"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

EUGENETICA SPACCIATA PER «BEST INTEREST»

PERCHE’ ALFIE DEVE MORIRE

di Marcello Pamio

Siamo arrivati nel giro di pochi mesi al terzo caso di bambino assassinato dal Sistema.
Dopo gli emblematici casi di Charlie Gard di 11 mesi (con malattia genetica degenerativa) e Isaiah Haastrup di un anno (con gravi lesioni cerebrali), ora tocca ad  di soli 23 mesi (malato di una patologia sconosciuta). Attualmente il piccolo è ricoverato nell’ospedale di Liverpool.
I giornalisti dei media mainstream, peggio degli avvoltoi e degli sciacalli che si nutrono di carogne, ci sguazzano alla grande, senza dire una sola parola in merito a quello che sta realmente accadendo.

Assassinio di Stato

Alle 22:15 del 23 aprile i giudici hanno sentenziato, dopo il parere dei camici bianchi, la morte del piccolo Alfie facendo togliere il supporto del ventilatore, nella speranza che spirasse in poco tempo.
Prima se ne va e meglio è per tutto il reame.
Oggi 26 aprile, quindi dopo quasi tre giorni, Alfie è purtroppo per loro ancora vivo e sta urlando al mondo e ai suoi carnefici che la Vita è sacra e va rispettata. Fino alla fine.

«Nonostante il miracolo oggettivo, nonostante tutto il mondo abbia visto l’incompetenza di questi medici, le loro negligenze, l’assenza di diagnosi, le certezze propinateci sgretolate dalla realtà (sarebbe morto in pochi minuti). Nonostante tutto, una possibilità, l’unica, gli sarà negata» (1)
Il giudice interpellato, uno dei classici attivisti delle «cause dei gay», ha dimenticato una cosa importantissima: il diritto alla cura per tutti, anche per un bambino che (secondo le loro diagnosi fallaci) sta morendo.
Purtroppo non si tratta di perdita di memoria perché è tutto pianificato alla perfezione: Alfie, esattamente come i precedenti, deve morire. Lo richiede l’Impero del caos.
Quando sarà spirato anche il povero Alfie, ci sarà Angelika e poi Celeste e via così in una lunga lista di agnelli sacrificati sull’altare che fungono da monito. I messaggi sono chiarissimi e riportano in auge l’eugenetica.

Eugenetica del Terzo Millennio

Prima di cercare di capire cosa c’è sotto va specificato che l’origine delle società di eugenetica è anglosassone. Agli inizi del Novecento il terreno di coltura di questa follia umana, sfociato successivamente nel nazismo, parlava inglese. Anno 1906, negli States l’American Breeders Association, (l’associazione dei razzatori americani) diede il via alla prima commissione sull’eugenetica (2) per bloccare l’immigrazione di popoli di razza inferiore (slavi, ebrei, neri e mediterranei tra cui gli italiani), mentre alla prestigiosissima università di Harvard si insegnava che la «soluzione al problema del crimine è l’estirpazione dell’incapace, morale e mentale».
Nel regno di Sua Maestà all’inizio secolo basandosi sulle teorie dell’ereditarietà dei geni del monaco biologo e matematico Gregor Mendel, scienziato come Francis Galton (cugino del più famoso Charles Darwin) il coniatore del termine “eugenetica”, ed Ernst Haeckel (biologo, zoologo e filosofo) guidarono la selezione naturale volta al miglioramento della razza umana. Tale “miglioramento” però comprendeva anche l’eliminazione del meno adatto, del diverso e del debole.

Alfie Evans case

Quindi molti anni prima della «Soluzione finale» di Hitler (il quale per la cronaca venne finanziato da banche americane, inglesi, tedesche e pure ebraiche), nei paesi che consideriamo democratici ed evoluti venivano sterilizzate centinaia di migliaia di persone perché “inadatte” oppure uccise perché indegne di vivere.
Dato che la storia è scritta dai soliti noti, la gente studia solo i crimini commessi dal Terzo Reich, non quelli degli inglesi e degli americani.
Oggi però la storia sta facendo vedere la vera natura del Sistema.

Quali sono i messaggi

I recentissimi casi di bambini uccisi pongono alcune domande.
Come mai si verificano e soprattutto come mai vengono mediaticamente amplificati questi disperati casi umani? Solo perché riguardano dei neonati? O perché pensiamo erroneamente che i sensibili giornalisti lavorino per informare?
Perché i giudici britannici non ascoltano le volontà dei genitori, in teoria unici responsabili della salute del proprio figlio? E perché il governo inglese non accetta la proposta italiana di trasportare Alfie per essere curato qui da noi? Hanno paura che muoia in volo? Simili preoccupazioni, dall’aguzzino che ti sta assassinando togliendoti aria, acqua e cibo fanno ribrezzo.
Perché nonostante le critiche arrivate da mezzo mondo continuano su questa folle linea?
Semplice e logico: il caso Alfie, come i precedenti, deve far passare alcuni messaggi non solo per l’inconscio collettivo ma anche per la parte conscia di tutto il mondo. Ne vediamo alcuni.

1) I bambini NON sono dei genitori, ma entità private dello Stato!
Se un giudice può decidere di togliere la vita ad una creatura andando totalmente contro le volontà di due genitori (in grado di intendere e di volere) il segnale è chiarissimo. Questo lo si vede anche nelle assurde restrizioni delle libertà in merito alle vaccinazioni. Poi toccherà al microchip…

2) Solo le persone adatte possono continuare a vivere!
Tutte le persone (neonati compresi) che loro considerano inadatte, deboli o difettate devono essere uccise per il massimo bene comune, ecco il «best interest».
L’esagerato ed eccessivo utilizzo degli screening neonatali non ha forse questo interesse? Si deve far nascere solo bambini sani e perfetti!

3) Eutanasia di Stato
Ultimamente nella cronaca sono aumentati i casi di persone che hanno deciso volontariamente di andare a morire. Le leggi in molti stati, tra cui l’Italia, lo vietano, per cui è necessario intervenire per sbloccare questa impasse. Va liberalizzata quanto prima l’eutanasia non solo per aiutare le persone ad uccidersi, ma anche per sfumare il contorno di quello che invece è e rimarrà sempre «assassinio di Stato».

4) I miracoli non esistono
Non possono permettersi di dare spazio al miracolo della Vita.
La storia lo insegna: la guarigione è sempre possibile e per chiunque. Ma questo potrebbe stimolare la cultura di una visione spirituale dell’essere umano che può essere deleteria per l’attuale Regno del materialismo.

5) Demoralizzazione delle masse
Infine non ci devono essere precedenti perché il gregge deve capire che le persone NON contano nulla.
La famiglia non può vincere la guerra per la custodia contro lo Stato e cercare di salvare il proprio figlioletto. Ogni nostro sforzo non vale nulla perché alla fine il Sistema vincerà sempre, esattamente come il banco al casinò che esce sempre vincitore.
Chiaro? Non illudetevi!

Conclusione
Questi sono i messaggi celati dietro queste tragedie, ma alla fine però la Vita vincerà sempre!
Il Sistema, in tutti i suoi aspetti, è allo stadio terminale e l’aumento delle coscienze che si stanno destando sta facendo vacillare il terreno sotto i loro piedi. Lo sanno benissimo, e proprio per questo continuano a lottare come l’animale ferito a morte che si dibatte fino all’ultimo respiro.
Esattamente come il respiratore che hanno tolto per legge ad Alfie, loro stanno cercando disperatamente il tubo che gli porti l’ossigeno, ma non potranno trovarlo perché è stato fatto sparire dalle anime come Charlie, Isaiah, Alfie e anche da tutte quelle che verranno sacrificate per questo.

Note
1) “Perché Alfie deve morire”, https://ontologismi.wordpress.com/…/perche-alfie-deve-mori…/
2) “DNA ed eugenetica: chi vuole il potere sulla Vita?”, Paolo Girotto

Fonte: Disinformazione.it

*

code

  1. Riki 4 mesi fa

    Non sono d’accordo con il sig M. Pamio sulla eutanasia di stato (se voglio morire lo posso decidere io? grazie ) ma nell’articolo ha scritto che Hitler fu finanziato dall’ ELITE – mm !! oh oh! ahi ahai!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 4 mesi fa

      A parte le cazzate che spara pamio sui finanziamenti ad Hitler da parte delle elites dobbiamo anche dire che, sì! Hitler ricercava la purezza della Razza perchè era a conoscenza ( come Mussolini del resto ) del piano kalergi il quale risale al 1925.. Il Duce lo cita indirettamente in un video giunto a noi, quando parla di teorie idiote provenienti dal nord.. non si riferisce al cancelliere tedesco, bensì a kalergi..
      ma quel che voglio dirti, riki, è un’altra cosa: il fatto che tu voglia o possa decidere della tua morte in piena autonomia è una cosa, lasciare che a regolamentare l’eutanasia sia lo stato fantoccio che ci governa è da IDIOTI. mi spiego meglio.. a te, per convincerti dicono che ognuno ha diritto a scegliere il momento della sua morte ma nella realtà, al momento della stesura della legge, della votaziobe della suddetta legge, TU NON CI SEI.. NON CI SONO IO.. CI SONO SOLTANTO QUEI 4 BASTARDI CHE PRENDONO ORDINI DA ENTITÀ CHE NON CONOSCIAMO.. per cui nella legge sull’eutanasia tu, in pratica, consegni una pistola in mano ” allo stato ” e lo autorizzi a spararti se e quando a loro la cosa aggrada.. qui il discorso non è se tu puoi decidere quando morire, qui il discorso è che TU DEVI MORIRE di fronte a certe condizioni o convenienze.. quando non sarai più produttivo sarai un costo sociale e se vogliamo mantenere l’obbiettivo di contenimento dei costi sociali in una certa percentuale tu dovrai essere soppresso. E non ci sono cazzi che tengano.. hai lavorato fino a 70 anni?? Hai pagato i contributi?? Mo vorresti goderti la pensione?? Manco per il cazzo!! Sei un pò rincoglionito?? Una punturina e via..parli inneggiando ad Hitler?? Tso obbligatorio già ci siamo, ti inietteranno un pò di chissà cosa e via.. credi a cose differenti dalla narrazione ufficiale?? Leggi luciano lago?? Fake news!! Eliminiamolo.. in conclusione: non sarai mai te a decidere, decideranno loro.. il bello è che se un numero sufficiente di idioti voterà tale legge ci andremo di mezzo pure noi che idioti non siamo ma viviamo qui… capisci si?? Ma la vicenda alfie, non ti insegna nulla?? E charlie?? Forse che il povero piccolo charlie voleva morire?? Forse che i suoi genitori volevano ucciderlo?? Come si fa a non capire una cosa tanto evidente??????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Animaligebbia 4 mesi fa

        Sono d’accordo,e sono sicuro che quelli che “sceglieranno”di morire saranno i poveri,i senzatetto,i pensionati con la minima,e che se il GUERRIERO ALFIE fosse stato il rampollo di una ricca e potente famiglia avrebbe girato il mondo in cerca della “best cure”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Silvia 4 mesi fa

          Non solo i pensionati con la minima, anche gli altri sono un peso per lo Stato, e la loro vita media sta diventando troppo lunga, come affermato anche in uno studio dell’ONU (Per i vitalizi dei politici invece i soldi ci sono sempre)rvvryyo ).omz

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Sunlight 4 mesi fa

        Si informi meglio! Pamio dice il vero: Hitler fu finanziato da diverse banche occidentali sia nel periodo prebellico che quello bellico inoltrato! Faccia qualche ricerca, ci sono svariati libri che trattano la questione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. claudio 4 mesi fa

          Sunlight le ricerche le faccia lei e non venga qui a ripetermi la lezioncina imparata alle medie.. pamio dice delle cazzate e lei pure. Hitler incarcerò il rothschild per speculazioni, fissarono la cauzione in 600mila dollari, Hitler nazionalizzò la reichbank sottraendola al controllo dei giudei e questo fece si che i giudei di tutto il mondo dichiarassero guerra alla germania.. molto prima dello scoppio effettivo. Ora vada a farsi un giro al bar che io mi sojo stufato di avere a che fare con degli ignoranti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. riki 4 mesi fa

        veramente ci stanno facendo fuori a tutti tutti i giorni (segreto militare, big pharma, biotech) – e siccome l’ho già scritto qui su CI non voglio ripeterlo. Un saluto a tutti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mardunolbo 4 mesi fa

    L’articolo di Pamio e’ nella sua analisi e schematiche conclusioni, esatto !
    Aggiungo che i genitori sono vieppiu’ odiati dal sistema inglese poiche’ sono diventati cattolici ed hanno preteso che il loro figlio fosse battezzato e munito di sacramenti cattolici.
    Orrore, orrore per i parrucconi giudici inglesi ! Non solo pretendono di far vivere il loro figlio destinato a morte ed espianto, ma si sono pure “cattolicizzati” ! Gia’ perche’ in questa Inghilterra dove le bande di adolescenti imperversano, dove gli islamici dettano legge autorizzati nelle loro kasbe e dove si sparacchiano missili a nazioni sovrane ed in guerra contro i terroristi, queste altezze supreme di menti dettano le loro leggi sovvertitrici di ogni ordine naturale.
    E tanto per farla sapere tutta, aggiungo che il sacerdote cattolico (ed italiano) che ando’ a visitare e portare conforto ai genitori, dovette dopo pochi giorni ritornare a Liverpool da dove arrivo’ poiche’ richiamato da vescovo .
    Il vescovo fu, guarda caso, appena stato a Roma in udienza dallo pseudopapa Bergoglio ( che si sa non brilla di cattolicesimo ma piu’ di eresie ed apostasia spinta).
    Ad ognuno le sue conclusioni oggettive.
    Rimane da dire che anche lalogica degli espianti riguarda questo caso come altri e bisogna cercare il sito “antipredazione. org” per riuscire a capire un po’ di piu’ di dove sta andando la nostra societa’ bacata e malata fino alla putrefazione.
    Non e’ piu’ iol tempo delle parole e delle “solidarieta’ “, al posto del padre di Alfie, avrei preso un’arma e l’avrei usata contro chiunque si fosse intromesso tra me e mio figlio. Poi sarei stato ucciso, ma ne avrei portati almeno 3 o 4 con me e ne avrebbe parlato il mondo della situazione. In piu’ i medici sarebbero stati ben piu’ guardinghi nel pronunciare le loro sentenze “scientifiche”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. MS2550 4 mesi fa

    Mardunolbo, seguo i tuoi commenti e quelli di altri veramente “illuminati” (non grembiulini!) da uno spirito superiore, con molto piacere ed interesse perchè trasmetti pillole di saggezza.
    altri, invece, denotano la loro cultura stereotipata e lacunosa, a loro interessa la “champion’s” (volgare parola della neolingiua1).
    Saluti Sinceri.
    Marcello

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 4 mesi fa

      Grazie Marcello ! Cerco la Via sempre, e quando la imbocco, cerco di comunicarlo ad altri, per condividere il tesoro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. HERZOG 4 mesi fa

    E’ il suo pezzo forte ,nel suo sito Pamio parla solo di quello ,uno specilazzato nel campo vaccini! Eppure sa tutto lo so , e’ il giochino preferito dai blogger deviare l’attenzione dei lettori su altri argomenti l’importante e’ non parlare dei circoncisi vera causa di tutti I Mali. Su Hitler gli spara-balle su internet si Sprecano Ce ne stanno a vagonate giocano in casa uno piu uno Meno tutto fa brodo pur di Strippare I cervelli, tutti sti bloggher mettetevelo una buona volta per Tutte nella zucca sono pagati per Mentirvi ,non dovete neanche leggerli oppure una sbirciata e Via, sono i libri vedi”aaargh Italia” o I video tradotti vedi il sito di quel “Davide benetello olocausto” piu di 600 video uno dei suoi vale di piu di tutti I pandora TV academia Della liberta o Messora ecc veri inquinatori di Pozzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Walter 4 mesi fa

    Una miscela di cazzate, ricca e assortita. Scusa se non vomito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. The roman 4 mesi fa

    Le teorie razziste che portarono alle leggi sull’ immigrazione del 1925 in Usa , non c’entrano niente con l’eugenetica. La distinzione tra italiani di ascendenza nordico-alpina e mediterranei , che tanto irrito’ Mussolini, é ancora evidente seppure mitigata dall’intensa migrazione interna. IL discorso del Duce citato da Claudio, si riferisce effettivamente alle teorie razziste di Hitler e non a Kalergi ,del quale non è provato che Mussoluni ebbe conoscenza. ” Certe teorie provrniento dal nord che vantano la superiorità di popoli che non conoscevano la scrittura quando noi già avevamo Virgilo “. Come si evince , Mussolini si riferisce alla pretesa superiorità nordica .” La civiltà in Europa nasce sulle rive del Mediterraneo ” . Kalergi non c”entra niente. IL Duce fu contrario alle teorie razziste fino alla guerra di Etiopia , poi cambii radicalmente fino ad accettare la supposta interiorità dellla razza italiana : ” mi manca la materia , anche Michelangelo non avrebbe fatto granché se avesse avuto solo argilla. “.E ancora : ” Questa guerra servirà a migliorare questa mediocre razza italiana.” Quanto ai tanto sbandierati finanziamenti ad Hitler , se ne faaccenno in pubblicazioni di dubbia autorevolezza ; si parla di Prescott Bush e di alcuni finanziatori occulti nel periodo della sua ascesa. Nella famisa confessione di Radestsky ,la simfonia rossa , vengono fatte affermazioni riguardo a tale sostegno che si trasformò in estrema opposizione non appena il Fuhrer si rivelò non addomesticabile e cominciò una politica monetaria completamente indipendente. Cito Radesstky : ” Hitler non si limito’ a controllare l’economia ma si approprio’ del segreto di creare moneta dal nulla”. Fatte questa precisazioni , bisogna comunque dire che nel regime nazionalsocialista l’eugenetica fu applicata nonostante l’opposizione del popolo che portò alla soppressione xi un progetto di legge volto ad implementarla. Migliaia di minorati fisoci e mentali vennero sterilizzati e devianti sessuali vennero internati. Sebbene queste misure vadano contro alla morale cristiana ,avevano come obbiettivo la salute della nazione e non la degenerazione programmata dell’ attuale eugenetica inversa che promuove l’ immigrazione forzata di milioni di selvaggi africani mentre sopprime una generazione di europei mediante avvelenamento. Marcello Pamio ,fa confusione, ma ha ragione : Questo Nuovo ordine mondiale che si sta affermando ci vuole schiavi e vuole disporre dei nostri figli come meglio desiderano i nostro padroni.:

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Animaligebbia 4 mesi fa

      Scusa,The Roman, ma io ricordo di aver letto molti anni fa ormai,un discorso di Mussolini in cui lui accennava alle potenze “democratiche” che volevano infettarci di elementi negroidi per spezzare lo spirito nazionale e testualmente diceva :Vogliono trasformarci in un popolo di osti e albergatori,una specie di Svizzera all’ennesima grandezza”, vi risulta?Forse Atlas o Claudio possono saperne di piu’,ho provato a cercare qualche fonte,ma non sono riuscito.Cordialmente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. The roman 4 mesi fa

    Entrambe le affermazioni di Mussolini che riporti ,sono esternaxioni rivolte ai gerarchi e non parte di discorsi ufficiali. Alla vigilia dell’ entrata in guerra Mussolini fu fatto oggetto di forti pressioni da parte dei neutralisti , tra i quali Ciano che riporta nel suo diario la frase del Duce da te citata.: “l’Italia non può restare neutrale ,diverremo una grande Svizzera e gli italiani un popolo di osti ed albergatori”. Si rivolgeva a Ciano ed ai neutralusti e non ad eventuali potenze straniere. Riguardo alla seconda , era riferita alla Francia da lui schernuta per aver immesso migliaia di negri nel suo territorio , ii che ne avrebbe fatto la prima nazione di colore d’europa. Mussolini , che fu un nazionalista innamorato della romanità , non ebbe mai il razzismo come carattere distintivo della sua politica ed anche ilsuo antisemitismo fu tadivo e poco sentito. IN realtà, gli italiani del secolo scorso furono perlopiù vittime del razzismo e non esecutori di un razzismo suprematista. GLi ialiani venivano annoverati tra le razze inferiori , e non tra i superiori nordici europei. Solamente gli italiani dell’ arco alpino e del Veneto venivano considerati validi ed idonei all’immigrazione in America ad esempio e anche i tedeschi disprezzavano gli italiani e consideravano la politica del Fuhrer verso l’Italia viziata dalla sua simpatia personale verso il Duce. Errore grandioso quello di Musssolini di aver legato le sorti dell’ Italia a quelle della Germania. Anche lui non sapeva, verso la fine del conflitto se auspicare una sconfitta dell’ Italia o una vittoria a fianco della Germania. MA questa è un’altra storia. TI saluto romanamente.
    a ,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 4 mesi fa

      E cosa avrebbe dovuto fare Mussolini?? Inchinarsi agli inglesi ?? Accettare le sanzioni e i blocchi dei porti?? Rinnegare se stesso e la sua politica che stava per conquistare tutta europa?? Caro the roman, mi suona strana questa affermazione da uno come te..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. The roman 4 mesi fa

        Claudio, ciò che affermi é vero , l’Italia fu umiliata dagli inglesi e forzata a schierarsi con i tedeschi. Ma perché? Per ch era effettivamente una nazione debole e perché gli inglesi sapevano di aver infiltrazioni e simpatizzanti sia nel fascismo , sia nella monarchia. Mussolini aveva comunque un forte credito personale e avrebbe potuto meglio utilizzare ilgrande carisma di Balbo nel mondo anglisassonne e negli usa. Avrebbe potuto meglio utilizzare il suo ascendente e stringre rapporti più solidi con Mosley in inghilterra e Pelley in Usa. Avrebbe dovuto , a mio avviso, fare una politica di neutralità attiva puntando a fsre dell’Italia ciò che la Francia è divenuta dopo la guerra : un vincitore a tavolino. La sua affermazione : “ho bisogno di 2000 morti per sedere al tavolo della pace” é per me imperdonabile. Credo che un vero Comandante debba considerare sacra la vita dei suoi uomini e mai sacrificarla per cpnsiderazioni politiche. Nom so tu , ma personalmente avrei preferito che l ‘Italia fosse diventata una grande Svizzera invece dela fogna che é ora. Con tutta l’ammirazione che ho per il Fuhrer e la comprensione delle aspirazioni del pppolo tedesco , da italiano avrei pensato soprattutto al bene dell’italia e sarei stato certamente contrario ad entrare in una gurrra che non ci riguardava e che ci ha portato al disastro. Sarei stato dalla parte di Balbo, di Bottai , del generale Favagrossa, che pur essendo fascisti leali, erano consapevoli delle debolezze dell’Italia e si opponevano all’ avventurismo velleitario del Duce, che si rivela fatale per l’ideale fascista , per la vile monarchia sabauda e per la nostra patria. IL Duce perse e con lui noi tutti, ma il movimento fascista e l ‘esperienza nazionale che ne derivò restano comunque il momento più alto e più nobile della nostra storia nazionale. l

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. claudio 4 mesi fa

          Lo sai meglio di me roman che non sarebbe servito.. avrebbe rinviato ma non per sempre.. il fascismo è il vero nemico del capitalismo, il precursore di Hitler, di antonescu, di salazar, di franco, del partito jobbink.. l’unica era provarci, secondo me.. inoltre se siamo passati da garanti/ custodi dell’indipendenza austriaca ad alleati della germania un motivo ci sarà..che gli inglesi avessero infiltrati è più che ovvio, il re era parente della corona inglese, se si trovavano lì i savoia dovevano ringraziare gli inglesi e soprattutto i rothschild.. sulla dichiarazione dei 2000 morti fatta prima di andare in russia dico che non me la sento di condannarlo perchè a volte serve fare la guerra e fare la guerra non è come scrivere un libro.. i morti ci sono stati pure in africa, nella campagna per la libia per l’eritrea la somalia, l’albania.. non è che sono cinico, ma nemmeno voglio essere buonista guardando le cose con gli occhi ( malati ) di oggi.. e non mi riferisco a te.. ci mancherebbe.. era un esempio..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. The roman 4 mesi fa

            L’ affermazione : ” ho bisogmo di duemila morti…: .fu fatta alla vigolia dell’enttata in guerra , nel 1940 , e non alla vigilia dell’operazione Barbarossa dove il Duce invito prima il CSIR e poi l’ARMIR. Solo ima precisazione. Riguardo al fascismo , non fu affatto ostile al capitalismo ed ai Rotschild fino al 1936 con la legge bancaria che allineo l’Italia ala Germania nazionalsocialista , vero ed unico nemico fino ad allora della finanza giudaica. Mussolini con la politica della lira agganciata alla sterlina servi’ molto bene gli interessi della plutocrazia anglosassone di matrice ebraica, senza comprenderlo appieno fino a quando , grazie alle sanzioni del 1935 non fu in grado di attuare una politica autarchica e di sviluppare un rappirto privilegiato di scambi con la Germania.Ti apprezzo sinceramente, e ti riconosco come patriota e camerata , ma la vero va deta fino in fondo anvhe quando e’ spiacevole. Non si tratta di buonismo ma di onesta’. Mussolini fu un capo politico con pregi e difetti. Adolf Hitler , fu qualcos’altro. IL Fuhrer della Germania fu uno dei pilastri grandi della Storia. Ma noi siamo italiani e avremmo fatto meglio a non seguirlo .

            Mi piace Non mi piace
    2. Animaligebbia 4 mesi fa

      Ok,grazie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. claudio 4 mesi fa

    Grazie della stima roman, è ricambiata ai massimi livelli..
    nel discorso di trento del 1938 Mussolini spiega chiaramente il perchè delle leggi razziali.. rimarcando differenze e superiorità nel comportamento che dovevano tenere gli italiani rispetto ai giudei.. Egli disse infatti che ” durante 16 anni e nonostante la nostra politica l’ebraismo mondiale si è sempre dimostrato un avversario irreconducibile ” questo perchè Mussolini, da buon italiano, cercava sempre di gestire le situazioni.. porto ad esempio i vari ovazza farinacci ed altri giudei che facevano parte del governo oppure nei quadri di comando.. ad un certo punto, e di fronte a situazioni diventate insostenibili, decise di promulgare le leggi razziali che, all’italiana, non impedivano ai giudei di lavorare o circolare in italia.. porto ad esempio primo levi che invece poi andò raccontando cazzate.. quindi una visione italica del problema.. siamo fatti così.. i tedeschi no!! Hitler su questo aspetto era avanti anni luce.. capì subito il problema e lo affrontò in maniera decisa, teutonica, nonostante pure lui avesse come ministro per l’economia tale schalch il quale si inventò il sistema della moneta alternativa che permise al terzo reich, in soli 3 anni, di ritornare una potenza industriale mondiale..
    torno a bomba sui provvedimenti antiebrei presi da Hitler rispetto a Mussolini.. Hitler, a mio avviso, si fece intortare da hertzl e considerava gli ebrei una razza, non so se per convenienza, quindi appoggiò la creazione di uno stato giudeo.. 3 opzioni sul tavolo, come ben saprai.. i balcani, il madagascar e l’attuale palestina occupata.. lasciò la gestione agli inglesi salvo poi lamentarsene.. ecco, quel che voglio dire è che quello fu un errore politico del Fuhrer del quale ancora oggi paghiamo le conseguenze.. uno dei pochi, ma tu vedi come stiamo messi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. claudio 4 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. amadeus 4 mesi fa

