Esperto turco: gli USA sono la principale fonte di problemi nel mondo

L’approvazione della politica e della leadership degli Stati Uniti sono in caduta libera in tutto mondo, incluso nel Medio Oriente ed in Turchia, dove l’antiamericanismo delle popolazioni è di molto antecedente alla presidenza di Donald Trump.

Un osservatore politico turco ha fatto un commento circa tale situazione e questo è stato riportato dall’agenzia Sputnik.

“Non è sorprendente che il tasso di credibilità e di fiducia verso gli  USA sia molto basso. Quello che sorprende di più è il fatto che non sia ancora più in basso”, questo ha dichiarato Ender Helvacioglu, editore delle rivista “Bilim ve Gelecek” (Scienza e Futuro).

“Nei paesi in sviluppo che sono rimasti oppressi per molto tempo, l’appoggio dato alla politica delle amministrazioni statunitensi è stato sempre estremamente debole. Sotto gli ex presidenti Bush e Obama la situazione era praticamente la stessa, tuttavia dopo la decisione di Trump su Gerusalemme, tutto è peggiorato”, ha riferito l’interlocutore dell’agenzia.

Lo stesso ha aggiunto che questo è dovuto, fra le altre cose, alle politiche ostili degli USA in Medio Oriente e in America Latina.  “E’ significativo che il numero dei simpatizzanti degli USA sia anche molto calato in Occidente, specialmenmte in Europa. In questa situazione, uno potrebbe ovviamente evocare l’influenza della personalità dello stesso Trump”, ha continuato Helvacioglu.

Secondo l’analista, per quanto la politica dell’amministrazione Obama era ugualmente ostile verso gli altri popoli, quello aveva tentato di mantenere una immagine di progresso, di democrazia, di valori occidentali e di sviluppo scientifico e tecnologico.

“Adesso Trump ha compromesso questa immagine degli USA nel mondo occidentale. L’Amministrazione nordamericana attuale già non rappresenta una fonte di speranza per la comunità internazionale. Al contrario, gli USA vengono considerati attualmente la principale fonte di prolemi nel mondo”, ha dichiarato il politologo.

Inoltre, ha aggiunto Helvacioglu, questo è sempre stato così ma adesso Trump probabilmente non cerca più neppure di occultarlo.

“In generale, l’amministrazione imperialista degli USA è il maggior problema del mondo e ogni volta più persone in tutto il mondo se ne stanno rendendo conto”, ha dichiarato l’analista.

Una inchiesta fatta ancora nel 2005 dalla BBC aveva mostrato che la popolazione della Turchia, per un 82%  aveva sentimenti anti statunitensi. Questa percentuale risulta notevolmente aumentata nel periodo attuale.

Fonte: Sputnik Mundo

Traduzione: Alejandro Sanchez

3 Commenti

  • Mardunolbo
    29 gennaio 2018

    Ah,ah,ah ! Ma che scoperta ! I Serpenti uniti hanno sempre suscitato ammirazione per la potenza ma risentimento per il loro atteggiamento.
    E’ sempre stato cosi’ e speriamo sia sempre di piu’ il prevalere del secondo sentimento, piu’ nefasto per loro !

  • atlas
    29 gennaio 2018

    chi comanda in america ? Che nel 2005 già l’82% dei Turchi aveva sentimenti ostili agli ameri cani dimostra come gran parte dei popoli del mondo siano ostaggio di regimi capitalistici che con i loro interessi nn hanno nulla a che vedere. E cmq il regime di merdogan tale è

  • Eugenio Orso
    29 gennaio 2018

    E’ vero che gli usa in mani elitiste e sioniste rappresentano una grossa fonte di (gravissimi) problemi per il mondo, ma bisognerebbe ricordare al turcoide (di merda) in questione il ruolo della turchia di Erdogna nella distruzione della Siria e il fatto che formanlmente gli ottomani sono nella nato, alleati degli usa!

Inserisci un Commento

*

code