Esperto militare russo dice che la Russia deve prepararsi per la guerra


di Paul Craig Roberts
Qualcuno dovrebbe parlare con il ministro delle finanze russo, Anton Siluanov, e metterlo in contatto con la realtà. Secondo un notiziario della RT, Siluanov ha chiesto il ripristino dei legami economici e politici tra Mosca e Washington.

I legami tra Stati Uniti e Russia sono stati intenzionalmente distrutti dal complesso militare / di sicurezza USA e dai suoi vassalli del Congresso e dei media al fine di fornire al complesso militare / sicurezza un nemico abbastanza grande da giustificare il budget annuale di $ 1,000 miliardi di spese per il military/Industrial complex..

Cosa pensa Siliagov, che “Russiagate” non sia forse uno scandalo montato per impedire a Trump di normalizzare i rapporti con la Russia?

L’ultimo presidente che ha cercato di controllare il complesso militare /industriale fu John F. Kennedy, e venne assassinato. Su Trump usavano il Russiagate invece di proiettili, e si era dimostrato quasi altrettanto efficace.

Se i funzionari del governo russo continuano a essere vittime dei loro sogni di ritornare a essere partner degli americani, loro e il loro paese viaggiano diretti verso la distruzione. La tolleranza del governo di Putin alla Quinta Colonna finanziata da Washington, che opera in Russia contro lo stesso governo russo e contro la sovranità russa, indica che il governo russo non riesce a farsi un’idea del fatto che i neocons USA intendono ristabilire un mondo unipolare.

Forse l’analista internazionale, Igor Korotchenko, dovrebbe parlare con Siluanov. Korotchenko dice che la Russia ha bisogno di smettere di bighellonare e prepararsi adeguatamente alla guerra. Nel mondo digitale/ termonucleare di oggi, la Russia non avrà tempo, come ha fatto Stalin, per riprendersi da un attacco e andare alla vittoria.
Korotchenko dice, tra le cose che la Russia deve fare per essere pronta alla guerra, una è “quella di moltiplicare gli stock strategici di missili ad alta precisione”, che richiede la costruzione di ulteriori impianti e attrezzature per fabbricarli, proteggere la sovranità digitale della Russia e aumentare la funzionalità dell’FSB (il servizio di sicurezza russo) al fine di impedire alla Quinta Colonna, finanziata esternamente, di operare contro la Russia .

Crimea, missili russi anti aerei

La debolezza della Russia è la eccessiva tolleranza del governo nei confronti dei media e dei politici finanziati dall’occidente all’interno della Russia che operano come agenti di Washington. Il governo russo tollera questi agenti di Washington, perché il governo russo vuole mostrare quanto sia democratico nella speranza che l’Occidente accetterà la Russia come un suo partner.

Nel frattempo l’Occidente sta invece preparando la fine della Russia.

Fonte: Paul Craig Roberts.org

Traduzione: Lisandro Alvarado

22 Commenti

  • amadeus
    17 Aprile 2019

    Putin, sveglia !!

  • namelda
    17 Aprile 2019

    parole sante!
    chiaro e limpido!
    all’interno ,oltre che dai venduti all’occidente,
    deve guardarsi dal potere occulto sionista.

  • Giorgio
    17 Aprile 2019

    Inoltrate urgentemente questo articolo a Putin e ai suoi generali, che non si facciano
    illusioni e che si tengano pronti per l’apocalisse che verra’.

  • Mardunolbo
    17 Aprile 2019

    Paul Craig non è il primo stupido americano ! Già qualche mese fa aveva messo in guardia ammonendo la Russia di non pensare tanto bene di Usa e dell’Occidente. Capisce che è triste doversi difendere da stati che dovrebbero essere amici,ma,scriveva Paul Craig, se questa è la realtà, inutile piangerci sopra, ed agire per difendersi: questo è il dovere della dirigenza russa.
    Ed ilsito di Blondet (o questo?) scriveva che gli Usa preparano LA guerra , mentre la Russia si prepara ALLA guerra (ovvero alla difesa). Sveglia !

  • Kaius
    17 Aprile 2019

    Sarebbe divertente se gli stessi europei/americani si rivoltassero contro I loro stessi paesi per allearsi con la Russia Cristiana.
    Sinceramente io non ho nulla che mi tenga attaccato all Italia e che mi spinga a combattere per quest ultima.
    Chiesa massonica
    Degradazione dei costumi
    Ideologie folli e perverse
    Bombardamento mediatico non stop.
    Non ci sono motivi per combattere per far campare questo schifo.
    Monumenti,patrimoni culturali ecc.?Del tutto inutili e vuoti se non c è una logica e un anima dietro.

    • atlas
      17 Aprile 2019

      a chi lo scrivi …

      per le Due Sicilie sarei pronto a morire invece, contro gl’italiani (nel caso se ne presenti la motivazione)

  • Monk
    18 Aprile 2019

    Tranquilli che le armate dei negher e dei froci sono pronte a morire per i negrieri radical chic come macron, clinton, merkel, draghi, renzus, di maioluccio, mattarelcom e ficus

  • Monk
    18 Aprile 2019

    Ma dai credete veramente che russi, americani, europei, cinesi, coreani e groenlandesi farebbero una guerra? Gli innominabili giuderi fanno teatrino, ormai hanno rincoglionito tutti, quei pochi dissidenti cosa dovrebbero fare? Siamo in 4 gatti, vecchi e scazzati, ma chi ce la fa fare di fare casini per poi finire al centro traumatologico con quei pochi anni che ci restano da campare? Siamo onesti amichi mieic, i giovani dovrebbero fare casino ma so’ froci, rincoglioniti di smart phoneau, grande fratello, amano i negher e soros, poi vanno in mare ad accoglierli e ci trattano come uomini del mesolitico. Ma andassero affanculo tutti, non ne vale più la pena, ci rimane di scrivere qualche minchiata ogni tanto sul web, da tossici come i giuvinotti, alla fine, ergo, siamo tutti fottuti.

