Fanatismo atlantista dell’UE: Borrell vuole portare i paesi europei a dichiarare di fatto guerra alla Russia


di Karine Bechet-Golovko .

Le dichiarazioni di Joseph Borrell, teoricamente responsabile della diplomazia europea, assomigliano sempre di più a quelle di un signore della guerra, almeno uno che vuole mandare altri in guerra. Secondo l’ultimo suo discorso, questi chiede che i paesi europei, non l’Unione Europea che è solo un guscio vuoto senza gli Stati, ma gli Stati europei si facciano carico dell’organizzazione e dell’addestramento dell’esercito ucraino. In altre parole, vuole che gli stati europei diventino formalmente parti del conflitto.
E questo in una guerra convenzionale, come lui stesso ha ammesso. Cari connazionali, abbiamo davvero motivo di muovere guerra alla Russia, in nome di nazizzanti burattini ucraini, che devastano il loro Paese dal 2014, per servire gli interessi globalisti e la dominazione americana? Lasceremo che Borrell e l’UE ci rendano parte belligerante?
Durante la sua visita in Spagna, Joseph Borrell ha rilasciato il 22 agosto dichiarazioni che dovrebbero far riflettere i leader e le popolazioni dei nostri stati europei. Secondo lui, il conflitto che si sta svolgendo sul suolo ucraino è un conflitto convenzionale, che non ha motivo di essere di breve durata, che costringe i paesi europei a essere coinvolti in modo più fondamentale – e quindi a renderlo ancora più ampio, ancora più lungo, ancora più profondo.

Per questo, Borrell vuole costringere i paesi europei ad accettare l’istituzione di una missione di addestramento per l’esercito ucraino, che si svolgerà territorialmente nei paesi vicini all’Ucraina, cioè nei paesi membri dell’UE.

“Una guerra che dura e sembra destinata a durare richiede uno sforzo non solo in termini di fornitura di attrezzature, ma anche di addestramento e aiuto per organizzare l’esercito”, ha aggiunto. »

Per “normalizzare” questa proposta inaspettata fintanto che i paesi europei non hanno dichiarato guerra alla Russia, Borrell ricorda che l’UE ha già dispiegato missioni di addestramento:

“L’Unione europea dispiega missioni di addestramento militare negli eserciti dei paesi con cui cooperiamo”, ha affermato. “Lo stavamo facendo in Mali non molto tempo fa, abbiamo appena iniziato a farlo in Mozambico e lo abbiamo fatto in Niger”, ha continuato, citando anche il Ciad. »

Tuttavia, per quanto riguarda l’Ucraina, riconosce discretamente, e per una buona ragione, che non è affatto la stessa logica:

“Ha sottolineato ancora una volta con forza che questa missione a sostegno dell’esercito ucraino non sarebbe semplicemente una classica missione di addestramento, ma anche “per aiutare a organizzare l’esercito”. Tuttavia, ha rifiutato di fornire maggiori dettagli, in particolare sul personale di tale missione.

Non è quindi una normale missione di addestramento. In realtà, Borrell vuole portare di fatto i paesi europei in questo conflitto atlantista, che si sta svolgendo sul suolo ucraino, poiché in questo caso saranno parti del conflitto. Ricordiamo anche qual è l’obiettivo di questa lotta per i leader ucraini al potere: uccidere il maggior numero possibile di russi. Come l’ ambasciatore ucraino in Kazakistan, Piotr Vrublevsky, ha dichiarato senza mezzi termini il 22 agosto :

“ Cerchiamo di ucciderne il maggior numero possibile. Più russi uccidiamo adesso, meno i nostri figli dovranno ucciderli. Questo è tutto »

È tutto. Uccidi una razza. Distruggila. Definitivamente. Questo è il nuovo volto del nazismo in Ucraina. Già Hitler stava cercando di uccidere gli slavi, una sottorazza come gli ebrei. La logica non è cambiata, solo il metodo e la presentazione si adattano ai tempi.

Questo è ciò che Borrell vuole aiutare a raggiungere. È in questa guerra che vuole impegnare i paesi europei senza ritorno, in un combattimento su larga scala, come dichiara. Già, durante la seconda guerra mondiale, la maggior parte dei paesi europei si unì alle forze dell’Asse , dobbiamo assolutamente ripetere gli stessi errori, le stesse debolezze, gli stessi tradimenti?

Chiamiamola vanga: sono leader di alleanza nazista, che hanno preso il potere in Ucraina dopo il golpe globalista del 2014, organizzato dagli Stati Uniti, come hanno anche ammesso. E sono loro che da allora hanno attaccato le persone che vivono sul suolo ucraino, provocando la cessione della Crimea e del Donbass, sono loro che stanno sviluppando una politica di segregazione razziale nel territorio che ancora governano. E sono quelli che ci viene chiesto di sostenere. Non sono combattenti della resistenza, sono nazisti. Chi li sostiene non è un resistente, è un collaboratore.

Karine Bechet-Golovko

fonte: Russie Politics

Traduzione: Luciano Lago

15 Commenti
  • Ettore
    Inserito alle 23:07h, 24 Agosto Rispondi

    Lèggevo giusto ora che il prossimo pacchetto di finanziamento degli States e della Germania ha un piano biennale , il che significa che gli Stati Uniti non possono più rinunciare ai loro armamenti per devolverli agli ucraini , ma girano direttamente L ordine ai produttori , certe consegne saranno diponibili solo nel 2023 , e gli addestramenti saranno di 6/12 mesi , stanno proiettando questa guerra nel futuro, hanno capito che nella situazione attuale non hanno modo di sconfiggere La Russia e sperano della sua lenta deflagrazione , inoltre si sono,assicurati anni di forniture di armamenti a tutti i paesi europei che al momento stanno usando il campo ucraino come discarica dei pezzi d annata …. Come sempre chi guadagna da queste guerre di merda sono i trafficanti ( così vanno chiamati …) d armamenti…. Nei prossimi anni contano di essersi sganciati dalla dipendenza energetica dalla Russia , bisogna vedere se riusciremo a sopravvivere a questo periodo , la vedo molto dura …

  • alvaro
    Inserito alle 08:43h, 25 Agosto Rispondi

    la dichiarazione dei “capi” di stato europei e di Erdogan sulla Crimea, fatta di recente, è già una dichiarazione di guerra contro la Russia.

  • Sando Kan
    Inserito alle 08:51h, 25 Agosto Rispondi

    L”ultima volta che l’Italia ha dichiarato guerra alla Russia è finita con l’intero corpo degli alpini in ritirata.
    Alcuni resti riuscirono a tornare in patria.
    Questa volta finirebbe molto, molto peggio.
    Amen.

  • The Q
    Inserito alle 09:04h, 25 Agosto Rispondi

    i capi di stato prendono ordini dalla cabala mafiose internazionalista dell’internazionale nasonica dei pederasti deviati succhia sangue! tant’è , lo sanno pure i sassi .

  • Paolo
    Inserito alle 11:42h, 25 Agosto Rispondi

    Un mio modestissimo parere, la Russia dovrebbe arrivare al Dinepro e poi distruggerne i ponti, credo che il grosso della resistenza Ucraina sia adesso è nei luoghi in cui ora si combatte poi dovrebbe essere più facile

  • Edy
    Inserito alle 12:14h, 25 Agosto Rispondi

    Il bassissimo commissario anzi ignobile Borrel vuole cancellare con i venti di guerra tutte le mancanze , omissioni, codardie e servilismo Nord Atlantico a carico della UE sulla guerra ibrida in corso . Soffiano sulle fiamme invece di circoscrivere l’incendio , inutile fare disamine , colpe ed interessi le conoscono anche i sassi . A lui , alla von der ciapi , al nostro rettile nazionale/ pilota automatico, a Letta , a Mattarella ed ad altri personaggi italiani nella sostanza tesserati al partito democratico statunitense, dico di lasciare in pace il popolo italiano, noi non vogliamo fare nessuna guerra ne economica , ne ibrida ne di carneficina . Vogliamo la pace . Andate al diavolo .

  • Andrea
    Inserito alle 16:51h, 25 Agosto Rispondi

    Eh già, perché le guerre le pagano i popoli, mica Sborrell

  • antonio
    Inserito alle 17:07h, 25 Agosto Rispondi

    italiani solidali con Dombass e Russia – yankee UE e Nato go home

  • carmine
    Inserito alle 17:14h, 25 Agosto Rispondi

    La Russia con documenti ufficiali, atto approvato dalla Duma, l’Ucraina nazione nazifascista e terrorista. La dichiarazione porterebbe Usa e Eu a diventare fornitori di armi a paese terrorista e dunque secondo il diritto internazionale legittimamente esposti alle ritorsioni economiche e militari. Il passo successivo totale interruzione di forniture di Gas.

  • Gasparino
    Inserito alle 17:32h, 25 Agosto Rispondi

    Con gli attuali teste di Ca**o che abbiamo agli attuali vertici della UE . . tutto è possibile. Spero però che qualcuno si inca**i veramente e li mandi a carte 48 una volta per tutte !

  • Demokos
    Inserito alle 18:53h, 25 Agosto Rispondi

    esatto sono tutti fanatici di organizzazioni non eletta de nessuno ma capovertici di interessi mostruosi , militari industriali media farmaceutici AT WAR AGAINST SATANISM OF CAPITALISM!

  • Monk
    Inserito alle 18:53h, 25 Agosto Rispondi

    Continuiamo a delegare ad altri le faccende che dovremmo risolvere da soli, come? Semplice, andare a prendere giornalisti , medici, politici e tutti gli altri criminali con la forza, la forza del popolo, ma pensate alle votazioni politiche, continuate a non prendervi nessuna responsabilità, anche a costo della vita e poi vi lamentate.
    Ci sta bene, le tenebre avvolgeranno tutti noi, vedremo morire i nostri figli e vilmente continueremo a sperare al salvatore di turno, che non ci sarà mai.

    • Giorgio
      Inserito alle 07:42h, 26 Agosto Rispondi

      Ottima riflessione MONK …..

  • Claudio Cardillo
    Inserito alle 00:58h, 26 Agosto Rispondi

    L’asse fu tutt’altra cosa, è folle fare un parallelo con chi difese l Europa dal capitalismo e dal bolscevismo con dei criminali sostenuti dal sionismo e da guerrafondai millenaristi.

Inserisci un Commento