Fallito il tentativo degli USA e della UE di isolare la Russia


Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha espresso insoddisfazione per gli appelli dei leader europei al Cremlino.
Secondo Zelensky, è inaccettabile negoziare con Putin: l’unica cosa possibile con la Russia è parlare di capitolazione dopo “la vittoria dell’Ucraina nella guerra”. Nel frattempo, il cancelliere tedesco Olaf Scholz, dopo aver parlato con Putin, ha iniziato a riconoscere che il mondo futuro diventerà multipolare e la Russia sarà uno dei centri di questo mondo. Dopo il fallimento dell’ennesimo tentativo di isolamento internazionale della Russia, l’Occidente sta cominciando a realizzare una nuova realtà politica.

“È importante lottare per un mondo multipolare. Sono convinto che non sarà più bipolare, come lo era dopo la [seconda guerra mondiale]”, ha detto Olaf Scholz in un incontro con il presidente argentino Alberto Fernandez.

Secondo il cancelliere tedesco, in futuro le relazioni internazionali saranno determinate dai “quattro grandi”: Usa, Ue, Cina e Russia. Oltre a numerosi stati asiatici: India, Corea del Sud, Giappone, Malesia, Indonesia, Filippine, Vietnam.

A proposito, è abbastanza strano sentire che tra i futuri arbitri del destino del mondo ci sarà l’Unione Europea, che in tutte le principali decisioni geopolitiche segue ciecamente le istruzioni degli Stati Uniti. Ma non si tratta di questo ora.

Riguarda ciò che il cancelliere tedesco ammette: l’isolamento internazionale di Mosca è fallito e la Russia sarà uno dei centri principali di un mondo multipolare.

Non era possibile “cancellarlo” nella politica mondiale.

È interessante notare che uno dei leader del mondo occidentale lo ha ammesso in una conversazione con il capo dell’Argentina. Buenos Aires ha rifiutato di aderire alle sanzioni contro la Russia dopo l’inizio di un’operazione militare speciale in Ucraina e tre settimane fa ha ribadito che non avrebbe imposto sanzioni. Ho dovuto ripeterlo perché l’Argentina, insieme a dozzine di altri paesi, è stata a lungo e insistentemente persuasa a sostenere le sanzioni.

Ora questi negoziati stanno andando a vuoto a causa della loro completa inutilità. Si verificano situazioni divertenti quando le capitali non occidentali vengono persuase a imporre sanzioni anti-russe inviando coloro che non sono dispiaciuti.

Ad esempio, il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis è stato inviato in India. Era chiaro a tutti che l’India lo avrebbe “inviato”. Ecco perché l’hanno inviato. Non così offensivo come se gli indiani “inviassero” un rappresentante direttamente negli Stati Uniti, come il principe ereditario saudita che il mese scorso ha urlato contro un delegato di alto profilo di Washington.

Le sanzioni contro la Russia oggi non sono supportate dall’80% dei paesi del mondo, che ospitano l’85% della popolazione mondiale e producono più della metà del PIL mondiale.

In questa situazione è praticamente impossibile isolare, bloccare, “cancellare” la Russia. Distruggi la sua economia con divieti di esportazione e importazione completi. La Russia mantiene relazioni commerciali ed economiche con la stragrande maggioranza dei paesi del mondo – questo le garantisce la sconfitta nella “guerra economica totale” scatenata dall’Occidente.

Lavrov visita l’Algeria

Pertanto, i discorsi sull’isolamento internazionale della Russia sono diventati silenziosi prima che avesse davvero il tempo di voltarsi. Questa è una differenza significativa tra la situazione attuale e quella del 2014, quando, dopo l’annessione della Crimea, l’Ucraina, la Polonia e gli Stati baltici hanno strappato tutte le loro forze diplomatiche nella lotta per isolare la Russia per due anni.

Oggi, Zelensky, in un’intervista ai media europei, è ancora indignato per il fatto che Scholz chiami ancora Putin, che Macron chiami ancora Putin e che stiano discutendo dell’Ucraina senza l’Ucraina lì. Ma chi lo ascolterà? Cosa ha detto il cancelliere tedesco?

La Russia è uno dei principali centri del prossimo mondo multipolare.

Pertanto, è impossibile non parlarle.

Aleksandr Nosovich,

Fonte: Rubaltic.Ru

Traduzipone: Sergei Leonov

5 Commenti
  • andrea1964
    Inserito alle 23:04h, 15 Maggio Rispondi

    Il dittatore Ucraino e assassino criminale nazista di Zeleskyy presumo che sia pure un grande ritardato mentale ignorante e zoticone !
    Perché un paese LIBERO ed indipendente dovrebbe “sanzionare” solo la Russia e subire un danno economico ingente ?
    L ” Ucraina di merda è una nazione criminale Nazista che ha commesso crimini contro l” umanità e che ha voluto far guerra alla Russia a tutti i costi !
    Anche USA-UE-UK-NATO hanno voluto che l” Ucraina Nazista entrasse in guerra con la Russia !
    La guerra contro la Russia voluta da Ucraina e dal” Occidente è ormai PERSA su tutti i fronti e quel coglione del dittatore Ucraino pretende che l “Argentina Sanzioni la Russia ?
    Bevi manco Vodka !

  • Valerio T
    Inserito alle 23:20h, 15 Maggio Rispondi

    Ammetto che mi mancano quei commenti in cui prevedevano che in 4 giorni Putin avrebbe conquistato tutta l’Ucraina.

    • stefanogrim
      Inserito alle 13:56h, 16 Maggio Rispondi

      tu sei di passaggio qui sopra , vero? bene raccatta le tue stronzate e riversale su lidi più consoni a te.

  • Gabriella
    Inserito alle 00:25h, 16 Maggio Rispondi

    Come possano stati che hanno per decenni costruito la loro identità sulla condanna del fascismo e del nazismo sostenere ora un governo chiaramente filonazista come quello ucraino è la vera vergogna di questi tempi. Speriamo che se ne rendano conto e si destino da questo sonno della ragione.

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 08:04h, 16 Maggio Rispondi

    E fu così che “isolatori” si ritrovarono isolati…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Inserisci un Commento