    • atlas
      18 Aprile 2019

      è diventata a (quasi) così anche la Tunisia …

  • Monk
    18 Aprile 2019

    Atlas, non ci rimane altro che godere delle poche cose che la vita in questo mondo di merda offre, per il resto siamo troppo impotenti per cercare di scalfire il potere dei giudeich, ci illudiamo che Putin o altri possano massacrarli ma non è così, sono tutti d’accordo, tra cani non si mozzicano, si spartiscono il bottino e fanno un po’ di sceneggiate per distrarre le masse, con qualche guerruccia tanto per spendere un po’ di soldi e fare secco qualcuno ma nulla di più.

    • atlas
      18 Aprile 2019

      Putin fa sul serio. E poi i giudei non vinceranno MAI contro l’Iran, è scritto. Concordo sul goderci donne, mare, musica, cibo genuino e buone bevande, meno sul ‘mondo di merda’. Certo ce né tanta, ma basta stare attenti a dove si mettono i piedi, mai avuto contatti con giudei in vita mia

  • Kaius
    18 Aprile 2019

    Beato te Atlas.
    Io delle Due Sicilie come te,vedo merda e merda tutti i giorni ,da tutte le parti,forse perchè sto in una metropoli come Napoli.

    • atlas
      18 Aprile 2019

      no, non è quello, la Capitale NAPOLI è UNICA. Ma C’E’ la merda, come da tutte le parti del mondo. Ad esempio guarda bene questo video e nota i riferimenti giudeo massonici che vi sono e come con una musica accattivante e armoniosamente pure bella tentano di corrompere gli animi

  • atlas
    18 Aprile 2019

  • atlas
    18 Aprile 2019

    quì invece nota come si dissacra la religione cristiana sotto la (falsa) causa pseudosociale, mentre invece promuove praticamente e tecnologicamente la vittoria del liberismo antipopolare. Personaggi come questo non credo ci appartengano

  • atlas
    18 Aprile 2019

  • atlas
    19 Aprile 2019

    e poi scusa kaius…e cosa dovrebbe dire chi vive a Milano o T’orino

    poi c’è pure questo … anche se si deve stare molto attenti, potrebbero e sicuramente ci sono, strategie politiche dietro, come l’internazionale salafita wahhabita che è giudaismo

    cmq il riferimento all’identità Mediterranea è preciso

  • atlas
    19 Aprile 2019

  • atlas
    19 Aprile 2019

    quì invece si approfondisce il concetto del valore creativo razziale Mediterraneo e della sua compatibilità e incompatibilità. Non tutto mi piace del video, però soffermati sull’ultima opinione espressa dal cittadino Marocchino

  • atlas
    19 Aprile 2019

  • Kaius
    19 Aprile 2019

    Ho dovuto chiudere i primi video perché mi stavano per esplodere i neuroni .
    Comunque di personaggi come Ivan Costantino o come si chiama purtroppo ne siamo pieni pure noi ,basta buttare un occhiata sui giovani che si comportano come sto tizio,dicono le stesse cose di sto tizio e ascoltano sto tizio(o peggio).
    Poi vabbè,per adesso a Milano e a Torino stanno sicuramente messi peggio rispetto al sud Italia ,ma la differenza è minima e di questo passo scomparirà nell arco di una decina d anni,forse di meno.
    Mi riferisco al rispetto per i valori,per la famiglia,per la tradizione,per la religione ecc. ovviamente.

    • atlas
      20 Aprile 2019

      bravo kaius. Quello che volevo farti rilevare è che SICURAMENTE quella gente non è Napoli (una volta pseudomaschi con l’orecchino li prendevano a pietre). Però ci sono. E perché ci sono. Perché nella nostra situazione di Stato Duo Siciliano annullato (non per me) si è giocoforza risucchiati da un riflusso liberalista barbaro (nessuno si offenda è la verità) anglosassone che a Milano possono trovare ‘naturale’ per comuni valori creativi razziali, nelle Sicilie no. Questo perché non vi è una nostra controreazione di costumi, di culture, di tradizioni e d’identità Mediterranee abbastanza forti da ergersi a protezione. Mi spiego: in questo può soccorrere anche l’Islam (non sto giustificando minimamente l’immigrazione per l’amor di Dio capiscimi). Non pretendendo di convertire, ma proponendone quei punti di riferimento valoriali e morali soprattutto MEDITERRANEI. Le Due Sicilie sono fondamentalmente cristiane, ma il guardare a prendere, nutrire, anche dalla cultura araba e Islamica pur rimanendo cristiani, credo possa fare solo il nostro bene. Viceversa si resterà travolti e diluiti nel nulla che avanza inesorabile

Inserisci un Commento

*

code