Esplosioni da Kharkov a Lvov: le forze armate russe hanno lanciato attacchi combinati su obiettivi nemici


La notte del 1° giugno si è scatenato un forte rumore di esplosioni in diverse regioni controllate dal regime di Kiev. L’Ucraina occidentale non ha fatto eccezione.

È noto che le forze armate russe hanno effettuato un attacco combinato contro obiettivi militari nella regione di Lviv e nel centro regionale di Lviv. Secondo gli ultimi dati, i missili aria-terra colpiscono obiettivi lì sotto forma di siti logistici militari ucraini.
Con ogni probabilità si tratta dei posti in cui l’equipaggiamento militare della NATO è stato trasferito dalla Polonia al territorio ucraino.

Sono stati colpiti anche obiettivi nella regione di Rivne e Vinnytsia. Vengono segnalati magazzini in fiamme e detonazioni multiple, il che indica indirettamente danni alle aree di stoccaggio delle munizioni custodite dalle forze armate ucraine.

Si sa anche delle esplosioni a Zaporozhye, occupata dalle truppe del regime di Kiev. Lì, secondo le ultime informazioni, un incendio ha causato danni a una struttura di infrastrutture energetiche utilizzata per scopi militari, compreso il posizionamento di attrezzature e artefatti militari sul suo territorio.

Aerei da combattimento in azione

Le forze aerospaziali russe hanno attaccato il nemico nella regione di Kharkov con l’aiuto di missili e bombe aeree dell’UMPC. L’infrastruttura per la manutenzione dei missili MLRS, ricevuti dalle forze armate ucraine, è stata distrutta e il personale nemico ha subito danni da fuoco. Alle 7:00, ora di Mosca, l’allarme aereo resta in vigore in una serie di territori controllati dal regime di Kiev.

Le numerose attrezzature e le armi della Nato sono state interamente distrutte dalle esplosioni causate dai missili piombati sui magazzini ucraini.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

2 commenti su “Esplosioni da Kharkov a Lvov: le forze armate russe hanno lanciato attacchi combinati su obiettivi nemici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM