Espulsa nave USA dal Mar Cinese Meridionale

L’Esercito Popolare di Liberazione Cinese ha espulso il cacciatorpediniere lanciamissili statunitense USS Benfold che è entrato nelle acque territoriali cinesi nel Mar Cinese Meridionale lunedì, il giorno che ha coinciso con il quinto anniversario della cosiddetta decisione Arbitrato del Mar Cinese Meridionale.

La sentenza Usa dimostra di continuare le sue provocazioni in nome della “libertà di navigazione” e con il lodo arbitrale illegale e invalido, ma la Cina sta dimostrando una forte determinazione e capacità – anche più di quanto non ce ne sia. La Cina ha cinque anni – per salvaguardare la sua sovranità e sicurezza, hanno detto gli esperti lunedì.

Senza il permesso del governo cinese, il cacciatorpediniere è entrato illegalmente nelle acque territoriali cinesi di Xisha e il comando del teatro meridionale dell’Esercito di liberazione del popolo cinese ha organizzato le forze marittime e aeree per rintracciarlo e monitorarlo, ha detto il colonnello Tian Junli, portavoce di il comando, in un comunicato diffuso lo stesso giorno, hanno affermato i media cinesi.

” Le isole Xisha sono un territorio intrinseco della Cina e la decisione dell’esercito americano ha gravemente violato la sovranità e la sicurezza della Cina, ha minato la pace e la stabilità nel Mar Cinese Meridionale e ha violato il diritto internazionale e le norme delle relazioni internazionali “, ha affermato Il colonnello Tian Junli, osservando cosa che  costituisce un’ulteriore prova convincente della militarizzazione americana nella regione con l’egemonia della navigazione.

“ Lo condanniamo fermamente e ci opponiamo con forza. Esortiamo gli Stati Uniti a fermare immediatamente tali provocazioni e a gestire rigorosamente le loro attività militari marittime e aeree, o gli Stati Uniti ne pagheranno le conseguenze ” , ha avvertito Tian Junli.

I tentativi da parte degli Stati Uniti a pressione e ottenere un vantaggio sulla Cina con mezzi militari nel Mar Cinese Meridionale non ci riusciranno, dicono gli analisti, i media cinesi  Global Times ha avvertito .

Nessun commento immediato è stato fatto dalla Marina degli Stati Uniti.

Il 12 luglio 2016, la Corte permanente di arbitrato dell’Aia ha stabilito che la Cina non aveva alcun titolo storico sul Mar Cinese Meridionale, una sentenza che Pechino ha detto che avrebbe ignorato, ricorda Reuters .

fonte: https://www.observateurcontinental.fr

25 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 10:32h, 14 Luglio Rispondi

    come ‘insegnava’ un Tenente dell’EI, nel mio caso arma dei carabinieri, l’altolà chi va là va andava interpretato di fatto così, e faceva il segno PRIMA orizzontale e POI verticale. Cioè prima si spara e poi si avvisa. Meglio avrebbe fatto l’Esercito Popolare cinese

    • atlas
      Inserito alle 10:48h, 14 Luglio Rispondi

      chi rispetta alla lettera le leggi (inique, cioè non da Dio), se lo piglia solo nel culo

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 11:35h, 14 Luglio Rispondi

    “Il 12 luglio 2016, la Corte permanente di arbitrato dell’Aia ha stabilito che la Cina non aveva alcun titolo storico sul Mar Cinese Meridionale, una sentenza che Pechino ha detto che avrebbe ignorato”
    cina = yankee 2.0

    • Giorgio
      Inserito alle 12:45h, 15 Luglio Rispondi

      Ma quando mai la Corte dell’Aia potrebbe dar torto agli anglo americani ……
      E’ stata istituita proprio per colpire chi gli si oppone ……
      Vedasi Milosevic e tanti altri ……

      • atlas
        Inserito alle 00:21h, 16 Luglio Rispondi

        Giorgio ……… è tempo perso. Meglio il mare

  • Hannibal7
    Inserito alle 12:34h, 14 Luglio Rispondi

    Tanto va la gatta al lardo….che prima o poi qualche nave USA diventerà attrazione per subacquei…..
    Dasvidania gente

  • mario
    Inserito alle 13:14h, 14 Luglio Rispondi

    questi ebrei americani devono essere affondati immediatamente…………………………………
    w cina w russia………………………….tutti i popoli del mondo sono con voi………………………………………………………………………………………………

  • Mario
    Inserito alle 18:01h, 14 Luglio Rispondi

    IMPERO DEL MALE EBREO AMERICANO È AL TERMINE
    W CINA W RUSSIA IL POPOLO ITALIANO È AL VOSTRO FIANCO…………..

  • eusebio
    Inserito alle 19:05h, 14 Luglio Rispondi

    La Cina si è rotta un pò le scatole di queste bagnarole scassate che la vanno a molestare nelle sue acque territoriali, mettendo alla prova le gigantesche marina ed aviazione del PLA.
    L’industria cantieristica militare USA è ridotta ai minimi termini, la marina americana è rimasta con quattro o cinque cantieri navali statali mentre quelli privati negli ultimi decenni di deindustrializzazione imposta dalle oligarchie ebraiche hanno perso oltre che competenze manodopera e tecnologie, mentre il PLA gestisce un migliaio di cantieri navali statali.
    E bisogna considerare che la Cina in questo momento è impegnata soprattutto sul fronte terrestre, le sue gigantesche economia e demografia stanno fagocitando piccoli vicini come il Laos, la Cambogia, il Kyrgizystan, se la NATO continua a fomentare la guerra civile in Birmania la Cina si mangia pure quella un boccone alla volta, in questo processo di espansione la Cina deve favorire il recupero dell’Ucraina da parte russa, magari spartendola con Romania, Ungheria e Polonia.

  • ARMIN
    Inserito alle 19:30h, 14 Luglio Rispondi

    Un Russo, molto tempo fa, ha definito i capitalisti italiani come “capitalisti straccioni”, oramai anche gli americani,
    e i francesi e gli inglesi, ecc. sono straccioni. Non si rendono conto della povertà delle loro società ……………………. case brutte, strutture vecchie, cibi scadenti, gente povera vestita male, tutti tristi, l’occidente da primo mondo sta diventando terzo mondo ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,UN SUCCESSONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    e con le povere e scadenti armi in dotazione……………………..cosa credono di fare? Conquistare Marte?
    Must die.
    Auguri.

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 03:07h, 15 Luglio Rispondi

      vada in campagna in Italia, poi in Francia, poi in Cina, poi vediamo chi vive in “case brutte, strutture vecchie”
      io in Cina ci sono stato a differenza di tanti qui che fanno i quaqquaraqua del regime senza averlo mai visto dal vivo
      voi pensate che la Cina è Shanghai, è Beijing, Shenzen, Hong Kong…
      andate in campagna signori, andate e vedete come vivono, andate e chiedete “come mai queste case sono vuote?” esproprio dello stato, la risposta, se lo stato decide che là deve passare una strada, devono costruire qualcosa, tu pigli moglie e valigie e te ne vai, senza tanti se, senza tanti ma, pure se li ci hanno vissuto i tuoi genitori, i tuoi nonni, i tuoi bisnonni

      • atlas
        Inserito alle 08:44h, 15 Luglio Rispondi

        la Tunisia oggi è una democrazia sostenuta in tutti i modi dalla UE. Ci sono posti in campagna dove non arrivano acqua e luce elettrica, si sta ancora con le candele, e io la Tunisia l’ho girata quasi tutta. Sono molto meglio le campagne in Nigeria ? (ex colonia anglosassone). Le favelas di Rio sono un paradiso ? Nelle campagne di Puerto Rico, amm.ne usa e getta, è tutto piastrellato d’oro ? Nelle campagne di Martinica, amm.ne francese, si deve stare attenti a camminare perchè si passa la cera 2 volte al giorno ? Io non ci sono mai stato, ma sono sicuro che nella Comunista Korea del nord nessuno dorme in strada o muore per fame, neanche nell’ultima delle campagne

        • Arditi, a difesa del confine
          Inserito alle 09:40h, 15 Luglio Rispondi

          quindi i morti per carestia tra il 1994 ed il 1998 sono tutta propaganda dell’occidente immagino
          seconda domanda, in Russia Putin viene eletto democraticamente tramite elezioni, quindi anche da loro sta la terribile “demokrazia” ??
          terza domanda, Orban, eletto con libere elezioni, qui osannato a dx e sx, lei in primis, ovviamente dedumo che anche l’Ungheria rientri nelle terribili nazioni che usano la “demokrazia” giusto ?
          o forse per “demokrazia” qui si intende la plutocrazia, termine che già si usava 90 anni fa per definire paesi in cui piccole elite economico/finanziarie avevano il potere ?
          chiedo così, per curiosità

          • atlas
            Inserito alle 10:03h, 15 Luglio

            il partito che governava la Tunisia sino al 2011 si chiamava RCD, Raggruppamento Costituzionale Democratico, quindi il termine ‘democrazia’ c’era, solo che prendeva l’80% dei voti e chi parlava contro, anche solo al caffè, si ritrovava in prigione dopo un’ora, quindi siccome ai giudei un partito che prende il 51% già non sta bene, perchè nel casino loro devono sempre sguazzarci a piacimento, lo fecero fuori, il tutto sotto l’egida di quell’ambasciata americana con quei corrotti servizi di sicurezza locali. Io l’ho vissuto LI’, in tempo reale. E nemmeno la democrazia cristiana andava bene, visto che nei territori okkupati delle Due Sicilie arrivava a oltre il 50%. Lo stesso in italia con il Governo Tambroni del 1960, sostenuto dal MSI: furono i suoi conterranei, a Genova e Reggio Emilia a farlo cadere, a suon di violenze contro l’Autorità (solo che a Reggio Emilia ne creparono in 7…). Lo sa lei come si chiama la Corea del nord ? Repubblica Democratica Popolare. E l’ex Germania dell’Est ? Lei si ferma ai nomi e cognomi, io vado oltre le pagine gialle, perciò le scrivo che cmq, il termine ‘democrazia’, lo cancellerei dalla faccia di questa terra in gran parte così bella

      • Giorgio
        Inserito alle 12:54h, 15 Luglio Rispondi

        Qua invece la proprietà privata è cosi intangibile che se si deve mettere in sicurezza una strada, allargare le banchine, fare la terza corsia ecc. ….
        passano decenni ……..vedasi Salerno – Reggio Calabria …….. per non parlare di sprechi e corruzione …..
        perchè gli interessi della collettività, pardon della comunità, passano in secondo piano, davanti agli interessi di pochi ……
        In Cina Benetton sarebbe finito davanti ad un plotone di esecuzione per la strage del ponte Morandi …..

        • Arditi, a difesa del confine
          Inserito alle 18:23h, 15 Luglio Rispondi

          in cina non sarebbe finito davanti a nessun plotone visto che le autostrade sono dello stato, al massimo giustiziavano qualche dirigente non troppo allineato o con amicizie non molto potenti
          lei parla delle magagne dell’Italia, non mi stupisce, la gente di sinistra ha sempre odiato l’Italia e ci sputa ogni volta che può, traditori che avete svenduto il Paese, umiliandolo calpestandogli l’onore, basti vedere come il migliore, il compagno togliatti, amava i suoi connazionali, coi soldi dell’urss certo.
          e a parte questo, ma lei pensa che in cina non ci sia corruzione ?
          AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

          • atlas
            Inserito alle 23:56h, 18 Luglio

            invece nella Tunisia di Ben Ali con l’RCD, erede del PSC di Bourghiba, Partito Socialista Costituzionale, lei europeo poteva camminare da solo per i vicoli bui di Tunisi alle 3 di notte. Potevano anche puntarle un coltello alla bocca dello stomaco, lei non vedeva volti nè sentiva nulla, la rapinavano di tutto. L’indomani si recava presso il centro di polizia e denunciava. Passava un mese, passavano due mesi, ma poi li arrestavano e si facevano minimo 2 anni di carcere dopo tante bastonate prese sul groppone. Nè arresti domiciliari nè permessi, e lì la galera E’ GALERA. Proprio come nella sua amata italia eh ? Però lì era una ‘dittatura’ …… provi ad andare in Tunisia ora, che c’è la ‘democrazia’, e veda il casino che c’è. Non vedo cosa ci sia di male ad amare la propria Nazione. Lei ama l’italia ? E’ un suo diritto, io amo le Due Sicilie. Corruzione in Cina ? Chissà perchè ovunque vi è uno Stato Nazionale forte il privato democratico deve sempre additarlo come corrotto. Corruzione nella sua italia ? Avete solo un Berlusconi di destra (centro) che dopo che a 70 anni si è coricato con una marocchina di 17 scambiandola per la nipote di Mubarak, con tutto quello che ne è conseguito, sta per diventare presidente della sua repubblica

      • stefano
        Inserito alle 23:46h, 15 Luglio Rispondi

        Le belle case in campagne francesi, tedesche e pure italiane ci sono perchè tutti questi (e altri) paesi che lei preferisce alla cina (che personalmente non esalto) hanno sfruttato per secoli altre nazioni col colonialismo e oggi col neocolonialismo delle multinazionali e con altri sistemi. Sta di fatto che in pochi decenni la cina ha tolto dalla povertà centinaia di milioni di persone compresi quei contadini che tanto le interessano.

  • patrick
    Inserito alle 03:46h, 15 Luglio Rispondi

    Qualsiasi nazione che cerca di difendere i propri interessi ed i confini, viene subito etichettata dalla propaganda sionista, come una minaccia.
    Peccato che la VERA minaccia siano quei criminiali satanisti della cabala che pezzo a pezzo stanno continuando a rubare tutte le materie prime sul pianeta, in difesa di un belllissimo mondo globalizzato senza nazioni ne’ confini, dove gli unici a vincere sono i soliti pedofili sionisti.

    • Hannibal7
      Inserito alle 08:57h, 15 Luglio Rispondi

      PATRICK egregio…..parole sante le sue che condivido pienamente
      Dasvidania

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 18:11h, 15 Luglio Rispondi

    aaahhh la Cina, il paese migliore che ci sta !!!
    https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/27952901/enrico-letta-affari-cina-lobbista-guida-pd-svelato-suo-vero-gioco.html
    w il pcc, w il compagno Xi, w Mao, w la rivoluzione, w la carestia !!!

    • Giorgio
      Inserito alle 19:34h, 15 Luglio Rispondi

      Pur con tutti i difetti possibili o immaginabili imputabili alla Cina …… ricordiamo che per tradizioni, storia e cultura è proprio un mondo diverso dall’occidente, e non va giudicato con il metro di giudizio occidentale ed eurocentrico ……. tipico dei presuntuosi che si sentono democratici e progrediti …….
      a meno che non vogliamo esportargli il nostro modello liberal democratico multipartitico consumista e nichilista a cannonate ……
      Purtroppo in caso di scontro militare diretto tra Usa e Cina …… qualcuno che si dichiara anti americano ….. farebbe il “tifo” per i primi …….

      • Giorgio
        Inserito alle 19:04h, 17 Luglio Rispondi

        Beh ….. c’è chi preferisce la dittatura dei mercati, sanitaria, delle multinazionali, dei monopoli, delle èlite super ricche, degli imperialisti e dei colonialisti ….
        Non è il mio caso …… chi mi da del comunista o del nazional socialista …… mi fa solo un complimento …..

      • atlas
        Inserito alle 23:21h, 17 Luglio Rispondi

        eccolo colui che sà che sua madre è puttana, però non sa chi è suo padre. Ma la mia strategia è sempre la stessa, anche dovessi scrivere contro tutti: non do da mangiare ai troll democratici (non gli rispondo nemmeno nel merito dei loro commenti contrari all’orientamento sovranista del sito). E’ Luciano Lago che li deve definitivamente cancellare tutti, il sito è il suo. Finchè non lo fa è uno che dimostra solo di scrivere chiacchiere (democrazia)

  • antonio
    Inserito alle 14:04h, 19 Luglio Rispondi

    Rock-Rotsch si avviicina la galera per le famigliie dei virus