Ex ufficiale dell’intelligence Usa: la guerra in Ucraina è un “conflitto NATO-Russia”

L’ex ufficiale dell’intelligence del Corpo dei Marines degli Stati Uniti William Scott Ritter Jr. ha definito l’attuale fase del conflitto Ucraina-Russia una fase aggravata del conflitto NATO-Russia.

Commentando la prima fase della guerra, Scott Ritter ha detto: “Mentre la Russia era impegnata a distruggere l’esercito ucraino sul campo di battaglia, l’Ucraina era impegnata a ricostituire quell’esercito”.

Ha inoltre descritto la seconda fase, dicendo: “La Russia ha affrontato unità territoriali e nazionali mobilitate, supportate da forze ricostituite addestrate dalla NATO. Ma il grosso delle forze addestrate dalla NATO era tenuto in riserva”.

Nella terza fase, ha affermato che la Russia sta ora “affrontando una forza militare in stile NATO che è supportata logisticamente dalla NATO, addestrata dalla NATO, dotata di intelligence della NATO e che lavora in armonia con i pianificatori militari della NATO”.

“L’attuale controffensiva ucraina non dovrebbe essere vista come un’estensione della battaglia di fase due, ma piuttosto l’inizio di una nuova terza fase che non è un conflitto ucraino-russo, ma un conflitto NATO-russo”.

Ufficiali NATO in Ucraina

L’ex marine statunitense ha avvertito che la guerra è stata orchestrata e attuata dalla NATO.

“La velocità dell’avanzata ucraina è stata inaspettata, così come le tattiche utilizzate dall’Ucraina. Anche il livello di supporto alla pianificazione operativa e di intelligence fornito dalla NATO a sostegno di questo contrattacco sembrava aver colto di sorpresa i russi”, ha aggiunto.

“Ma l’esercito russo è estremamente adattivo”.

Crede che la guerra avrà anche nuove fasi continue fino a quando l’Ucraina non esaurirà la sua volontà di combattere e morire, o la NATO esaurirà la sua capacità di continuare a fornire l’esercito ucraino.

Pur definendo i miliardi di dollari di assistenza militare degli Stati Uniti un punto di svolta, ha detto: “Quello a cui stiamo assistendo oggi in Ucraina è come tutti questi soldi in armi abbiano cambiato il gioco. Il risultato sono più forze ucraine e russe morte, più civili morti e più equipaggiamenti distrutti”.

Crede che la Russia vincerà la guerra, ma costerebbe un prezzo alle parti coinvolte.

Fonte: Press Tv

Traduzione: Lucino Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM