Fantasia per le élite statunitensi di trascinare in Cina e Russia sulla questione dei rifugiati afghani


di Wang Wenwen

Con le ultime truppe rimaste che lasciavano l’Afghanistan, gli Stati Uniti avevano posto fine alla loro guerra ventennale nel paese. La guerra non solo lascia un grande caos all’Afghanistan dilaniato dalla guerra, ma infligge anche un duro colpo alla reputazione degli Stati Uniti.
Tuttavia, alcune élite statunitensi cercano di glorificare ciò che gli Stati Uniti hanno fatto mentre allo stesso tempo tentano di screditare gli avversari degli Stati Uniti, vale a dire Cina e Russia.

In un post su Twitter, il politologo statunitense Ian Bremmer ha propagandato il fatto che “Quasi 100 governi si sono impegnati a facilitare il viaggio gratuito degli afghani che hanno lavorato con loro o che sono considerati a rischio (non partecipano: Cina, Russia).”

Ciò a cui si riferiva era una dichiarazione firmata il 29 agosto dagli Stati Uniti e da altri 97 paesi che si impegnavano a garantire agli afgani di viaggiare liberamente verso destinazioni al di fuori dell’Afghanistan e di rilasciare documenti di viaggio agli afgani designati.

Rispetto al caos e alla miseria che gli Stati Uniti hanno portato in Afghanistan e nel suo popolo, facilitare la libera circolazione degli afgani è il minimo che gli Stati Uniti dovrebbero fare, piuttosto che qualcosa di cui vale la pena sbandierare. Mentre gli Stati Uniti garantiscono agli afgani di viaggiare liberamente in altri paesi, il numero di rifugiati afgani che gli Stati Uniti hanno ricevuto è solo una goccia nell’oceano.

Secondo i resoconti dei media statunitensi, gli Stati Uniti prevedono di accogliere circa 50.000 rifugiati afgani. Tuttavia, prima dell’attuale crisi, almeno 3,5 milioni di afgani sono rimasti sradicati in Afghanistan a causa della violenza, dei disordini politici e della mancanza di opportunità economiche, un risultato della guerra a lungo termine condotta dagli Stati Uniti. I paesi che hanno accolto il maggior numero di rifugiati afgani sono i vicini dell’Afghanistan: Pakistan e Iran.

Secondo un grafico dell’UNHCR nel 2020, l’85% di un totale di 2,6 milioni di rifugiati afgani all’estero si trova in Iran e Pakistan, mentre gli Stati Uniti ne ospitano solo 2.000. Il numero di rifugiati afgani che gli Stati Uniti hanno accettato era solo circa un millesimo di quello ricevuto dal Pakistan.

Gli Stati Uniti hanno tutte le ragioni per accettare la maggior parte dei rifugiati afgani, poiché sono loro i responsabili della guerra in Afghanistan. Ma anche se gli Stati Uniti accettano i rifugiati afghani, non possono compensare la sofferenza del popolo afghano, per non parlare di quello che gli Stati Uniti sono effettivamente disposti a fare che è molto limitato.
Per alcuni politici statunitensi, i rifugiati afgani sono solo un peso. Il senatore Ted Cruz, un repubblicano del Texas, ha recentemente twittato che gli Stati Uniti “dovrebbero salvare gli afgani che hanno assistito l’esercito americano, ma questi dovrebbero andare in un paese terzo neutrale e sicuro”. Il repubblicano Matt Rosendale del Montana ha affermato che il caos in Afghanistan non dovrebbe essere “una scusa per inondare” gli Stati Uniti di rifugiati.

Chiedere a Cina e Russia di ripulire il casino creato dagli Stati Uniti in Afghanistan è oltremodo ridicolo. Come potrebbero le élite statunitensi avere il coraggio di sollevarlo? La Russia ha dichiarato che fornirà servizi di aviazione civile per l’evacuazione dei cittadini afgani in cerca di asilo altrove. La Cina ha anche invitato tutte le parti a guidare attivamente i talebani e a cercare di impegnarsi nella ricostruzione dell’Afghanistan. Non sono risposte responsabili?

Ritirata delle truppe USA da Afghanistan

Il ritiro degli Stati Uniti dall’Afghanistan è diventato lo zimbello del mondo. Ma sembra che gli Stati Uniti e le loro élite pensino di aver fatto qualcosa di nobile. Le élite statunitensi tendono a presumere che tutti i paesi dovrebbero seguire l’esempio degli Stati Uniti o addirittura rimediare agli errori degli Stati Uniti, ma ignorano il fatto che ci sono paesi che hanno contribuito a modo loro.
Anni di guerre che gli Stati Uniti hanno condotto in Iraq, Siria e Afghanistan hanno generato un numero enorme di rifugiati, ma il modo in cui la Cina si impegna con altri paesi – promuovendo principi vantaggiosi per tutti e attraverso la costruzione di infrastrutture per il benessere della popolazione locale – non creerà mai rifugiati.

Song Luzheng, ricercatore presso il China Institute of Shanghai Fudan University, ha dichiarato al Global Times che ci sono tre ragioni per cui le élite statunitensi stanno trascinando Cina e Russia nel fango.

“In primo luogo, vogliono che i due paesi sopportino le conseguenze della fallita politica statunitense in Afghanistan. In secondo luogo, vogliono sfruttare la questione dei rifugiati come un gancio per intrappolare Cina e Russia nel ‘cimitero degli imperi’. Terzo, potrebbero mettere i due paesi in una situazione morale e cogliere l’occasione per attaccarli come grandi potenze irresponsabili”, ha detto Song.

“Anche ora, gli Stati Uniti e le loro élite stanno calcolando i propri guadagni sulla questione afghana”, ha osservato Song.

Fonte: Global Times

Traduzione: Luciano Lago

8 Commenti
  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 19:32h, 31 Agosto Rispondi

    ma dell’Ucraina che anche oggi attacca domani la Russia non si parla piu ?!?!?!?
    e dell’imminentissimo attacco all’Iran neppure ?

    • Niko
      Inserito alle 21:18h, 31 Agosto Rispondi

      si vede che sei rimasto indietro e non hai seguito gli eventi.
      LUcraina ha adesso la capitale a Moska.
      LIran non esiste piu’, e adesso esiste la Grande Israele.

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 02:12h, 01 Settembre Rispondi

        ah ok, evidentemente son rimasto indietro 🙂
        per caso pure il regno dei barboni è ritornato ? che sono 30 anni che ci sta il fronte di salvezza, vogliamo fargli fare qualcosa o no a sti scansafatiche ???!?!?!?!?!?!

        • atlas
          Inserito alle 05:12h, 01 Settembre Rispondi

          potresti studiare di più la storia, gratis. A Napoli ci fu la prima Università pubblica del mondo, anche per i poveri miserabili come te. Non è colpa mia se sei un bastardo itali ano e non hai radici nemmeno nella terra in cui sei nato. La tua verve colonizzatrice da filoameric ano è tipica di chi, democraticamente, pretende d’imporre le sue tradizioni (che non ha) al mondo intero. C’è chi dice no da quando è nato, non da solo 30anni, e Russia e Cina lo dimostrano. A parte una flebile ironia spastica, sinceramente, non credo tu abbia prodotto mai nulla di veramente utile per la tua società. Quì nelle Due Sicilie si difendono sempre più arditamente i nostri confini, in prospettiva sovranista russa. Se poi, da agente provocatore quale stai dimostrando di essere sempre di più, vuoi saperne di più sull’FLN2S e sul suo apparato anche militare mi faccio una gran risata. Ti devi accontentare di un pò di omertà siciliana. Puoi ascoltare solo di queste valide persone, preparate, diplomatiche, e caute, la parte ‘storica’ e culturale. Se vuoi.

          https://www.facebook.com/LAlfierePubblicazioneNapoletanaTradizionalista/videos/203143278397554

          • Arditi, a difesa del confine
            Inserito alle 18:04h, 01 Settembre

            bellissima “si difendono i confini arditamente”…. Lampedusa fa parte della Sicilia, si vede bene come la gloriosa guardia nazionale barbona difende i confini
            .
            esattamente come nel 1943
            .
            ed allo stesso modo nel 1860

          • atlas
            Inserito alle 13:22h, 02 Settembre

            fai bene ad esaltare il troll giudeo democratico bresci ano, siete della stessa risposta puerile che dava un certo sed vaste, altro elemento … infatti sai bene che le milizie di Roma sono composte da traditori delle Sicilie, italianizzati, non certo di quelli a cui appartengo io

  • Mario
    Inserito alle 07:35h, 01 Settembre Rispondi

    QUESTI EBREI FILO AMERICANI IN AFGHANISTAN HANNO ASSASSINATO PIÙ DI 3 MILIONI DI PERSONE IN 20 ANNI
    TANTE MAMME TANTE PERSONE INNOCENTI TANTI BAMBINI
    QUESTI PORCI E ASSASSINI DI EBREI DEVONO ESSERE CONDANNATI TUTTI PER GENOCIDIO SCHIFOSI E VOMITEVOLI CAROGNE

  • eusebio
    Inserito alle 18:54h, 01 Settembre Rispondi

    La Cina agli USA se li mangia a colazione, oltre al gigantesco riarmo che sta portando avanti sta vincendo il ban tecnologico imposto da Trump, oggi il 60% dei componenti degli smartphone Huawei sono prodotti in Cina, e la quota di debito pubblico USA in mani cinesi presto calerà da un trilione di dollari ad 800 miliardi di dollari tanto per far capire ai semifalliti USA chi è che tiene in mano il loro debito pubblico.

Inserisci un Commento