?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. marina 1 anno fa

    forza virginia!!!!!!!!! i venduti, i topi di fogna, chi ha contribuito in questi vent’anni a distruggere una citta’ si sta ribellando, molto bene cosi’ finalmente sapremo chi sono!!!!! ma questi pornopersonaggi, cosa pensano di chi governa la ns. nazione????? questi parassiti mantenuti dai romani perche’ non si trasferiscono all’estero magari in russia o in ungheria???????? STRAVIVA IL M5S!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolo 1 anno fa

      siete solo dei ratti al seguito del vostro padrone anglosionista sasoon, dei rohtcild, soros e di tutto il marciume neoliberista mondialista che vi schiavizza. infami e quando dici “RUSSIA” sciacquati prima la tua boccaccia lercia con l’acido muriatico.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. nessuno 1 anno fa

    un articolo di propaganda antiM5S, fuori posto, uno schiaffo ai votanti della Raggi.
    lasciatela lavorare in pace, datele tempo, va bene non avere in simpatia il Movimento
    ma c’è un limite a tutto, vergogna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. derceto 1 anno fa

    Articolo di controinformazione o (contro)opinione?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 1 anno fa

      Si tratta di un articolo di opinione di uno stimato analista, Danilo Quinto. Naturalmente noi non condividiamo necessariamente le opinioni che spesso pubblichiamo: in questo caso ci sembra che, chiamare un commissario a gestire Roma, visto che sarebbe un commissario nominato dal Governo, secondo noi non rappresenta proprio la migliore soluzione. Rimangono comunque evidenti tutte le contraddzioni e l’inconsistenza dei personaggi scelti dal movimentoi 5 S. a gestire la Capitale. Si aspetta al varco di sapere quali saranno le scelte del movimento in tema di immigrazione/invasione e quando gli altri paesi (dopo il Brexit), come Austria ed Ungheria, avranno scelto di uscire dalla UE. Che ci racconteranno allora Grillo e Di Maio ? Le ambiguità prima o poi vengono allo scoperto.
      L.Lago

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giannetto 1 anno fa

        Ma cos’ha fatto sto cosiddetto Movimento per contare tanti “pasionari” che ci sbavano sopra? In cosa l’Italia è grazie a loro divenuta migliore? Sono il Gerovital? – Per me è lo stesso che chiedersi in cosa l’Italia del Nord è in quarant’anni è diventata più libera, autonoma e fiscalmente sovrana grazie alla Lega. Un esimio bluff per creare tante poltrone in più… e per lo più neppure occupate dai leghisti! – POVERI ITALIOTELLI, A OGNI LATITUDINE ! – Cosa volete che gli dicano Grillo e Di Maio? Il loro sfogo rivoluzionario lo esaurirono come avanguardia dei pédé, quando espulsero il mitico Nano dal bivacco dei manipoli. Grillo l’Incorruttibile! Saint Just Di Battista! . Peccato che DOPO il Nano si sia verificato il Mose, e Milano Fiera, e Roma Mafia, e Montepacchi, ed Etruria… ma .. a-n-vedi!…vi risulta che la ghigliottina pentastelluta abbia più colpito qualcuno? No! Per forza!… Avrebbero dovuto decimare i pédé! – Han detto poi qualcosa dell’alluvione equatoriale in casa? Han detto qualcosa sulle cento e più basi americane in Italia? Sull’euro non han capa tanta sicché han detto tutto e il contrario di tutto, ma si sa come anche qui la andrà a finire. Bon per loro che mettono in campo a Roma una miss , che però ha il faccino troppo delizioso e probabilmente è troppo “onesta” per un braccio di ferro con gli incalliti banditi delle mafie capitoline, sostenuti ciascuno da torme popppolari di fancazzisti .
        – Mi aspetto per sto commento una valanga di (-). Magari anche qualche risposta insultante. Dunque ringrazio. So che il cercar di togliere alla gggente (pure quella “alternativa”) le fette di salame sugli occhi è pena perduta. C’è solo la speranza di qualche eccezione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. nessuno 1 anno fa

          stimatissimo Giannetto, da me non avrai ne insulti ne segni negativi, tu dici cose giuste,
          il mio disappunto sull’articolo è che si deve dare il tempo necessario alle persone votate,
          che siano esse di ds di si o centro, avendo a cuore le sorti di Roma ho fiducia nella capacitå
          personale ovvero individuale della Raggi di fare molto meglio di quello che è stato fatto finora dalle
          prrcedenti ammministrazioni, buona serata a tutti voi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. maboba 1 anno fa

        D’accordo con lei che il M5S non dà affidabilità sul tema principale che abbiamo di fronte, insieme all’enorme debito/spesa pubblica: l’immigrazione/invasione. Tema che per me è dirimente nel giudicare ed eventualmente votare chicchessia. Detto questo tuttavia mi pare che questi attacchi alla Raggi, che pure sta manifestando limiti ed inesperienza che peraltro erano nella logica delle cose, siano eccessivi e sostenuti da interessi ed ambienti gravitanti intorno al PD che è il principale responsabile di questa disastrosa situazione di Roma, essendone stato alla guida per tanti lustri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Redazione 1 anno fa

          Mi sembra normale e del tutto prevedibile quello che adesso sta accadendo: una grande campagna di diffamazione e di discredito montata da media ed organi politici, in specie del PD, per mettere in evidenza limiti e contraddizione dei 5 Stelle. Detto questo, non è escluso che da questa situazione non possano venire fuori rafforzati se alcuni di loro avranno forza e determinazione di cavalcare i veri motivi di opposizione al sistema: la mafia dei palazzinari e delle coop su Roma, l’immigrazione/invasione, l’euro, l’oligarchia europea, lo strapotere delle banche a livello nazionale. Se lo faranno sarò personalmente il primo a mettere da parte ogni riserva ed ogni pregiudizio sul loro operato. Gli uomini validi si vedono nel momento delle difficoltà.
          L.Lago

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. giannetto 1 anno fa

          Se sono i pédé che reman contro, sarà sciacallaggio. Il cucciolo arraffa il boccone ai fratellini della nidiata, ma infine can non mangia cane. Siamo alla riedizione di una caratteristica eterna della “Città Eterna”: la guerra di bande fra Clodio e Milone, ripetuta nel Medi Evo tra famiglie pontificie avverse. Solo che quelli si menavano sul serio. Pédé e pentastelluti invece si fan screzi fingendo di menarsi, per distrarre e accalappiare i gonzi…. ossia il Pantalone provinciale che paga per gli uni e per gli altri. – Ditemi quale altra capitale europea è una latrina simile. Probabilmente neppure Atene.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. derceto 1 anno fa

        Grazie per la risposta, capitolo chiuso.

        Panettiere, pane
        Verduriere, verdura
        Farmacia, farmaci
        Controinformazione, opinione…

        Controinformazione, informazione.
        Prima e meglio se sempre.
        Grazie e buon lavoro!

        Rispondi Mi piace Non mi piace