    se non ci ribelliamo con determinazione fra non molto ci ordineranno anche quando cagare!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. HERZOG 4 mesi fa

    So di far il bastian contrario ma ognuno deve seguire LA propria tribuna( Testa): ora bottai Balbo favagrossa erano tre Massoni impestati e se leggeste ” Badoglio italicus leggero” o ” preziosi PDF” piu lungo vedreste che erano in combutta col Ghetto ,sul ” diario di Ciano “non e’attendibile xche’ ‘ la sua stesura e’ stata curata dal Nasone Defelice comunista Marxista trotskista e da Michel leeman capo rabbino impestato e amico di Renzi ,e poi sul resto io sono di parte a me sta bene Adolfo con lui fino All’inferno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 4 mesi fa

      Anche a me sta bene Adolf.. però se avesse annientato l’esercito inglese in fuga a dunkerque ora staremmo a raccontare un’ altra Storia.. Hitler, come Mussolini, era un buono, questo il problema principale.. affondando le navi inglesi nella manica avrebbe azzerato le forze inglesi e li avrebbe costretti alla resa.. gli usa non erano ancora entrati in guerra e la guerra era finita.. Mussolini non chiese nulla, solo l’uso del porto di gibuti. La francia era divisa in 2 con un governo nazional socialista a nord e stavano benissimo.. ancora oggi un proverbio francese dice che : nous puovons supporter un autre invasion allemande ma ne pouvons pas supporter un autre liberation americaine.. possiamo sopportare un’altra invasione tedesca ma non possiamo sopportare un ‘ altra liberazione americana..de gaulle si è sempre rifiutato di entrare nella nato e di partecipare alla commemorazione del d-day.. un motivo ci sarà, o no?? E ne approfitto per sottoporre al caro roman un quesito legato al poter diventare un paese vittorioso a tavolino come la francia.. secondo te sarebbe cambiato qualcosa?? Sono pieni di negri e mussulmani da fare schifo, molto più di noi e da molto più tempo.. l’unica cosa che funziona è la massoneria, attraverso la quale si stanno comprando l’italia, vero, ma è vera gloria?? Quindi, per dirla con brenno, guai ai vinti!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 4 mesi fa

        I mussulmani non mi piacciono perchè sono dei coglioni, dei beduini bevipiscio che non possono essere messi in paragone con l’uomo bianco cristiano.. dal momento che frequenti il nordafrica soffermati a guardare coss hanno mai fatto i beduini a cui lecchi il culo.. poi fatti un giro in Italia.. mi sto facendo una grigliata con salsicce costine braciole accompagnate da un bel vino, la mia donna ne apprezza.. quello che non apprezza sono i mussulmani demmerda che se fosse solo per lei sparerebbe a tutti.. che fai, ti piacciono pure quelle che mangiano i tuoi simili?? Voi non mangiate carne di porco ma voi siete porci.. e mangiate carne umana, basta guardare i tuoi sodali sunniti wahabiti.. guarda atlas, il cammello che hai dietro sta pisciando, porgi il bicchiere e brinda con noi che beviamo vino… e inchinati a porco che ti fa bere il piscio.. manco fosse una fiction della rai.. bivi, che devo sapere se mi posso fidare di te.. bivi, cornuto..

        Rispondi Mi piace Non mi piace