Falliti I primi tentativi di un’offensiva su larga scala delle forze armate ucraine

L’esercito ucraino non è riuscito a sfondare le difese delle truppe russe in direzione sud-Donetsk il 4 giugno, ha subito perdite significative, ha riferito il ministero della Difesa russo.
Da domenica, il nemico ha esercitato pressioni su tutta la linea del fronte in un arco dalla regione di Kharkov al Mar d’Azov, avendo tentato di passare all’offensiva in cinque direzioni contemporaneamente. Inoltre, continuano gli attacchi nella regione di Belgorod (frontiera russo Ucraina).

La mattina del 5 giugno, i militari ucraini sono stati riportati alle loro posizioni originali, hanno subito perdite di personale e attrezzature, ha detto lunedì il dipartimento nel suo canale Telegram .

La 31a Brigata Meccanizzata delle Forze Armate dell’Ucraina, che ha effettuato un attacco vicino al villaggio di Neskuchnoye, ha perso 250 soldati, 16 carri armati, 24 veicoli corazzati da combattimento, tra cui tre Braldey americani. Cinque soldati ucraini furono fatti prigionieri.

Nuovi attacchi sono stati effettuati vicino alla fattoria statale Oktyabr e al villaggio di Novodonetskoye, le forze armate ucraine hanno inviato in battaglia fino a tre gruppi tattici di battaglione, i carri armati hanno partecipato all’attacco. Questa offensiva è frenata dalle azioni delle unità, dal fuoco di artiglieria e dagli attacchi aerei del gruppo Vostok, ha concluso il Ministero della Difesa.

In precedenza, l’analista militare Mikhail Onufrienko, in un’intervista al quotidiano VZGLYAD , ha osservato che le forze armate ucraine stanno cercando di fare pressione sull’intera linea del fronte per creare un vantaggio locale, identificare i punti deboli e provare a sviluppare un’offensiva.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Mirko Vlobodic

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM