"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

“Fake News”. Strategia della Tensione e terrorismo di Stato

L’Occidente è precipitato in una nuova epoca di terrore:
il rischio della guerra globale, le fake news e la dittatura dei media

di Enrica Perrucchetti

Archiviato il pericolo ISIS, grazie alla sconfitta delle truppe del Califfo in Siria, i nuovi nemici globali sono la Corea del Nord e l’Iran. L’elezione di Trump ha portato il mondo a dividersi in due blocchi, riproponendo una anacronistica Guerra Fredda e il rischio di un conflitto globale.

Gli attentati che infiammano l’Occidente non si fermano, spingendo le nazioni ad adottare misure estreme com’era successo agli USA all’indomani dell’11 Settembre.
Le stragi, apparentemente di matrice islamica, lasciano però una scia di anomalie e dubbi, di coincidenze inspiegabili o quanto meno ambigue, che riecheggiano la strategia delle false flags.
Enrica Perrucchietti aggiorna il suo bestseller e svela le nuove False Flag che minacciano la nostra libertà.
«Ad ogni tragedia il clima di isteria, sapientemente manipolato dai media, riesce a convincere l’opinione pubblica ad abdicare alla propria libertà per entirsi protetta dall’ennesimo spettro,
uno spettro costruito, ideato e alimentato da noi e che noi intendiamo ingenuamente combattere attraverso l’odio.».

Enrica Perucchietti

Fake News, intervista a Enrica Perucchietti: “Sempre più vicini allo psicoreato”

Si tratta di creare i presupposti per poter poi raccogliere e sfruttare delle opportunità calcolate con cura e, in alcuni casi, di lasciare che gli eventi “avvengano” per poi strumentalizzare l’accaduto, anche qualora comporti tragedie e perdite di vite umane; altre volte si tratta di pianificare i cosiddetti “attacchi sotto falsa bandiera” per poter conseguire un determinato obiettivo, dopo avere manipolato degli “utili idioti” che poi divengono capri espiatori, e aver cooptato talpe, spie, dirigenti, informatori.

Ciò avviene sempre, però, in base a obiettivi precisi, strategie studiate a tavolino e interessi personali. Interessi che non corrispondono mai a quelli delle masse. Si tratta delle cosiddette “false flag operations” o “operazioni sotto falsa bandiera”: gli attacchi sotto falsa bandiera per incolpare il nemico sono sempre avvenuti – lo dimostra persino la storia antica – e non sono questione recente, né materia per “complottisti”.

Anche quello di creare un nemico esterno/capro espiatorio per coalizzare l’opinione pubblica contro tale fantomatico pericolo – come splendidamente descritto da George Orwell in 1984, con il nemico pubblico numero uno del Partito, Emmanuel Goldstein – è uno dei trucchi più vecchi del mondo.

Fonte: Arianna Editrice

*

code

  1. STREICHER 3 mesi fa

    Chiedetevi xche LA perrucchietti,Foa pecchioli e altri possono continuare a scrivere su complotti catastrofi imminent I ecc ecc xche’ non fanno male a una mosca tutto fumo negli occhi vi vogliono far Strippare il Cervello a furia di allusioni notizie vere o false non importa l’importante e’ creare una Cortina di Fumo dove perdercisi , che provino ad accusare gli Ebrei veri Manovratori burattinai impestati figli del Diavolo( lo diceva Cristo ) ,in un giorno questi “giornalisti” manco LA cartigenica su cui scrivere I loro pensieri avrebbero ,gli si creerebbe il Deserto intorno ,manco piu un amico,a proposito ma Claudio non e’ che lo sono and at I a svegliare alle 4 o 5 del mattino ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 3 mesi fa

      Mi sono chiesto anche io di Claudio ! Tutto puo’ succedere in un’Italia gestita da mezze seghe ! Lo psicoreato c’e’ gia’,meno che in Germania, ma c’e’ !
      In Germania, azzardarsi a diminuire la cifra cabalistica dei “sei milioni” comporta un processo penale per direttissima con prigione sicura. manca ancora la ghigliottina, ma sono sulla strada…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Max Tuanton 3 mesi fa

    Orwell un artista :Emmanuel goldstein ! Roba da sbellicarsi ! Aveva capito tutto Orwell non poteva chiamarlo moses Abram allora via a chiamarlo emmanuel Goldstein ,se fosse stato piu chiaro il suo libro finiva sotto I tavoli sbilenchi per tenerli in equilibrio e invece e’stato furbo ,tutti sti giornalisti soon dei veri equilibristi degli Acrobati Basta che sbaglino una virgola e ‘L’Ebreo padrone despota assoluto dei media ci taglia I fili ,una vita d’inferno !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Max Tuanton 3 mesi fa

    Ahhh io me ne sbatto altamente di Pacifici e/LA sua tribu di Circoncisi Ebrei un’associazione a deinquere che nessuno tra I nostri pavidi Giornalisti ha il coraggio di Denunciare, leggevo col magone stormfront soon andati a pigliarli tutti , una vergogna ! Invece di censurare LA pornografia le violenze sulle donne e l’Immoralita dilagante stanno a rompere I coglioni a gente che si scambia idee libri e video , si vede che I magistrati e I loro can I da Guardia soon pagati bene dal Ghetto e inoltre come Ciliegina vi fanno invadere da tutti I Disperati Della Terra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mardunolbo 3 mesi fa

    “trama nera, trama nera, sol con te si fa carriera ! “

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Max Tuanton 3 mesi fa

    Mardunolbo soon preoccupato per Claudio ma magari e’ una questions di WiFi so che Costa caro speriamo in Bene ! Se no andro davanti a qualche tempio con LA Svastika ci passo sempre ci stanno I monaci scalzi che benedicono tutti questi si che soon religiosi e umili mica I rabbini Ebrei con LA Sinagoga di Satana

    Rispondi Mi piace Non mi piace